Rubavano auto per i pezzi di ricambio, scoperto il “magazzino del furto”. I Carabinieri hanno sequestrato alcune vetture già smontate e pronte a rifornire un mercato parallelo.

Rubavano auto per i pezzi di ricambio

Rubavano vetture in sosta per poi smontarle e, i pezzi, andavano ad alimentare un mercato parallelo che riforniva officine, carrozzerie e autoricambi. Tre persone sono state quindi denunciate dai Carabinieri per ricettazione e riciclaggio.

Il “magazzino del furto”

Il magazzino del furto è stato scoperto  in via Lombardore,  a Leinì. I militari hanno trovato all’interno sei auto rubate parzialmente smontate. I pezzi di ricambio erano destinati, con ogni probabilità, a un mercato parallelo. I carabinieri hanno sequestrato una Jeep Renegade, 2 Fiat 500 X, una Fiat Tipo, una Lancia Y, una Suzuki Vitara e diversi pezzi di ricambio già smontati e pronti per essere venduti. Il valore complessivo stimato è di 100mila euro.

Furti anche a Settimo

Nei giorni scorsi, a Settimo sono state rubate quattro automobili parcheggiate in piazzale Freidano. E’ successo sabato sera, 19 gennaio, all’esterno di un noto locale. Tra le vittime, una delle proprietarie, Azzurra residente a San Raffaele, ha affidato ai social la ricerca della sua Fiat 500 grigia. Marca, tra l’altro, prediletta dai ladri che hanno rubato complessivamente due 500 e un Doblò. Sono stati i Carabinieri della Compagnia di Chivasso, in questo caso, l’indomani, a contattare coloro che avevano sporto denuncia per avvisare che le macchine erano state ritrovate in una zona periferica di Chivasso, nei pressi della ferrovia. Giunti sul posto, i proprietari non hanno potuto far altro che confermare fossero i loro mezzi, o quello che ne rimaneva. Le macchine, infatti, sono state danneggiate: rubate le ruote, spaccato i finestrini, smontato i pezzi di ricambio. Sull’episodio sono aperte le indagini da parte dei militari per risalire agli autori del gesto. 

Rubavano auto per i pezzi di ricambio, scoperto il "magazzino del furto"