Rapina in casa madre e figlio aggrediti dai ladri.

Rapina in casa

Notte di paura per una famiglia settimese che è stata aggredita da tre ladri che si sono introdotti in un appartamento di via Bergamo. E’ successo nella tarda serata di domenica tra le abitazioni alle porte della città.

Tre uomini incappucciati

I tre si sono presentati con il volto coperto e vestiti con abiti scuri. Una volta entrati nell’appartamento hanno da subito raggiungo Carlotta Crepaldi, 87 anni, e minacciandola l’hanno condotta fino alla camera del figlio Valter Vendemmiati di 64. Da questo momento è iniziato l’incubo con i due tenuti in ostaggio per circa due ore.

Rubati soldi, preziosi, una pistola e un’auto

I banditi sono riusciti a trafugare un totale di circa 400 euro in contanti, oltre ad alcuni preziosi trovati rovistando nell’abitazione. Durante il furto i tre sono anche riusciti a trovare una pistola calibro 7,65 intestata al padre di Valter Vendemmiati. Dopo aver tagliato i fili del telefono e reso inutilizzabile il telefono cellulare, i ladri sono scappati a bordo dell’auto di Valter, una Dacia Sandero.

Leggi anche:  Outlet del falso nel B&B abusivo

Le vittime

Le vittime del furto sono, rispettivamente, moglie e figlio di Giuseppe Vendemmiati, scomparso sul finire dello scorso febbraio e volto storico della militanza nel Partito Comunista settimese. Soltanto intorno alle 8 di lunedì mattina sono riusciti a mettersi in contatto con i carabinieri per chiedere aiuto. Hanno raccontato tutto ai militari intervenuti sul posto per il sopralluogo e per raccogliere la loro denuncia e hanno confermato di non aver ricevuto alcuna violenza fisica.

Caccia ai malviventi

I carabinieri della Tenenza di Settimo e quelli del Nucleo Operativo della Compagnia di Chivasso stanno indagando sul caso. Obiettivo delle ricostruzioni degli inquirenti è anche quello di capire come i ladri siano riusciti ad entrare nella palazzina indipendente di due piani di via Bergamo dove vivono madre e figlio.