Rubati i cartelli in via Stefanat, la polemica del sindaco. Il primo cittadino Roberto Falcone scrive direttamente agli autori del gesto.

Rubati i cartelli

Sono stati rubati nella notte i cartelli stradali che indicavano il senso vietato su via Stefanat. E’ successo tra mercoledì 26 e giovedì 27 dicembre, sul tratto di strada che conduce alla “bretella Borgaro-Venaria. L’episodio ha suscitato la reazione del sindaco venariese.

La raccolta firme

Il senso unico, infatti, era stato istituito a seguito di una raccolta firme di alcuni residenti della zona, un’istituzione in via sperimentale che punta a rendere la viabilità più sicura. Erano stati quindi proprio i cittadini a porre l’attenzione sulla pericolosità della strada, ottenendo – in seguito a confronti con Amministrazione e tecnici – una modifica importante.

Il commento di Falcone

“Togliere i cartelli è stata una vera violenza e un sopruso verso chi, democraticamente, ha cercato di portare avanti una istanza attraverso il dialogo e il confronto, oltre che una violenza verso tutti i venariesi che purtroppo pagheranno l’installazione di nuova segnaletica”.

Con queste parole il sindaco si rivolge direttamente agli autori del gesto e aggiunge:

“Nel frattempo sarete ritenuti moralmente responsabili di eventuali incidenti, sperando che non ne capitino, ammesso che questo significhi qualcosa per voi. Imporre le proprie necessità, fregandosene di quelle degli altri, è veramente un atto meschino, oltre che inutile perché il senso unico resta ovviamente istituito”.