La Nuova Periferia https://nuovaperiferia.it Sat, 22 Sep 2018 14:09:55 +0000 it-IT hourly 1 Alan Brunetta e la colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey IL VIDEO https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/alan-brunetta-ulysses-a-dark-odyssey/ https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/alan-brunetta-ulysses-a-dark-odyssey/#respond Sat, 22 Sep 2018 14:05:45 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41994 Alan Brunetta e la colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey. Da ieri, venerdì 21 settembre, è disponibile la traccia del  film rivelazione della scorsa stagione. La colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey È disponibile dal 21 settembre la colonna sonora originale di Ulysses: a dark odyssey. Uno dei film rivelazione della scorsa stagione. […]

Continua la lettura di Alan Brunetta e la colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey IL VIDEO su La Nuova Periferia.

]]>
Alan Brunetta e la colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey. Da ieri, venerdì 21 settembre, è disponibile la traccia del  film rivelazione della scorsa stagione.

La colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey

È disponibile dal 21 settembre la colonna sonora originale di Ulysses: a dark odyssey. Uno dei film rivelazione della scorsa stagione. Una produzione tutta italiana ma girata in inglese, con un cast d’eccezione (Danny Glover, Udo Kier e Skin, fra gli altri). Le musiche sono firmate dal compositore di San Mauro Torinese Alan Brunetta. Lui fa già parte del collettivo Lastanzadigreta (vincitore nel 2017 della Targa Tenco per la Miglior Opera prima, principale riconoscimento per la canzone d’autore in Italia). Al suo fianco l’elettronica di Yellows (alias Alex Stirner e Giorgio Alloatti), per la produzione di Dario Mecca Aleina (Attimo Recording).

Il brano

La colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey è un viaggio nell’universo cupo e distopico del film di Federico Alotto. Tra feedback di chitarra e cavalcate post rock, elettronica distorta, tappeti di sintetizzatori e occasionali aperture acustiche. Un vero concept album intorno al film, più che una semplice colonna sonora. Completato dalle canzoni originali “Somewhere There Is a Place”, con testo di Fernando Budanoe “Sunrise Is Failing As I Rise”, con testo di Umberto Poli.

Le parole dell’artista

«Si tratta di un lavoro durato molti mesi, partito dallo script – che ha ispirato le prime musiche – fino alla sincronizzazione» spiega Brunetta. «Ho lavorato con più set di strumenti allestiti contemporaneamente in studio, suonando dal vivo sulle immagini e passando da una postazione all’altra per catturare le impressioni del film. Il modello principale di sound che ho cercato è quello di Nick Cave e Warren Ellis: il loro lavoro sulle colonne sonore, da The Roada The Assassination of Jesse Jamesè stato di grande ispirazione, e mi è parso perfettamente funzionale per le atmosfere cupe, dark, del film. Volevo uscire dal solito cliché orchestrale delle colonne sonore: ai pieni degli archi e degli ottoni ho sostituito i sintetizzatori, i pad elettronici, i feedback delle chitarre…».

Il disco

Fra gli ospiti del disco dunque le voci di Annina Forlonie Paolo Cipriano(Supershock). Le chitarre di Leonardo Laviano(Lastanzadigreta) e i didjeridoo di Flavio Rubatto (Lastanzadigreta).

Chi è Brunetta?

Dunque Alan Brunetta(1985) è musicista, compositore e didatta. Nel 2005 si diploma in percussioni presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino, studiando con Riccardo Balbinutti e perfezionandosi con Furio Chirico. Nel 2013 compone e produce la colonna sonora di The Repairman, film “spiazzante e poco convenzionale, uno degli esordi italiani più interessanti degli ultimi anni”, primo lungometraggio del regista Paolo Mitton acclamato in numerosi festival in tutto il mondo. Dal 2005 al 2015, infatti, collabora attivamente con il gruppo torinese Supershockpartecipand o alla sonorizzazione di importanti capolavori dell’espressionismo tedesco quali Nosferatudi F.W.Murnau, Der Golemdi Paul Wegener e Metropolisdi F. Lang.
Nel 2009 fonda il collettivo Lastanzadigreta, progetto di canzone d’autore eccentrica, con il quale (grazie al disco Creature selvagge) si aggiudica nel 2017 la Targa Tencoper la Migliore Opera Prima, assegnata da una giuria di oltre cento giornalisti musicali specializzati.
È inoltre presidente dell’associazione culturale altreArti, con la quale – attraverso il progetto JAM Sound School – si occupa di didattica musicale.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Alan Brunetta e la colonna sonora di Ulysses: a dark odyssey IL VIDEO su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/alan-brunetta-ulysses-a-dark-odyssey/feed/ 0
Lancia Delta alla Reggia di Venaria https://nuovaperiferia.it/attualita/lancia-delta-alla-reggia-di-venaria/ https://nuovaperiferia.it/attualita/lancia-delta-alla-reggia-di-venaria/#respond Sat, 22 Sep 2018 13:51:11 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41991 Lancia Delta alla Reggia di Venaria. Esposte le auto che hanno scritto la storia sportiva dal 1987 al 1992, le icone di un made in Italy. Lancia Delta alla Reggia di Venaria Hanno scritto la storia sportiva dal 1987 al 1992. Sono state le icone di un made in Italy che ha esaltato e reso […]

Continua la lettura di Lancia Delta alla Reggia di Venaria su La Nuova Periferia.

