Guardia di Finanza e funzionari doganali hanno fermato un 19enne proveniente dal Senegal all’aeroporto Sandro Pertini di Caselle.

Sbarca all’aeroporto con una farmacia illegale in valigia

E’ stato fermato dopo aver ritirato il bagaglio. I militari della Guardia di Finanza, in collaborazione con i funzionari doganali, hanno intercettato un giovane di 19 anni, proveniente dal Senegal dopo un breve transito a Casablanca. All’interno del suo voluminoso trolley, celati tra gli effetti personali, sono stati rinvenuti oltre 500 prodotti tra farmaci e cosmetici di dubbia provenienza, tutti sprovvisti di documentazione autorizzativa. Da un primo esame i farmaci sequestrati contengono sostanze battericide estremamente pericolose per la salute, così come i cosmetici composti di sostanze potenzialmente nocive e sprovvisti di ogni sorta di documentazione attestante la composizione o l’origine.

L’origine dei farmaci e dei prodotti

Alle domande dei Finanzieri circa la provenienza e la destinazione dei cosmetici e dei farmaci il giovane non ha saputo dare giustificazione. Plausibile in questi casi, tra l’altro già verificatesi in passato, l’ipotesi di un commercio illegale di prodotti farmaceutici. Il valore della merce sequestrata ammonta a diverse migliaia di euro.

Leggi anche:  Morto Abbà Nini Giacoletti a Chivasso

Il giovane rischia l’arresto

Il giovane di 19 anni è stato quindi denunciato per importazione illegale di farmaci e, adesso, rischia l’arresto fino a un anno, oltre che una sanzione di oltre 100mila euro. Sarà quindi l’Autorità Giudiziaria, nei prossimi giorni, a pronunciarsi sul destino del giovane fermato dai militari e dai funzionari tra i corridoi dell’aeroporto di Torino Caselle.