Il sindaco Emilio Longo ha chiesto un intervento di Città Metropolitana sulla pericolante provinciale 97: «Mi hanno detto che non ci sono fondi»

Torna a franare la provinciale 97

«In quel punto sono almeno dieci anni che non vengono fatti interventi, il guard rail continua a franare». Il sindaco di Cinzano Emilio Longo torna a sollevare l’attenzione sullo stato di degrado in cui si trova la provinciale 97, strada fondamentale per il paese, perché di collegamento con Gassino e gli altri Comuni limitrofi.

“Non ci sono fondi”

«Tra le prime cose che ho fatto dopo essere stato eletto sindaco a maggio- puntualizza – c’è stata quella di scrivere alla Città Metropolitana, per tornare a porre in primo piano il problema della strada. Purtroppo le risposte che ho ricevuto per il momento sono assolutamente interlocutorie, nel senso che da parte di Città Metropolitana sembrerebbe non esserci la disponibilità di carattere economico per poter effettuare o prevedere degli interventi. Eppure ci sono dei tratti in cui il deterioramento dell’asfalto è evidente, nonostante la precedente Amministrazione abbia in più occasioni ed insistentemente contattato e scritto a Città Metropolitana».

Leggi anche:  In fiamme il tetto della Cavallerizza Reale a Torino | FOTO

Uno snodo essenziale per il territorio

Prosegue ancora il primo cittadino cinzanese, pronto, dunque, a dare battaglia con la sua Giunta: «Mi auguro davvero che il prima possibile possano prendere in considerazione le nostre richieste. Da parte nostra, come Amministrazione, faremo di tutto per scongiurarlo. La provinciale 97 rappresenta per il nostro territorio uno snodo essenziale. Tanti sono stati i problemi che i nostri cittadini hanno dovuto subire quando la strada è stata chiusa a causa della frana. La viabilità per un Comune come il nostro rappresenta senza ombra di dubbio una priorità ed il nostro compito come amministratori locali, deve essere quello di poter garantire anche la sicurezza degli automobilisti che transitano sul nostro territorio».