]]>
Lancia Delta alla Reggia di Venaria. Esposte le auto che hanno scritto la storia sportiva dal 1987 al 1992, le icone di un made in Italy.

Lancia Delta alla Reggia di Venaria

Hanno scritto la storia sportiva dal 1987 al 1992. Sono state le icone di un made in Italy che ha esaltato e reso fiero il nostro paese. Ancora oggi a distanza di anni, la Lancia Delta rappresenta per gli sportivi e appassionati l’emblema più autentico di un epoca esaltante e difficilmente ripetibile. Le Lancia Delta protagoniste di quel periodo indimenticabile hanno scelto una location quanto mai esclusiva ed elegante per apparire agli occhi degli appassionati. Alla Reggia di Venaria si è infatti svolta con il patrocinio della Città e dell’assessorato alla Cultura e Sport ed eventi la prima edizione di “Le Regine nella Reggia”.

L’esposizione

Un pomeriggio di esposizione statica di questi esemplari conservati in modo perfetto dall’imprenditore inglese Massimiliano Girardo che le ha acquisite recentemente riproponendole con le livree originali e che la grande esperienza di Giovanni ed Elio Baldi provvede a mantenerle sempre in ordine . Dalla Delta 4WD che debutto nel 1987 al Rally di Montecarlo fino ad arrivare alla Integrale Evoluzione del 1992 che concluse l’epopea Lancia a livello ufficiale per dare spazio alla pista con il progetto Alfa Romeo. Quattro esemplari che a Venaria sono state presentate insieme alla Lancia Rally 037 con la quale Hanry Toivonen vinse il Rally di Finlandia nel 1984 e una Lancia Stratos appartenuta a Bobo Cambiaghi. Ognuna di loro conserva intatta la livrea di una gara che l’ha vista vittoriosa. E non manca neppure lo storico furgone assistenza allestito come un tempo.

Il commento

Entusiasti il sindaco Roberto Falcone e l’assessore alla Cultura, eventi e Sport del comune di Venaria Antonella Bentivoglio D’Afflitto.

“Questa è stata senza dubbio un occasione esclusiva” Ha dichiarato il primo cittadino della Reale. “Sono auto bellissime e la loro storia sportiva esalta il vanto di un made in Italy che in quegli anni è salito sull’olimpo mondiale”. Anche l’assessore D’Afflitto commenta positivamente l’evento. “La location contribuisce senza dubbio ad impreziosire questa occasione. Siamo felici di aver portato nella nostra città oltre alle occasioni culturali di grande livello anche l’esempio di una storia sportiva che ha emozionato un intera generazione”.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Lancia Delta alla Reggia di Venaria su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/lancia-delta-alla-reggia-di-venaria/feed/ 0
Elisoccorso notturno ECCO I COMUNI OPERATIVI https://nuovaperiferia.it/attualita/elisoccorso-notturno-comuni/ https://nuovaperiferia.it/attualita/elisoccorso-notturno-comuni/#respond Sat, 22 Sep 2018 13:26:21 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41987 Elisoccorso notturno, sono diversi i Comuni piemontesi che hanno dato la disponibilità e le strutture per garantire questo servizio. Elisoccorso notturno Il Presidente della Regione, Sergio Chiamparino, e l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, con il direttore dell’assessorato, Danilo Bono, per molti anni responsabile regionale del Dipartimento del 118, hanno accolto venerdì sera al campo volo di Torino (Aeroclub […]

Continua la lettura di Elisoccorso notturno ECCO I COMUNI OPERATIVI su La Nuova Periferia.

]]>
Elisoccorso notturno, sono diversi i Comuni piemontesi che hanno dato la disponibilità e le strutture per garantire questo servizio.

Elisoccorso notturno

Il Presidente della Regione, Sergio Chiamparino, e l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, con il direttore dell’assessorato, Danilo Bono, per molti anni responsabile regionale del Dipartimento del 118, hanno accolto venerdì sera al campo volo di Torino (Aeroclub Edoardo Agnelli) i sindaci dei Comuni, i volontari e lo staff del servizio di elisoccorso del 118 diretto dal dottor Roberto Vacca della Città della Salute, presente con il direttore dell’Azienda ospedaliera universitaria Silvio Falco. In Piemonte dunque il servizio di elisoccorso notturno è attivo dal novembre 2014. Ad oggi sono infatti 111, e tra pochi giorni saranno proprio 118, i siti operativi ed idonei, con una particolare attenzione per le zone disagiate o montane.

