Riapre la Biblioteca Rita Atria: l’inaugurazione. Il polo culturale era chiuso ormai da mesi a causa di allagamenti.

Riapre la Biblioteca

Riapre la biblioteca Rita Adria. Quello che era e tornerà presto ad essere un vero e proprio gioiellino culturale in strada San Mauro ha purtroppo vissuto una serie di peripezie negli ultimi mesi. Allagamenti che hanno determinato la chiusura della struttura: problemi che ora, al termine dei lavori, sono stati completamente risolti.

La vicenda

Ad aprile e in estate un doppio allagamento causato dalle perdite del bagno della vicina scuola Martiri del Martinetto aveva portato alla chiusura della biblioteca, un importante centro di aggregazione e di diffusione di cultura per i quartieri di Barca e Bertolla. L’allagamento già ad aprile aveva interessato sia l’impianto elettrico sia quello antincendio della struttura, rendendola di fatto inaccessibile. Dopo le copiose perdite d’acqua, è stato immediato l’intervento per salvare i documenti, i libri e le attrezzature della biblioteca, che tuttavia è rimasta chiusa per settimane, privando il quartiere di un’importante risorsa. Lo stesso problema si era verificato questa estate, con la stessa dinamica. Ora, finalmente il guasto è stato riparato.

L’apertura al pubblico

Lunedì 8 ottobre è prevista la riapertura della Rita Adria, mentre il 15 è in programma l’inaugurazione.  Un giorno speciale, in cui interverrà anche il pittore Luigi Forchini, artista di Bertolla, che realizzerà una mostra per celebrare l’evento.

Leggi anche:  Cinghiale provoca incidente e poi scappa

La soddisfazione dalla Circoscrizione 6

Entusiasti gli amministratori della Sesta Circoscrizione che hanno seguito passo a passo l’iter che ha interessato la biblioteca di strada San Mauro.

«Siamo molto contenti di riaprire una struttura molto importante per Barca e Bertolla – ha commentato Isabella Martelli, coordinatrice alla Cultura in Sesta circoscrizione -. I lavori sono stati completati quasi in contemporanea con la riapertura delle scuole. Ma ciò che è conta è che il quartiere ritornerà presto ad avere a disposizione un fondamentale centro di aggregazione e di cultura. I problemi relativi agli allagamenti sono stati risolti: ora aspettiamo la riapertura e l’inaugurazione della struttura».

Anche Carlotta Salerno, presidente di Sesta, evidenzia l’importanza della struttura:

“Siamo estremamente contenti che la biblioteca torni ai cittadini: un fondamentale presidio aggregativo, culturale e di comunità del quartiere. Gli abitanti ne sentivano la mancanza e questo ci ha fatto capire quanto questa struttura fosse importante. Nella negatività della situazione c’è stato se vogliamo un risvolto positivo: l’importanza che ha la biblioteca per gli abitanti ci fa capire quanto dobbiamo curarla e quando debba essere al centro delle nostre attenzioni, come cittadini e come amministratori”.