Si addestrava per fare attentati e inneggiava all’Asis: arrestato 18enne marocchino residente a Cerano assieme a un 24enne.

Si addestrava per fare attentati

L’operazione è stata denominata “Jannah” della Digos palermitana e ha toccato da vicino anche il novarese. A finire in manette, infatti, Ossama Ghafir, marocchino di 18 anni residente a Cerano assieme a Giuseppe Frittitta camionista palerminato che viveva in provincia di Monza Brianza.

I fatti

I due erano in possesso di materiale che inneggiava all’Isis e lo divulgavano tramite i social network, nel tempo libero poi si esercitavano su come sabotare i servizi pubblici e studiavano le tecniche dei kamikaze.
Per l’accusa Ghafir è responsabile dei reati di istigazione a delinquere per avere convinto Frittitta a “compiere delitti di terrorismo internazionale inviandogli attraverso strumenti informatici e telematici materiale di propaganda dello Stato Islamico, informazioni relative ai combattimenti in corso in Siria, canti di guerra, video propagandistici e di combattimenti, vessilli e immagini di guerre, e invitandolo ripetutamente ad addestrarsi per recarsi a combattere nei territori occupati dallo Stato Islamico”. Il suo fermo è stato eseguito nella provincia di Novara dagli agenti della Digos palermitana, con l’ausilio dei colleghi piemontesi.

Leggi anche:  Pugno in faccia al militare intervenuto nella lite

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!