Tentato femminicidio di Vercelli, ora D’Uonno si difende e nega di aver dato fuoco all’auto di Simona Rocca con lei all’interno, con l’intenzione di uccidere la donna. Come riporta http://notizioggivercelli

Tentato femminicidio di Vercelli

Dopo che ha dato fuoco alla sua auto, adesso Mario D’Uonno si difende e nega di aver avuto intenzione di uccidere Simona Rocca.
«Volevo solo spaventarla, non avevo intenzione di ucciderla. L’ho vista per caso, ho speronato la sua auto perché ero arrabbiato e volevo chiarimenti. L’incendio è stato un incidente». E’ questa la linea difensiva che Mario D’Uonno e il suo legale oppongono all’accusa di tentato omicidio.

I fatti

Lunedì mattina l’uomo in auto era andato addosso alla vettura di Simona. Poi, visto che lei non voleva uscire a chiarire la situazione (l’aveva denunciato tre volte per stalking), ha vuotato un bidone di benzina sulla vettura di lei, e ha dato fuoco con un accendino.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Leggi anche:  Infortunio sul lavoro: operaio al Cto

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!