Tassista rapinato nella notte proseguono le indagini.

Tassista rapinato

I carabinieri lo stanno cercando ovunque. Proseguono infatti le indagini dei militari di Settimo per risalire all’autore della rapina ai danni di un tassista avvenuta nei giorni scorsi. L’episodio si è consumato in via Leinì, all’altezza del quartiere di Fornacino. Vittima del colpo un conducente residente a Leinì che, nei giorni scorsi, era arrivato a Settimo per una corsa richiesta da un cliente con una telefonata alla sala radio del servizio Taxi di Torino.

I fatti

Una volta caricato a bordo il cliente il conducente è stato minacciato con un oggetto affilato, forse un coltello, che il malvivente gli ha puntato tra il collo e l’orecchio. Il tassista è quindi immediatamente sceso dall’auto per scappare a piedi e chiedere aiuto. Nel frattempo, però, il rapinatore era già balzato al posto guida e si era allontanato a bordo dell’auto bianca, scappando verso Torino. Il conducente rapinato, intanto, è stato soccorso e medicato. E’ rimasto infatti lievemente ferito dall’oggetto affilato. I medici hanno previsto 6 giorni di prognosi per il taglio riportato all’altezza dell’orecchio.

Leggi anche:  Stavano smontando le ruote di un’auto: arrestati

Ritrovato il taxi

Grazie alla segnalazione che il conducente ha inoltrato subito ai carabinieri e ai colleghi conducenti, l’auto bianca è stata ritrovata poco dopo in via Porpora, a Torino. E’ qui che il rapinatore l’ha abbandonata nel corso della sua fuga, facendo perdere le sue tracce. All’interno dell’abitacolo i carabinieri hanno ritrovato due coltelli da cucina, uno dei quali probabilmente usato per minacciare il tassista rapinato. Continuano le indagini per dare un volto e un nome al malvivente entrato in azione a Settimo.