Alan Brunetta e la colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey. Da ieri, venerdì 21 settembre, è disponibile la traccia del  film rivelazione della scorsa stagione.

La colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey

È disponibile dal 21 settembre la colonna sonora originale di Ulysses: a dark odyssey. Uno dei film rivelazione della scorsa stagione. Una produzione tutta italiana ma girata in inglese, con un cast d’eccezione (Danny Glover, Udo Kier e Skin, fra gli altri). Le musiche sono firmate dal compositore di San Mauro Torinese Alan Brunetta. Lui fa già parte del collettivo Lastanzadigreta (vincitore nel 2017 della Targa Tenco per la Miglior Opera prima, principale riconoscimento per la canzone d’autore in Italia). Al suo fianco l’elettronica di Yellows (alias Alex Stirner e Giorgio Alloatti), per la produzione di Dario Mecca Aleina (Attimo Recording).

Il brano

La colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey è un viaggio nell’universo cupo e distopico del film di Federico Alotto. Tra feedback di chitarra e cavalcate post rock, elettronica distorta, tappeti di sintetizzatori e occasionali aperture acustiche. Un vero concept album intorno al film, più che una semplice colonna sonora. Completato dalle canzoni originali “Somewhere There Is a Place”, con testo di Fernando Budanoe “Sunrise Is Failing As I Rise”, con testo di Umberto Poli.

Le parole dell’artista

«Si tratta di un lavoro durato molti mesi, partito dallo script – che ha ispirato le prime musiche – fino alla sincronizzazione» spiega Brunetta. «Ho lavorato con più set di strumenti allestiti contemporaneamente in studio, suonando dal vivo sulle immagini e passando da una postazione all’altra per catturare le impressioni del film. Il modello principale di sound che ho cercato è quello di Nick Cave e Warren Ellis: il loro lavoro sulle colonne sonore, da The Roada The Assassination of Jesse Jamesè stato di grande ispirazione, e mi è parso perfettamente funzionale per le atmosfere cupe, dark, del film. Volevo uscire dal solito cliché orchestrale delle colonne sonore: ai pieni degli archi e degli ottoni ho sostituito i sintetizzatori, i pad elettronici, i feedback delle chitarre…».

Il disco

Fra gli ospiti del disco dunque le voci di Annina Forlonie Paolo Cipriano(Supershock). Le chitarre di Leonardo Laviano(Lastanzadigreta) e i didjeridoo di Flavio Rubatto (Lastanzadigreta).

Leggi anche:  Un Natale Magico, domani si accende la festa in città

Chi è Brunetta?

Dunque Alan Brunetta(1985) è musicista, compositore e didatta. Nel 2005 si diploma in percussioni presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino, studiando con Riccardo Balbinutti e perfezionandosi con Furio Chirico. Nel 2013 compone e produce la colonna sonora di The Repairman, film “spiazzante e poco convenzionale, uno degli esordi italiani più interessanti degli ultimi anni”, primo lungometraggio del regista Paolo Mitton acclamato in numerosi festival in tutto il mondo. Dal 2005 al 2015, infatti, collabora attivamente con il gruppo torinese Supershockpartecipand o alla sonorizzazione di importanti capolavori dell’espressionismo tedesco quali Nosferatudi F.W.Murnau, Der Golemdi Paul Wegener e Metropolisdi F. Lang.
Nel 2009 fonda il collettivo Lastanzadigreta, progetto di canzone d’autore eccentrica, con il quale (grazie al disco Creature selvagge) si aggiudica nel 2017 la Targa Tencoper la Migliore Opera Prima, assegnata da una giuria di oltre cento giornalisti musicali specializzati.
È inoltre presidente dell’associazione culturale altreArti, con la quale – attraverso il progetto JAM Sound School – si occupa di didattica musicale.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA