Truffano anziani, tre persone finiscono nei guai: arrestate dai Carabinieri di Venaria.

Truffano anziani

Tre persone arrestate dai Carabinieri di Venaria. Sono state ritenute  responsabili di furti in abitazione, con l’aggravante di aver agito con mezzi fraudolenti. I reati sarebbero avvenuti tra i mesi di febbraio e marzo, in tutta la provincia di Torino.  Gli arrestati sono Adamo Massa, 30 anni, residente a Torino nel campo nomadi di corso Unione Sovietica, Loran Riviera, 28 anni, domiciliato a Volvera, e Angelo Riviera, 46 anni, domiciliato a Volvera, tutti con precedenti di polizia.

I furti

L’attività investigativa è stata, quindi,  coordinata dalla Procura della Repubblica di Torino. L’attenzione degli inquirenti si è focalizzata  sui numerosi furti in abitazione ai danni di persone anziane. I tre si presentavano a casa delle loro “vittime”.  Dopo  averle raggirate, dicendo che dai rubinetti dell’acqua fuoriusciva del gas, le  convincevano  a riporre dentro il frigo, per evitare di essere danneggiati, gioielli e contanti, per poi darsi alla fuga unitamente ad un complice che fungeva da palo.

Leggi anche:  Truffa dei biglietti: niente concerto di Jovanotti

Le indagini

Durante l’indagine sono già stati eseguiti due arresti in flagranza, recuperata refurtiva, tra gioielli e contanti, del valore di 25.000 euro. Inoltre è stato recuperato materiale per il travestimento, come casacche catarifrangenti e parrucche, una Fiat 500 e una moto Yamaha T Max. A questi, infatti,  i truffatori avevano applicato dispositivi sonori e luminosi simili  a quelli in dotazione alle forze di polizia. Sono stati accertati 9 furti in abitazione. Già lo scorso 30 marzo, dunque,  i Carabinieri di Venaria  avevano individuato un garage a Orbassano utilizzato da due truffatori seriali di anziani come una sorta di camerino per indossare i costumi di scena per le truffe e i furti  da realizzare giorno per giorno.