Non si arrendono i genitori di Davide Gentile, il ragazzo di 30 anni scomparso da sette mesi.

Scomparso

Sul tavolo ci sono i fogli con le svariate segnalazioni raccolte nei giorni scorsi. Davide scomparso da sette mesi potrebbe essere stato avvistato a Siviglia. Quel ragazzo alto, magro e con i capelli neri, potrebbe essere vivo e in Spagna. Una speranza a cui Antonio e Maria Rosa si aggrappano con tutte le forze possibili. Sono il papà e la mamma di Davide Gentile, 31 anni il prossimo 2 giugno, che è scomparso da casa sua nella notte tra il 9 e il 10 settembre scorso. Senza una spiegazione, senza un perché.

Il mistero

Un mistero quello della scomparsa di Davide che dura ormai da sette mesi. Una scomparsa che ha stravolto la vita di un’intera famiglia e del gruppo di amici del settimese che, ancora oggi, cercano ovunque quel loro amico scomparso nel nulla.

La personalità di Davide

Che Davide fosse un ragazzo «chiuso» e riservato lo sapevano tutti. ai nessuno avrebbe potuto pensare ad un allontanamento dai suoi cari, soprattutto senza una spiegazione, senza il minimo campanello d’allarme. Ora, dopo sette mesi, si accende una piccola speranza. E’ dei giorni scorsi la notizia di alcune segnalazioni di cittadini spagnoli che avrebbero incontrato Davide proprio a Siviglia. Descrivendolo con un aspetto trasandato e spaesato. Una speranza, una nuova forza per mamma, papà, il fratello Mirko e gli amici, di poter presto riabbracciare quel ragazzone alto residente in via Milano.

Leggi anche:  Passerella pericolosa, chiude il passaggio pedonale

I genitori

«Speriamo che sia lui – confermano papà Antonio e mamma Maria Rosa -. Negli anni scorsi era stato in vacanza a Fuerteventura e aveva espresso il desiderio di tornare. Il fatto che ci siano alcune segnalazioni su un ragazzo che gli somiglia ci lascia ben sperare». E lo stesso vale per il fratello Mirko, pronto a partire insieme allo zio, per andare a verificare di persona l’effettiva veridicità delle segnalazioni arrivate all’edizione spagnola del programma «Chi l’ha visto?».

La sparizione

Da quando nei mesi scorsi l’auto con cui Davide ha raggiunto i piedi del colle Nivolet, non ci sono state più sue notizie. Salvo quelle degli avvistamenti in Spagna, una speranza che viene alimentata quotidianamente. «Se ci sono così tante segnalazioni – concludono i suoi genitori – allora pensiamo che possa essere veramente lui. Lo aspettiamo a casa, per riabbracciarlo. Vorremmo solo sapere come sta. Se lui si trova bene in un’altra località a noi fa piacere, ma vogliamo sapere che sta bene, vorrà dire che andremo a trovarlo noi. Ma ci dica qualcosa, si metta in qualche modo in contatto con noi». E, intanto, le ricerche continuano, nella speranza che quel giovane così spaesato avvistato alla stazione dei bus e tra le vie di Siviglia sia proprio il settimese Davide Gentile.