E’ l’infarto la causa probabile del decesso di un uomo di 42 anni che si era recato in ospedale per la ferita ad una mano. Il tragico episodio è accaduto all’ospedale di Ponderano. Come riporta La Provincia di Biella.

Muore d’infarto

Sarebbe stato un infarto a uccidere H. D., 42 anni. Morto ieri, sabato 13 luglio, al Pronto soccorso dell’ospedale di Ponderano. L’uomo, che era stato assunto da poche settimane in un’azienda di Chiavazza, stava lavorando quando si sarebbe ferito lievemente alla mano. Un semplice taglio che comunque ha richiesto l’intervento dell’ambulanza del 118.

In ospedale

L’operaio è stato trasportato in Pronto soccorso in codice verde, l’uomo si è sentito male durante il tragitto e una volta arrivato all’ospedale è andato in arresto cardiaco. Inutili i tentativi dei sanitari di rianimarlo. Il 42enne è morto poco dopo.  In Pronto soccorso sono quindi arrivati gli ispettori dello Spresal e del decesso è stata informata la Procura. Il pm Sarah Cacciaguerra, non ha ancora disposto né l’autopsia né il sequestro delle cartelle cliniche. Probabile che una decisione a riguardo venga presa domani, lunedì 15 luglio.

Leggi anche:  Ladri di biciclette sfortunati finiscono in manette

La corsa in ospedale non faceva di certo presagire un simile epilogo. Infatti, la ferita non era grave e le condizioni dell’uomo erano buone, ma qualcosa è repentinamente mutato sino a portare al decesso dell’operaio di 42 anni. Si tratta davvero di una vicenda che ha quasi dell’incredibile e adesso non resta il dolore e lo sconcerto dei familiari e amici della vittima.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!