Arriva anche a Settimo la manifestazione pacifica organizzata in occasione del quarto sciopero globale indetto in difesa dell’ambiente

Tutto pronto per il corteo settimese Fridays for Future

«Il gruppo Fridays for Future Settimo – spiegano i ragazzi del comitato ambientalista – ha deciso di portare il quarto “Global Strike” nella propria città. Abbiamo voluto portare il movimento in periferia perché abitare fuori Torino non ci rende esenti dagli stravolgimenti climatici e dai danni ambientali causati dall’inquinamento che colpiranno tutta la pianura Padana». E così, dopo i presidi organizzati (proprio come Greta Thumberg) ogni venerdì ai piedi del Municipio, grazie anche alla collaborazione del comitato locale di Legambiente, i ragazzi hanno organizzato dei veri e propri banchetti informativi e di sensibilizzazione nel centro storico settimese. «I valori di Fridays for Future – continuano – sono pochi ma fondamentali: non violenza, apartiticità e disobbedienza civile. Puntiamo a ottenere una rivoluzione permanente». Così come poche ma chiare e nette sono le rivendicazioni del gruppo.

Il percorso del corteo

Da piazza degli Alpini (nei pressi della stazione ferroviaria) fino al Parco De Gasperi. E’ lungo il percorso che i ragazzi di Fridays for Future hanno preventivato di percorrere a piedi il prossimo venerdì 29 in occasione del quarto sciopero globale indetto in difesa dell’ambiente. Al termine del corteo che attraverserà tutto il centro storico settimese fino ad arrivare al Parco Alcide De Gasperi, si procederà alla piantumazione di un albero, un messaggio eclatante per il gruppo di giovani ambientalisti che nelle ultime settimane sono riusciti a coinvolgere nell’iniziativa una lunga serie di “attori” settimesi. Come, oltre al gruppo di Legambiente Settimo, i volontari di VisPo, i Quokkattivi, i Giovani Resistenti, la Ri-Ciclistica Settimese, le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil e l’Associazione culturale Due Fiumi.

Leggi anche:  Slot illegali sequestrate camuffate da apparecchi contro la ludopatia

Le rivendicazioni del gruppo

«Vogliamo giustizia climatica, chiediamo ai nostri governi di intervenire ora, chiediamo soluzioni concrete per il cambiamento climatico – e, ancora -. Basta negazionismo, basta indifferenza, i giorni sono contati, questa è un’emergenza. Dall’era preindustriale la temperatura media della Terra è aumentata di un grado e il 97% degli scienziati di tutto il mondo è concorde nel dire che il cambiamento climatico trova la sua maggior causa nelle attività dell’uomo. Questo continuo aumento sta portando allo scioglimento di ghiacciai importanti. Conseguenza diretta è l’innalzamento degli oceani. I fenomeni atmosferici estremi a cui stiamo assistendo negli ultimi anni trovano un riscontro nel cambiamento climatico e la loro frequenza può solo andare ad aumentare. In Italia, infatti, dal 2019, si sono verificati più di 1500 eventi atmosferici eccezionali, i più recenti a Venezia e Matera». Per questo per i ragazzi di Fridays for Future è indispensabile partecipare alla manifestazione settimese del 29. L’appuntamento è alle 9,30 per l’inizio del corteo.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!