Il presidente Chiamparino

“Un grazie dunque allo staff degli operatori del 118, ai sindaci, alle associazioni di volontariato e a tutti coloro che rendono possibile effettuare il servizio del volo notturno dell’elisoccorso. Una realtà che in quattro anni si è diffusa sul territorio, in 118 comuni del Piemonte, consentendo di salvare molte vite umane. L’elisoccorso in Piemonte compie 30 anni: un punto di partenza verso nuovi obiettivi. Questa sera non è un convegno ma un momento di incontro informale, in un luogo operativo, a dimostrazione dello spirito di collaborazione che esiste tra tutte le componenti che consentono al servizio di essere attivo”.

Le aree a disposizione

Quest’anno sono state inaugurate 22 aree e i voli notturni ad oggi sono stati 150 evidenziando quindi un trend in salita. 105 nel 2015, 146 nel 2016 e 155 nel 2017.  Le aree suddivise per provincia ad oggi sono:

  1. Cuneo 35;
  2. Torino e Città metropolitana 33;
  3. Alessandria 12;
  4. Asti 11;
  5. Vercelli 9;
  6. Verbano-Cusio-Ossola 8;
  7. Biella 6;
  8. Novara 4.

I Comuni del nostro territorio che si sono adoperati per poter garantire il servizio sono:

  • Chivasso
  • Cocconato
  • Crescentino
  • Mazzè
  • San Sebastiano da Po
  • Torrazza Piemonte
  • Torino Aeritalia
  • Torino Cto
  • Volpiano

 Il volo notturno dell’elisoccorso 118

I piloti sono due: l’equipe sanitaria è formata da un medico anestesista rianimatore e da un infermiere di area critica. I tempi di volo sono mediamente di 20 minuti: l’operatività e’ subordinata alle condizioni meteorologiche. I siti operativi HEMS inseriti nella rete regionale dell’elisoccorso notturno prevedono procedure per l’accesso e l’accensione delle luci. Una volta individuato il sito di atterraggio più vicino, il nucleo gestione elicotteri della centrale operativa 118 di Torino avvia una rapida procedura con i Comuni che consiste nell’attivazione di un’ambulanza da inviare nel campo sportivo. Si tratta di una modalità operativa che consente di raggiungere elevati standard di sicurezza ed operatività: il personale volontario di ambulanza offre il supporto con attività di pre-sorveglianza del sito, prima dell’arrivo dell’elicottero, effettuando un controllo diretto sulla corretta accensione delle luci e sull’eventuale presenza di materiali/oggetti presenti sull’area di atterraggio che potrebbero compromettere la sicurezza delle operazioni.

 

Continua la lettura di Elisoccorso notturno ECCO I COMUNI OPERATIVI su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/elisoccorso-notturno-comuni/feed/ 0
Protezione civile pulisce il torrente LE FOTO https://nuovaperiferia.it/attualita/protezione-civile-pulisce-il-torrente/ https://nuovaperiferia.it/attualita/protezione-civile-pulisce-il-torrente/#respond Sat, 22 Sep 2018 12:46:00 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41979 La Protezione civile di Venaria pulisce il torrente. Un’operazione importante che il sindaco Roberto Falcone mette in risalto. Protezione civile pulisce il torrente Il gruppo di Venaria Reale quest’oggi, sabato 22 settembre, è al lavoro per ripulire il torrente. Un lavoro importante quello svolto dai volontari che anche il sindaco Roberto Falcone pone in risalto. […]

Continua la lettura di Protezione civile pulisce il torrente LE FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
La Protezione civile di Venaria pulisce il torrente. Un’operazione importante che il sindaco Roberto Falcone mette in risalto.

Protezione civile pulisce il torrente

Il gruppo di Venaria Reale quest’oggi, sabato 22 settembre, è al lavoro per ripulire il torrente. Un lavoro importante quello svolto dai volontari che anche il sindaco Roberto Falcone pone in risalto.

Il sindaco

E’ proprio il primo cittadino Falcone a fare un commento su questa iniziativa.

“Qui le immagini del lavoro che i Volontari della Protezione Civile di Venaria Reale stanno facendo in queste ore, sotto il coordinamento dell’ufficio comunale preposto (che ringrazio), per mettere in sicurezza le nostre vie d’acqua. Dopo Ponte Verde, tocca a Ponte Castellamonte…  Grazie ai ragazzi della vostra continua disponibilità, per regalarci un autunno più sereno..”.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Protezione civile pulisce il torrente LE FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/protezione-civile-pulisce-il-torrente/feed/ 0
Butta sacchi di rifiuti nel cestino dell’area cani: beccato https://nuovaperiferia.it/cronaca/butta-sacchi-di-rifiuti-nel-cestino/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/butta-sacchi-di-rifiuti-nel-cestino/#respond Sat, 22 Sep 2018 12:04:16 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41976 Butta sacchi di rifiuti nel cestino dell’area cani: beccato. E’ accaduto ieri, venerdì 21 settembre a Crescentino. Il Comune procederà con la sanzione. Butta sacchi di rifiuti nel cestino dell’area cani Crescentino è una di quelle città che vive costantemente l’abbandono di rifiuti. E, per l’ennesima volta, qualcuno ieri, venerdì 21 settembre, ha deciso di […]

Continua la lettura di Butta sacchi di rifiuti nel cestino dell’area cani: beccato su La Nuova Periferia.

