Si parla tanto di reddito di cittadinanza e di quali sono i requisiti per richiederlo. Tutto parte dal calcolo del reddito di una persona o di un nucleo familiare, ovvero dal modello ISEE. Ma quali sono i documenti che il nucleo familiare è tenuto a presentare? Come compilare, quindi, la Dichiarazione Sostitutiva Unica e ottenere il rilascio dell’attestazione ISEE? Ce lo ha spiegato la Geometra Arzente Roberta, professionista di Settimo Torinese (TO) esperta in materia.

Modello Isee, cos’è e a cosa serve

Il modello ISEE è un documento che certifica il reddito di un soggetto fiscale o di un nucleo familiare. La sua presentazione è indispensabile al fine di richiedere sconti, agevolazioni e prestazioni di sostegno al reddito di vario genere. Ad esempio è necessario presentare il modello ISEE per richiedere:

  • reddito di cittadinanza
  • carta famiglia
  • esenzione dalle tasse universitarie
  • riduzione tassa rifiuti
  • assegno di maternità
  • bonus bebè
  • contributo affitto
  • bonus energia, gas e acqua
  • carta REI

Come si calcola l’ISEE

Ai fini del calcolo di questo particolare indicatore della situazione economica vengono presi in esame i redditi da lavoro relativi ai due anni precedenti la dichiarazione. Quindi nel caso dell’ISEE 2019, è necessario presentare i redditi 2017. Rientrano nel calcolo anche i beni mobiliari e immobiliari detenuti al 31 dicembre dell’anno precedente a quello della dichiarazione. Quindi per l’ISEE 2019 si fa riferimento a tutti i beni relativi al 31 dicembre 2018.

I documenti utili per richiedere il modello ISEE

Nello specifico, ecco l’elenco dei documenti da dover esibire al commercialista o all’interno dei Caf al momento della richiesta di un modello ISEE:

  • documento d’identità del dichiarante
  • codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare
  • visura catastale dell’immobile, atto di compravendita o di successione (nel caso di immobili di proprietà)
  • contratto di locazione (nel caso di richiedenti in affitto)
  • ultima fattura del canone (per gli assegnatari di alloggi pubblici)
  • dichiarazione dei redditi (modello 730 o Unico)
  • certificazione unica (ex Cud) rilasciata dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico
  • certificazione/dichiarazione di redditi prodotti all’estero
  • certificazione di trattamenti assistenziali (indennità, trattamenti non soggetti all’IRPEF, contributi, rendite, borse di studio)
  • dichiarazione IRAP (per gli imprenditori agricoli)
  • assegni di mantenimento per il coniuge o i figli
  • buoni postali, titoli di stato, partecipazioni azionarie, obbligazioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento e forme assicurative di risparmio
  • saldo e giacenza media di conti correnti e carte al 31 dicembre dell’anno precedente la dichiarazione (per l’ISEE 2019, quindi, riferiti al 31 dicembre 2018)
  • certificazioni della quota residua dei mutui
  • documenti relativi a polizze assicurative sulla vita (contratto e premio)
  • documenti relativi al possesso di veicoli e imbarcazioni da diporto (la targa dell’auto e della moto solo se di cilindrata superiore a 500 cc)

Se il richiedente è portatore di handicap

Nel caso in cui il richiedente sia un soggetto portatore di handicap c’è anche una documentazione aggiuntiva da presentare:

  • certificazione dell’handicap con il numero del documento e la data di rilascio
  • retta pagata per il ricovero in strutture residenziali
    spese per l’assistenza personale (come ad esempio una eventuale badante)
Leggi anche:  Esame Maturità 2019: esempi tracce prove scritte

Modello ISEE: validità, scadenza e rinnovo

Per quanto riguarda scadenza e rinnovo, l’attestazione ISEE ha validità annuale, anche se la sua scadenza effettiva è sempre il 15 gennaio dell’anno successivo a quello della richiesta.

Reddito di cittadinanza, i requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno

Il richiedente deve essere cittadino maggiorenne italiano o dell’Unione Europea, oppure, suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. È, inoltre, necessario essere residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo.

Reddito di cittadinanza, i requisiti economici

Il nucleo familiare deve essere in possesso di un valore ISEE inferiore a 9.360 euro. Il valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non deve essere superiore a 30.000 euro. Quello del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, incrementato in base al numero dei componenti della famiglia (fino a 10.000 euro), alla presenza di più figli (1.000 euro in più per ogni figlio
oltre il secondo) o di componenti con disabilità (5.000 euro in più per ogni componente con disabilità). Il valore del reddito familiare deve essere inferiore a 6.000 euro annui, moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente maggiorenne e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1). Tale soglia è aumentata a 7.560 euro ai fini dell’accesso alla Pensione di cittadinanza. Se il nucleo familiare risiede in un’abitazione in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro.

Reddito di cittadinanza, altri requisiti

Per accedere alla misura è inoltre necessario che nessun componente del nucleo familiare possieda autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta. Oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc e motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti. Sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità. Non bisogna possedere inoltre navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

L’assegno non verrà erogato ai nuclei familiari che hanno fra i loro componenti soggetti disoccupati a seguito di dimissioni volontarie nei dodici mesi successivi alla data delle dimissioni, fatte salve le dimissioni per giusta causa.

A chi rivolgersi per ISEE e reddito di cittadinanza

Per maggiori informazioni e per il rilascio del modello ISEE è possibile contattare Arzente geom. Roberta al numero 347-3016869 o via mail roberta.arzente@gmail.com