Rubano borse fuori dai supermercati. Era questa la truffa messa a segno da due uomini di origini marocchine.

Rubano borse

Adesso rubano borse fuori dai supermercati.  infatti, distraevano le vittime con il consolidato trucco dello straniero che chiede informazioni. Invece,  rapinavano delle borse lasciate incustodite sul sedile anteriore delle auto.

Le indagini

Il giochetto non è sfuggito ai carabinieri di Santena che hanno fermato due uomini di origine marocchina. Uno è stato quindi arrestato e l’altro denunciato. Dovranno rispondere di furto.
I carabinieri di Santena hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare della sottoposizione agli arresti domiciliari nei confronti di E.M., 24 anni, abitante a Torino, per furto con destrezza e indebito utilizzo di carte di credito.
I militari, in collaborazione con i colleghi di Rivoli e Piossasco, hanno quindi raccolto gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’uomo ritenuto responsabile di 4 furti commessi a Santena, Pinerolo, Rivoli e Piossasco. I furti erano stati messi a segno tra il 2016 e il 2017.  L’indagine ha permesso di identificare il complice, un uomo di 34 anni, denunciato a piede libero. Era già detenuto ai domiciliari per altri fatti analoghi.

Leggi anche:  Droga arrestati tre giovani

Modus operandi

E.M. individuava le vittime nei parcheggi dei supermercati o vicino ai punti Smat. Si trattava per lo più donne sole e anziane. Il complice in macchina le distraeva con una banale richiesta di informazioni.
A questo punto E.M. rubava la borsa dall’autovettura lasciata aperta dalle donne.
Sono stati accertati diversi prelievi con i bancomat rubati. L’identificazione della coppia di ladri è stata possibile grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza dei supermercato dove sono avvenuti i furti.