]]>
Butta sacchi di rifiuti nel cestino dell’area cani: beccato. E’ accaduto ieri, venerdì 21 settembre a Crescentino. Il Comune procederà con la sanzione.

Butta sacchi di rifiuti nel cestino dell’area cani

Crescentino è una di quelle città che vive costantemente l’abbandono di rifiuti. E, per l’ennesima volta, qualcuno ieri, venerdì 21 settembre, ha deciso di buttare i propri sacchi dell’immondizia nei cestini pubblici. Questa volta dell’area cani.

Beccato

Il vicesindaco Carmine Speranza, da sempre molto attento a questo tema annuncia che la persona è stata individuata. E che i sacchetti, infatti, sono stati riportati davanti alla sua porta di casa.

La sanzione

Speranza, sempre nel suo post, annuncio dunque che ora si procederà con il riconoscimento e poi con la sanzione.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Butta sacchi di rifiuti nel cestino dell’area cani: beccato su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/butta-sacchi-di-rifiuti-nel-cestino/feed/ 0
CasaPound ripuliscono l’area sotto il ponte LE FOTO https://nuovaperiferia.it/attualita/casapound-ripuliscono-larea-sotto-il-ponte-le-foto/ https://nuovaperiferia.it/attualita/casapound-ripuliscono-larea-sotto-il-ponte-le-foto/#respond Sat, 22 Sep 2018 11:54:03 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41970 Immondizia nell’area del Raccordo Ovest di Chivasso: CasaPound interviene con un’azione di riqualifica nell’area sotto al ponte. CasaPound ripuliscono l’area sotto il ponte Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 21 settembre, una squadra di militanti di CasaPound Italia è intervenuta con un’azione di riqualifica. Hanno scelto la zona sottostante il ponte del Raccordo Ovest del […]

Continua la lettura di CasaPound ripuliscono l’area sotto il ponte LE FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
Immondizia nell’area del Raccordo Ovest di Chivasso: CasaPound interviene con un’azione di riqualifica nell’area sotto al ponte.

CasaPound ripuliscono l’area sotto il ponte

Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 21 settembre, una squadra di militanti di CasaPound Italia è intervenuta con un’azione di riqualifica. Hanno scelto la zona sottostante il ponte del Raccordo Ovest del comune di Chivasso. “Un’area che da tempo è completamente abbandonata all’incuria e al degrado” spiega il gruppo. Attrezzati di cesoie, guanti e rastrelli, i militanti del movimento della tartaruga frecciata si sono impegnati a ripristinare il decoro del luogo dove prima dominavano erbacce e rifiuti.

Lavoro sul territorio

“Come per altre riqualifiche effettuate in precedenza sul territorio, dunque abbiamo deciso anche stavolta di agire concretamente laddove l’Amministrazione comunale stenta a intervenire con le dovute attività di manutenzione.” Ha commentato Domenico Giraulo, rappresentante di CasaPound a Chivasso, che prosegue: “Continueremo, tuttavia, a monitorare la situazione e, se sarà il caso, non esiteremo a intervenire. Dunque rimanere a guardare non fa parte della nostro dna.”

Lotta al degrado

Gli fa eco Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound Italia: “Il degrado, infatti, che caratterizza anche le aree più lontane dai centri storici è frutto del disinteresse delle amministrazioni vigenti e non rappresenta solo un problema di ordine estetico visto che la presenza di immondizie potrebbe comportare anche dei rischi per la salute pubblica. Pertanto, chiediamo con forza una riqualificazione dell’area in questione affinché Chivasso torni a restituire un’immagine gradevole ai visitatori e ai residenti stessi.”

Continua la lettura di CasaPound ripuliscono l’area sotto il ponte LE FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/casapound-ripuliscono-larea-sotto-il-ponte-le-foto/feed/ 0
Donna investita sulle strisce E’ MORTA https://nuovaperiferia.it/cronaca/donna-investita-sulle-strisce-e-morta/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/donna-investita-sulle-strisce-e-morta/#respond Sat, 22 Sep 2018 11:44:56 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41966 Incidente mortale a Lombardore. Una donna anziana di 78 anni è stata investita sulle strisce oggi, sabato 22 settembre. Per la pensionata non c’è stato più nulla da fare. La notizie riportata da Il Canavese. Donna investita sulle strisce Questa mattina, 22 settembre, si è verificato un incidente mortale a Lombardore. Davanti al condominio Sant’Agapito, un’ […]

Continua la lettura di Donna investita sulle strisce E’ MORTA su La Nuova Periferia.

