«Per fortuna nessuno si è fatto male». Così commenta Franco Cuteri, residente con la moglie nelle case Atc di via Foglizzo 18 a Settimo, dopo che la scorsa settimana la porta di casa sua si è letteralmente staccata dai cardini, rischiando di cadergli in testa.

Si «stacca» la porta di casa

«Per fortuna nessuno si è fatto male». Così commenta Franco Cuteri, residente con la moglie nelle case Atc di via Foglizzo 18 a Settimo, dopo che la scorsa settimana la porta di casa sua si è letteralmente staccata dai cardini, rischiando di cadergli in testa.
«Quando siamo entrati in questo alloggio naturalmente ce lo hanno fatto vedere prima – racconta Cuteri -. Abbiamo riscontrato immediatamente diverse anomalie che, al momento di andare all’Atc per il contratto, sono state segnalate. Ci hanno detto che sarebbero venuti dei tecnici ad analizzare la situazione. Ma questo non è mai avvenuto fino allo scorso 14 agosto, giorno che ricordo bene in quanto è caduto il ponte Morandi a Genova. In quell’occasione sono venuti due tecnici che verbalmente ci hanno detto che effettivamente gli infissi vista la loro condizione, sarebbero stati da sostituire. Da allora, però, non abbiamo più avuto nessun altro riscontro. In questi mesi ho mandato più lettere, per spiegare la situazione e comunque tutelarmi».
Aggiunge arrabbiato Cuteri: «La finestrona all’ingresso è rotta in alcuni punti, abbiamo passato un inverno davvero freddo a causa degli spifferi. Ora la porta è caduta. Cosa devo fare? Mi hanno detto che le manutenzioni ordinarie devono esser fatte a carico dell’inquilino. Ebbene posso anche intervenire io, ma poi mi verranno scalate dalla quota di affitto che pago? Ho provato a rivolgermi a più enti, ma purtroppo non ho ricevuto risposte adeguate. Come andiamo avanti?».

Leggi anche:  Spruzza spray urticante sul treno, individuato dalle telecamere

La puntualizzazione di Atc

A proposito della situazione dall’Atc precisano: «La manutenzione e la eventuale sostituzione della porta d’ingresso rientra tra le manutenzioni a carico dell’inquilino. Diverso è per i serramenti esterni, compito dell’inquilino è la manutenzione ordinaria (riparare ad esempio la tapparella o la maniglia rotta) mentre la proprietà, all’interno di una riqualificazione con fondi di manutenzione straordinaria, può provvedere alla sostituzione di tutti i serramenti esterni. La proprietà di via Foglizzo è della Città di Torino e al momento la sostituzione dei serramenti non rientra tra le manutenzioni straordinarie in priorità».
Aggiungono dall’Atc: «Quando c’è un cambio alloggio la famiglia sceglie la nuova sistemazione proposta accettando l’appartamento proposto. Eventuali modifiche successive sono a loro carico. Non ci risulta comunque alcuna segnalazione sulle problematiche che sono state evidenziate». Concludono poi dagli uffici dell’Atc torinese a proposito di possibili eventuali nuove segnalazioni da inviare per evidenziare problemi: «Se ci fossero problemi manutentivi da verificare possono contattare il numero verde 800-301081 o rivolgersi all’amministratore di zona negli orari di sportello sul territorio».

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!