EdicolArte: la nuova alba di Aurora. Il caso del chiosco di via Cuneo, coinvolto anche in un incendio doloso, sarà oggetto di una conferenza sulla rigenerazione urbana.

EdicolArte: la nuova alba di Aurora

Nell’ambito delle iniziative promosse dal Programma “Torino Città Accessibile 2018” il Comune di Torino, La Circoscrizione 7 e Hulahoop Gallery Roma – Torino hanno organizzato l’incontro: “EdicolArte Oltre Museo – La nuova alba di Aurora –
Azioni Culturali, artistiche, creative… e non solo per la rigenerazione dell’area di via Cuneo”. L’appuntamento è per venerdì mattina, alle 9, presso la sala conferenze della Biblioteca Italo Calvino di Lungo Dora Agrigento 94.

Tanti artisti al piccolo chiosco

EdicolArte ben si inserisce in altre iniziative artistico culturali che sono attive sul territorio, tra cui le opere realizzate presso il condominio di via Cuneo 5 bis, nate dall’incontro tra Alessandro Bulgini, artista, e Andrea Quarello, architetto e amministratore condominiale. Inoltre, il quartiere ha sempre visto la presenza di tante associazioni che ormai
da anni lavorano sul campo. Ma gli artisti che hanno partecipato alle realizzazioni di EdicolArte sono tanti, tra cui Luj Vacchino, al Sabrina Pantano, la video maker Francesca Corso, e ancora Nilde Mastrosimone de Troyli e l’artista Chiara Lu.

Un progetto di coinvolgimento sociale

E’ proprio la curatrice Rosy Togaci  a sottolineare l’importanza della realizzazione, mettendo in risalto la pluralità dei suoi realizzatori e il coinvolgimento dei cittadini:

“Abbiamo individuato una vecchia edicola abbandonata e ne abbiamo fatto creativamente un simbolo artistico culturale. L’idea parte dalla creazione di un’opera che cambia davanti agli occhi della gente, per dimostrare, attraverso un’azione costante nel tempo, che anche in zone difficili possono nascere cose belle. Un’edicola
abbandonata viene allestita e modificata ogni sabato, diventando un punto di aggregazione per i cittadini ed un luogo di riferimento per gli amanti dell’arte contemporanea. EdicolArte vuole andare oltre, poiché l’idea è quella di aprire all’arte tutto il quartiere e ai suoi abitanti, creando una sinergia culturale viva e creativa, anche attraverso l’allestimento di un museo a cielo aperto. In questo luogo artisti italiani e stranieri potranno creare attraverso le loro opere una proiezione del quartiere Aurora a livello europeo”.

La Circoscrizione 7

Un progetto importante anche per la Circoscrizione che, attraverso il suo presidente, Luca Deri, commenta:

Leggi anche:  Sapori d'Autunno, l'appuntamento della domenica

“Il progetto EdicolArte si declina in tre grandi significati: quello artistico: come avvio di un percorso che pone l’arte non come territorio a parte ma come parte del territorio. È lo stesso territorio che si fa arte, sono gli stessi cittadini che aiutano gli artisti nello loro realizzazioni. È il territorio che si eleva a museo, anche portando le proprie rappresentazioni nei musei; quello simbolico: come opera che racconta la storia di un territorio rappresentando una sintesi immediata tra passato, presente e soprattutto futuro; quello sociale, culturale, economico: come avanguardia della rinascita di un quartiere, Aurora, che non vuole rassegnarsi al lento declino del postindustriale, ma che vuole ancora testardamente vivere da protagonista il proprio tempo e che orgogliosamente rappresenta la propria storia e vuole contribuire a costruire il proprio futuro. L’edicolArte si inserisce all’interno di un sistema culturale territoriale all’interno del quale ha il proprio centro nell’area adiacente via Cuneo in cui diversi artisti hanno sperimentato nuove forme di riqualificazione socio-culturale”.