]]>
Incidente mortale a Lombardore. Una donna anziana di 78 anni è stata investita sulle strisce oggi, sabato 22 settembre. Per la pensionata non c’è stato più nulla da fare. La notizie riportata da Il Canavese.

Donna investita sulle strisce

Questa mattina, 22 settembre, si è verificato un incidente mortale a Lombardore. Davanti al condominio Sant’Agapito, un’ anziana  di 78 anni è stata investita sulle strisce pedonali da una Peugeot 206. Era uscita per andare a fare la spesa quando si è consumata la tragedia.

I soccorsi

Sul posto oltre ai carabinieri e alla Polizia municipale sono arrivati anche i sanitari del 118. Un elisoccorso atterrato poco distante, ma per la pensionata non c’era ormai più nulla da fare. La strada chiusa al traffico per consentire i rilievi del caso.

La dinamica

La dinamica è a vaglio degli inquirenti. Alla guida dell’auto un 42enne di Front che si è subito fermato per  prestare soccorso. L’uomo, sottoposto all’etilometro è risultato negativo. I carabinieri hanno naturalmente sequestrato la vettura.

La vittima

La donna era conosciuta in paese. Era vedova e tempo fa aveva anche perso la figlia, in passato rappresentante del Consiglio comunale di Lombardore.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Donna investita sulle strisce E’ MORTA su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/donna-investita-sulle-strisce-e-morta/feed/ 0
Trentenne entra illegalmente nell’obitorio dell’ospedale https://nuovaperiferia.it/cronaca/trentenne-illegalmente-obitorio/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/trentenne-illegalmente-obitorio/#respond Sat, 22 Sep 2018 11:36:30 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41963 Trentenne di Trivero voleva far emergere le carenze del servizio di sicurezza dell’ospedale biellese entrando all’obitorio. La notizia riportata dai colleghi di Notizia Oggi. Entra illegalmente nell’obitorio Voleva far emergere le carenze del servizio di sicurezza dell’ospedale di Ponderano. Un 30enne di Trivero si è introdotto illegalmente nel nosocomio biellese passando dal deposito di osservazione. La […]

Continua la lettura di Trentenne entra illegalmente nell’obitorio dell’ospedale su La Nuova Periferia.

]]>
Trentenne di Trivero voleva far emergere le carenze del servizio di sicurezza dell’ospedale biellese entrando all’obitorio. La notizia riportata dai colleghi di Notizia Oggi.

Entra illegalmente nell’obitorio

Voleva far emergere le carenze del servizio di sicurezza dell’ospedale di Ponderano. Un 30enne di Trivero si è introdotto illegalmente nel nosocomio biellese passando dal deposito di osservazione.

La scoperta

A individuarlo, la vigilanza, che ha filmato l’incursione con il cellulare e chiamato i carabinieri. Dopo aver forzato la porta, si era impadronito di un camice nel reparto sterilizzazione. Non solo: ha anche cercato di mascherare la targa della sua auto, parcheggiata nei pressi dell’obitorio, modificando con del nastro adesivo l’ultima lettera.

Denunciato

Ai carabinieri ha spiegato di voler sollevare un problema sicurezza in ospedale. Sarà denunciato per danneggiamento, falso e violazione della privacy.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Trentenne entra illegalmente nell’obitorio dell’ospedale su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/trentenne-illegalmente-obitorio/feed/ 0
Omicidio Bessi, c’è anche un secondo indagato https://nuovaperiferia.it/cronaca/omicidio-bessi-indagato-vercelli/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/omicidio-bessi-indagato-vercelli/#respond Sat, 22 Sep 2018 11:28:24 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41961 Omicidio Bessi a Vercelli, spunta il secondo indagato. L’uomo era stato ritrovato morto la mattina di 4 settembre a casa sua. La notizia la riportano i colleghi di Notizia Oggi. Omicidio Bessi Il meccanico di biciclette Antonello Bessi era stato trovato morto la mattina del 4 settembre nel garage di casa sua, dove da qualche tempo […]

Continua la lettura di Omicidio Bessi, c’è anche un secondo indagato su La Nuova Periferia.

]]>
Omicidio Bessi a Vercelli, spunta il secondo indagato. L’uomo era stato ritrovato morto la mattina di 4 settembre a casa sua. La notizia la riportano i colleghi di Notizia Oggi.

Omicidio Bessi

Il meccanico di biciclette Antonello Bessi era stato trovato morto la mattina del 4 settembre nel garage di casa sua, dove da qualche tempo aveva trasferito l’officina.

