Alberto Pastore nella notte fra domenica 25 e lunedì 26 ha accoltellato uccidendolo il suo migliore amico, poi confessa sui social l’assassinio.

Confessa sui social l’omicidio

Un post su Facebook subito dopo l’omicidio e poco prima di essere arrestato dai carabinieri. Come riportano i colleghi di Novara Netweek, Alberto Pastore, classe 1996, dopo una lite, pare per questioni di cuore, ha ucciso l’amico Yoan Leonardi sulla strada che da Comignago porta a Borgo Ticino, nel novarese.

Il movente

Alberto Pastore, nel video, parla di “intromissioni”: sembra che Yoan gli abbia fatto qualcosa che potrebbe essere legato alla sfera sentimentale ma non scende nel dettaglio.

E’ freddo e lucido. Ha appena commesso un omicidio e sta probabilmente andando verso la A26 dove poi i carabinieri lo raggiungeranno per arrestarlo.

Le sue parole

“A me dispiace per Yoan. Non so se lui ci sarà più, il mio obiettivo era quello di far vedere alla gente che per amore non bisogna mai intromettersi nelle faccende altrui. E’ meglio pensare a se stessi. Non intromettersi nelle relazioni altrui e farsi la propria vita. Quello che ha fatto Yoan è tutto sbagliato”.

Leggi anche:  Auto travolta dal treno, una persona ferita