Provenivano dalla Cina gli oltre 300 attrezzi da palestra, non a norma, sequestrati, nei giorni scorsi, dalla Guardia di Finanza di Torino in un centro commerciale di Pianezza.

Sequestrati attrezzi da palestra

I Finanzieri della Compagnia di Susa, che hanno condotto l’intervento, hanno rinvenuto gli attrezzi, pesi e bilancieri, privi delle più basilari norme di sicurezza necessarie per la vendita sul territorio nazionale.

L’operazione

Nel corso dell’operazione, sono stati anche cautelati circa 10.000 prodotti, tra articoli di bigiotteria, dispositivi elettrici e giocattoli, tutti posti in vendita sprovvisti delle informazioni utili alla tutela del consumatore, quali la provenienza, le modalità di utilizzo, le indicazioni in lingua italiana del prodotto nonché l’eventuale presenza di materiali o sostanze pericolose.

Anomali per  le posizioni lavorative

Sono inoltre state riscontrate anomalie per quanto riguarda le posizioni lavorative di numerosi dipendenti dello store per le quali sono in corso gli accertamenti da parte dei Finanzieri. L’imprenditrice titolare dell’emporio, una ventottenne di origini cinesi, è stata sanzionata per oltre 40.000 euro.

Leggi anche:  Ragazzi rubano gioielli e denaro all'anziana che li ospitava a Cigliano

Leggi anche: Sequestrate 300 mila uova per etichette irregolari

Fuochi artificiali illegali, sequestrati 700 chili di prodotti IL VIDEO

Botti nascosti nella toilette, maxi sequestro

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!