C’è un secondo indagato

La Polizia di Stato ha subito individuato un sospettato che è stato iscritto nel registro degli indagati, ma adesso c’è un secondo nome.

L’ipotesi

L’omicidio potrebbe essere arrivato al culmine di una lite. La Procura di Vercelli è al lavoro per chiudere il caso.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Omicidio Bessi, c’è anche un secondo indagato su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/omicidio-bessi-indagato-vercelli/feed/ 0
Piantagione di marijuana: arrestato https://nuovaperiferia.it/cronaca/piantagione-di-marijuana-arrestato/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/piantagione-di-marijuana-arrestato/#respond Sat, 22 Sep 2018 09:43:30 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41957 Piantagione di marijuana scoperta dai carabinieri della Compagnia di Ivrea. L’operazione era volta a ridurre lo spaccio di sostante stupefacente. Piantagione di marijuana Prosegue l’attività dei carabinieri della Compagnia di Ivrea per contrastare la produzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti in Canavese. I carabinieri di Cuorgnè due sere fa hanno scoperto una piantagione di […]

Continua la lettura di Piantagione di marijuana: arrestato su La Nuova Periferia.

]]>
Piantagione di marijuana scoperta dai carabinieri della Compagnia di Ivrea. L’operazione era volta a ridurre lo spaccio di sostante stupefacente.

Piantagione di marijuana

Prosegue l’attività dei carabinieri della Compagnia di Ivrea per contrastare la produzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti in Canavese. I carabinieri di Cuorgnè due sere fa hanno scoperto una piantagione di cannabis in una serra sita in un terreno di pertinenza di una abitazione a breve distanza dal centro di Cuorgnè.

La perquisizione

A prendersi cura di quattordici piante di cannabis, tutte di altezza di circa 170 cm, un uomo di 47 anni, proprietario del terreno. All’interno della sua abitazione i militari hanno rinvenuto e sequestrato 650 grammi di foglie di intere ed essiccate di marijuana ed 1kg di foglie di marijuana intere appese ad essiccare, poste all’interno ed all’esterno di un armadio in legno adibito ad essiccatoio. I carabinieri hanno trovato in cucina altri 100 grammi di marijuana essiccati e tritati.

Arrestato

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato dichiarato in arresto per coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente e, su disposizione della Procura di Ivrea, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Dopo la convalida dell’arresto, il Gip del Tribunale eporediese ha disposto nei confronti del 47enne la misura cautelare degli arresti domiciliari.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Piantagione di marijuana: arrestato su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/piantagione-di-marijuana-arrestato/feed/ 0
Badante tenta di rubare i soldi del conto ad un pensionato https://nuovaperiferia.it/cronaca/badante-tenta-di-rubare-i-soldi/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/badante-tenta-di-rubare-i-soldi/#respond Sat, 22 Sep 2018 09:34:11 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41953 Badante tenta di rubare i soldi del conto ad un pensionato. Questo è ciò che è accaduto nell’eporediese. Denunciata la donna rumena. Badante tenta di rubare i soldi del conto ad un pensionato Una donna, che si prendeva cura di un pensionato 87enne abitante nell’eporediese, alcuni mesi fa si era presentata presso uno sportello bancario […]

Continua la lettura di Badante tenta di rubare i soldi del conto ad un pensionato su La Nuova Periferia.

]]>
Badante tenta di rubare i soldi del conto ad un pensionato. Questo è ciò che è accaduto nell’eporediese. Denunciata la donna rumena.

Badante tenta di rubare i soldi del conto ad un pensionato

Una donna, che si prendeva cura di un pensionato 87enne abitante nell’eporediese, alcuni mesi fa si era presentata presso uno sportello bancario insieme all’anziano. La badante ha chiesto di ordine di bonifico di 95mila euro dal conto cointestato con l’anziano verso un conto rumeno.

Direttore insospettito

Il direttore di banca, insospettito, aveva chiamato i carabinieri. I militari, a seguito di accertamenti, hanno denunciato la donna alla Procura eporediese.

La denuncia

I carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno denunciato in stato di libertà alla Procura di Ivrea per truffa una donna di 45anni di nazionalità rumena.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Badante tenta di rubare i soldi del conto ad un pensionato su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/badante-tenta-di-rubare-i-soldi/feed/ 0
Nuovo autovelox in paese ed è polemica https://nuovaperiferia.it/attualita/nuovo-autovelox-in-paese-ed-e-polemica/ https://nuovaperiferia.it/attualita/nuovo-autovelox-in-paese-ed-e-polemica/#respond Sat, 22 Sep 2018 07:27:00 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41949 Nuovo autovelox in paese ed è polemica. A Caselle Torinese, infatti, gli automobilisti si stanno già facendo sentire. E’ in prossimità dello svincolo che porta sulla Tangenziale per Torino come riportano i colleghi de il Canavese. Nuovo autovelox E’ stato installato giovedì 20 settembre, a Caselle, in prossimità dello svincolo che porta sulla Tangenziale per Torino. […]

Continua la lettura di Nuovo autovelox in paese ed è polemica su La Nuova Periferia.

