Crisi Embraco domani, giovedì 8 febbraio, vertice a Torino con il Ministro Calenda.

Crisi Embraco

Continua ad essere al centro dell’attenzione dell’interno mondo politico la crisi dell’Embraco di Riva di Chieri, dove 497 dipendenti stanno per perdere il loro posto di lavoro. Anche la nostra zona è coinvolta in maniera diretta. Molti dei lavoratori, infatti, risiedono in diversi Comuni dell’area collinare.

Nuova Manifestazione

Nella giornata di domani, giovedì 8 febbraio, dunque, a Torino è previsto, in piazza Castello, un nuovo presidio da parte dei lavoratori, in occasione dell’incontro che coinvolgerà in maniera diretta anche il Ministro dello Sviluppo Economico Calenda. La priorità da parte delle Istituzioni è quella di  mettere in campo tutti gli strumenti necessario per la tutela dei dipendenti stessi. Sono tante le manifestazioni che, sino ad oggi, hanno posto la questione al centro dell’attenzione. L’auspicio è che ci sia uno sblocco della situazione.

Il coinvolgimento del territorio

Come detto il territorio della nostra zona è toccato in maniera diretta dalla crisi dell’azienda di Riva. E  alcune delle Amministrazioni comunali si stanno muovendo con testimonianze di solidarietà nei confronti dei lavoratori stessi. Tra queste, Settimo. Alcune settimane fa, infatti, lo stesso sindaco Fabrizio Puppo ha accolto in sala Giunta alcuni dei lavoratori Embraco residenti in città sottolineando il sostegno del Comune.

Leggi anche:  Apre iN's, nuovi posti di lavoro