Vetrine sfondate e minacce sui muri: il progetto del Dega Urban Lab sembra essere nato sotto una cattiva stella. Dopo la caldaia, ora sono gli atti vandalici a rallentare la realizzazione del progetto promosso dal Tavolo Giovani Settimese.

Vetrine sfondate e minacce sui muri

Nella giornata di domenica, i ragazzi  si sono recati al locale nel cuore del Parco De Gasperi per continuare i lavori di imbiancatura e hanno trovato una vetrata in terra, abbattuta dall’esterno. Un atto vandalico a tutti gli effetti che risulta essere il culmine di un “sabotaggio” iniziato una settimana prima. Le vetrate del locale sono state infatti forzate ed è stata rubata una cassa con impianto audio integrato. Oltre al furto e all’effrazione, sul muro principale del “Dega” è stata ritrovata una scritta, fatta con un pennarello rosso, che recita: «Fate meglio a uscire».

Leggi anche: Atti vandalici durante la prima serata di festa di leva

Atti vandalici

Il locale è stato vittima di numerosi atti vandalici precedentemente alla gestione del Tavolo Giovani, e da anni, infatti, la struttura del parco De Gasperi si trova in stato di abbandono. Sono varie le scritte che si possono trovare sui muri dell’edificio che lasciano intendere che quegli spazi sono utilizzati come luogo di ritrovo da qualche incivile, giovani e giovanissimi a giudicare dalle scritte. Che siano gli stessi ragazzi ad aver preso di mira il progetto dell’Urban Lab?

Il Tavolo Giovani

«Il fatto che di notte ci siano persone che per divertirsi distruggono beni pubblici per il solo gusto di farlo è uno dei motivi che ci ha spinto a scrivere questo progetto – afferma Irene Galletti, presidente del Tavolo Giovani e responsabile del progetto -. Crediamo che l’abitudine alla cura del bene comune possa essere una soluzione e speriamo di poterne essere un esempio. Ci vorrà del tempo ma non ci faremo fermare».
Amareggiata e al tempo stesso determinata a sostenere l’attività dei ragazzi è l’assessora alle Politiche giovanili, Natascia Molino. «Sono molto arrabbiata per quanto accaduto – commenta -. I volontari del Tavolo Giovani stanno sistemando quella struttura a loro spese e da soli, spazi che per anni sono stati abbandonati e che necessitano di una riqualificazione. Ogni anno il Comune spende somme per risistemare quei locali in occasione, principalmente, delle feste che i partiti organizzano durante l’estate al parco. Soldi buttati perché gli atti vandalici continuano. Con il Tavolo Giovani invece si vuole far vivere quel posto e noi Ente pubblico abbiamo il dovere di sostenere e tutelare quei ragazzi. Porterò la questione in Giunta e  chiederò vengano prese misure per prevenire nuovi episodi di vandalismo, telecamere e antifurti collegati alla caserma dei Carabinieri, ad esempio».
LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Leggi anche:  Imbocca l’incrocio contromano: aveva bevuto

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!