Rifiuti radioattivi sotto l’ex Sorin di Saluggia, il sacerdote di Rondissone, don Gino Casardi tuona: «Chi li ha interrati, parli».

Rifiuti radioattivi sotto l’ex Sorin

Il problema dei rifiuti radioattivi interrati sotto lo stabilimento LivaNova Site Management di Saluggia, quello che un tempo ospitava invece la Sorin e dove lavorano migliaia di persone, è un problema sempre più attuale. Nessuno, infatti, si è scordato delle rivelazioni giunte prima della deputata del Leu Rossella Muroni e poi da Carlo Alberto Tirone, ex dipendente Sorin oggi in pensione. Quell’interramento, infatti, è avvenuto negli anni in cui l’azienda era ancora di proprietà del gruppo Sorin ma sino a pochi mesi fa di tutto questo pochissimi ne sapevano l’esistenza. Poi la denuncia della deputata e le rivelazioni dell’ormai ex dipendente hanno dato vita ad un’inchiesta che sta seguendo la Procura della Repubblica di Vercelli ma anche la Commissione Ecomafie a Roma.

L’intervento del parroco

Ma di questa situazione ne ha anche parlato un parroco. E più precisamente il sacerdote di Rondissone, don Luigi Casardi durante la funzione funebre del piccolo Alessandro Marangon, vinto da un tumore all’età di soli 10 anni.
Il parroco, infatti, nel corso della funzione ha lanciato un appello a colui che sa quanto è successo durante quei lavori, a quella persona che è stata incaricata di reinterrare i fusti radiottivi, alcuni dei quali sono stati scoperti nei primi scavi nell’area interessata.
«Chi sa quanto è accaduto in quell’area – spiega don Gino durante la funzione – parli. Non abbia paura di raccontare quanto è avvenuto durante quei lavori. Denunci quello che ha visto in quell’azienda. Lo faccia per il bene di tutti noi, lo faccia per il bene per il territorio. Ci sono troppe persone che muoiono a causa dell’inquinamento».
Un messaggio che il parroco ha voluto lanciare e che spera venga accolto da quell’uomo che ha svolto i lavori. Da quell’uomo che ha raccontato a Tironi quanto è accaduto nel 2007 in occasione dei lavori di costruzione di un edificio per lo stoccaggio dei rifiuti.

Leggi anche:  Controlli al mercato di libero scambio, sequestri e multe LE FOTO

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!