]]>
Nuovo autovelox in paese ed è polemica. A Caselle Torinese, infatti, gli automobilisti si stanno già facendo sentire. E’ in prossimità dello svincolo che porta sulla Tangenziale per Torino come riportano i colleghi de il Canavese.

Nuovo autovelox

E’ stato installato giovedì 20 settembre, a Caselle, in prossimità dello svincolo che porta sulla Tangenziale per Torino. E’ il nuovo rilevatore di velocità di cui si parla da mesi. Ma che giovedì, diventato realtà, ha spaventato gli automobilisti. Oltre che sollevare un mare di polemiche. Posto all’altezza dell’aeroporto Sandro Pertini è attivo per tutti e due i sensi di marcia.

Questa mattina, code e polemiche

Attivo o non attivo? Il limite è dei 50 o dei 70 KM/h? Di parole in questi due giorni se ne sono fatte molte. Idem per quanto concerne segnalazioni e polemiche sui social network. Questa mattina, venerdì 21 settembre, i veicoli procedevano a passo d’uomo. E si può ben immaginare gli effetti che ne derivano in un tratto di strada molto trafficata soprattutto al mattino.

Non è ancora attivo

Niente segnali, niente rilevazioni di infrazioni. Almeno per il momento. La conferma arriva dagli uffici del Comune di Caselle. L’autovelox è stato installato ma non è ancora in funzione. Lo sarà quando saranno stati collocati gli appositi cartelli che indicano la presenza del sistema di rilevazione delle infrazioni in questione. Quello che è certo è che causerà rallentamenti. Ancora di più di quelli che già quotidianamente si verificano essendo la strada che porta alla Tangenziale.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Nuovo autovelox in paese ed è polemica su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/nuovo-autovelox-in-paese-ed-e-polemica/feed/ 0
Acqua contaminata a scuola IL CASO https://nuovaperiferia.it/cronaca/acqua-contaminata-a-scuola-il-caso/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/acqua-contaminata-a-scuola-il-caso/#respond Sat, 22 Sep 2018 07:01:45 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41947 A scuola, solamente con l’acqua delle bottiglie. E’ iniziato in questo modo l’anno scolastico per i bambini delle scuole elementari statali «Sandro Pertini» di Montanaro ma ora c’è una novità. Acqua contaminata a scuola A scuola, solamente con l’acqua delle bottiglie. E’ iniziato in questo modo l’anno scolastico per i bambini delle scuole elementari statali […]

Continua la lettura di Acqua contaminata a scuola IL CASO su La Nuova Periferia.

]]>
A scuola, solamente con l’acqua delle bottiglie. E’ iniziato in questo modo l’anno scolastico per i bambini delle scuole elementari statali «Sandro Pertini» di Montanaro ma ora c’è una novità.

Acqua contaminata a scuola

A scuola, solamente con l’acqua delle bottiglie. E’ iniziato in questo modo l’anno scolastico per i bambini delle scuole elementari statali «Sandro Pertini» di Montanaro. Questo a causa di un inatteso inconveniente che non è ancora stato risolto.

«Precauzionalmente, ho dato mandato di non fare bere l’acqua dei rubinetti agli alunni e di fornire gratuitamente le bottiglie d’acqua. Tutto come previsto dal capitolato durante i pasti. Non pubblicherò nessuna ordinanza dato che non c’è nessun rischio di potabilità. – spiega il sindaco Giovanni Ponchia – Il motivo è che abbiamo trovato un valore leggermente superiore allo zero di batteri nell’acqua dei rubinetti. Non sappiamo quale sia la causa. Posso assicurare che non è nulla di grave. Dunque, l’Asl ha dato tempo dieci giorni per analizzare e igienizzare l’impianto mediante il cloro. Interverranno sia i tecnici della Smat che quelli del nostro Comune per risolvere la problematica».

Problema solo alla primaria

L’aspetto positivo è che questo problema è sempre circoscritto negli stessi spazi, dunque non interessa altre parti del paese.

«Tengo a precisare che tutte le altre scuole non hanno problemi- continua Ponchia- I bambini possono bere tranquillamente l’acqua dei rubinetti, sono unicamente le scuole elementari che precauzionalmente devono far bollire l’acqua nelle cucine e servire bottigliette d’acqua, ribadisco precauzionalmente. Inoltre, anche il paese non ha nessun problema, l’acqua delle case è assolutamente a norma, compreso il distributore d’acqua della Smat presente nella piazza. Non è la prima volta che si riscontra un problema di questo genere – conclude Ponchia- Già gli scorsi anni venivano rilevati nell’acqua dei rubinetti della scuola parametri microbiologici al di là della norma. Tuttavia, curiosamente, il problema veniva taciuto, gli attuali amministratori comunali tengono invece alla trasparenza e preferiscono informare i cittadini di questi problemi, garantendo l’assoluta sicurezza per tutti gli utenti delle nostre scuole».

