Vigili del fuoco morti a Alessandria, i carabinieri di Alessandria hanno fermato il proprietario di casa con l’accusa di disastro doloso, omicidio plurimo e lesioni volontarie.

Vigili del fuoco morti a Alessandria

I carabinieri di Alessandria hanno fermato Giovanni Vincenti, proprietario della casa esplosa a Quargnento la notte tra lunedì 4 e martedì 5 novembre. Le accuse a suo carico sono di disastro doloso, omicidio plurimo e lesioni volontarie.

Il movente

Giovanni Vincenti è un imprenditore di 55 anni, da pochi anni era titolare di un sito web per l’organizzazione di viaggi. L’ipotesi è che l’uomo abbia tentato di frodare l’assicurazione per sanare i debiti dei quali già dai primi interrogatori avrebbe riferito ai carabinieri, facendo esplodere quella casa in vendita da tempo e che non riusciva a cedere. In passato Vincenti era stato proprietario di un maneggio poco distante dalla casa esplosa, attività già venduta da alcuni anni.

Maggiori dettagli sul sito dei colleghi del Giornale di Alessandria