Le analisi di Smat

E’ proprio in sindaco Ponchia di ieri, venerdì 21 settembre a spiegare:

“La società SMAT ha trasmesso oggi le analisi sull’acqua delle scuole di Via Ubertini. La situazione è rientrata nella normalità. Acque nella norma sia dentro che fuori dalla scuola. Il Comune ha fatto analizzare per conto proprio l’acqua della scuola ed anche in questo caso non risultano contaminazioni.  Lunedì continueremo a fornire acqua minerale ma, visti i risultati delle analisi, considerato il rientro alla normalità, riprenderà a breve il normale servizio mensa. Si rimarca che la società SMAT garantisce la completa potabilità dell’acqua e non ha autorizzato alcuna ditta per proporre analisi a domicilio”.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Acqua contaminata a scuola IL CASO su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/acqua-contaminata-a-scuola-il-caso/feed/ 0
Sequestrate auto destinate all’estero: ora sono ferme a Chivasso https://nuovaperiferia.it/cronaca/sequestrate-auto-chivasso/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/sequestrate-auto-chivasso/#respond Sat, 22 Sep 2018 06:48:18 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41945 Sequestrate auto destinate all’estero: ora sono ferme a Chivasso. L’operazione di giovedì 20 settembre degli agenti della polizia municipale di Torino. Sequestrate auto destinate all’estero Giovedì 20 settembre, Agenti del Reparto Sicurezza Stradale Integrata della Polizia Municipale sono intervenuti nel piazzale di corso Vercelli 440 al quadrivio autostrade. In questo luogo un trasportatore di autoveicoli, […]

Continua la lettura di Sequestrate auto destinate all’estero: ora sono ferme a Chivasso su La Nuova Periferia.

]]>
Sequestrate auto destinate all’estero: ora sono ferme a Chivasso. L’operazione di giovedì 20 settembre degli agenti della polizia municipale di Torino.

Sequestrate auto destinate all’estero

Giovedì 20 settembre, Agenti del Reparto Sicurezza Stradale Integrata della Polizia Municipale sono intervenuti nel piazzale di corso Vercelli 440 al quadrivio autostrade. In questo luogo un trasportatore di autoveicoli, per conto di un autosalone, utilizzava l’area pubblica per la movimentazione degli automezzi italiani destinati all’estero. Auto tutte di grossa cilindrata e alimentate a gasolio. I vigili hanno sottoposto a fermo amministrativo per tre mesi i mezzi: sei in quanto senza targa e quattro di questi a sequestro amministrativo in quanto sprovvisti di copertura assicurativa.

Problemi anche alla bisarca

È emerso, durante i controlli, che la motrice della bisarca, immatricolata in Germania nel 2010 e reimmatricolata in Albania il mese scorso, viola la normativa internazionale sul cronotachigrafo (in Germania era installato un moderno apparecchio digitale, sostituito con uno più vecchio analogico in Albania, dove per altro non è obbligatorio, che però ridiventa obbligatorio per i veicoli costruiti dopo il 2010 e utilizzati per i trasporti nell’Unione Europea). Con il cronotachigrafo di vecchia concezione è più facile sfuggire ai controlli sui tempi di guida degli autisti e sulla velocità del veicolo.

Mezzi a Chivasso

Gli agenti all’autista albanese hanno ritirato la patente di guida. L’uomo ha dovuto pagare immediatamente la sanzione di circa 900 euro per riavere la bisarca. Le auto sequestrare sono state affidate al titolare dell’autosalone e depositate in un locale di Chivasso.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Sequestrate auto destinate all’estero: ora sono ferme a Chivasso su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/sequestrate-auto-chivasso/feed/ 0
Negozio di alimentari multato per le buste di plastica https://nuovaperiferia.it/cronaca/negozio-di-alimentari-multato/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/negozio-di-alimentari-multato/#respond Sat, 22 Sep 2018 06:37:41 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41943 Negozio di alimentari multato per le buste di plastica dalla polizia municipale di Torino ieri, venerdì 21 settembre. Negozio di alimentari multato I vigili urbani di Torino hanno controllato il gestore di un minimarket etnico di via Giachino nei pressi di via Gramegna. Il controllo è avvenuto ieri, venerdì 21 settembre. Buste di plastica non […]

Continua la lettura di Negozio di alimentari multato per le buste di plastica su La Nuova Periferia.

]]>
Negozio di alimentari multato per le buste di plastica dalla polizia municipale di Torino ieri, venerdì 21 settembre.

Negozio di alimentari multato

I vigili urbani di Torino hanno controllato il gestore di un minimarket etnico di via Giachino nei pressi di via Gramegna. Il controllo è avvenuto ieri, venerdì 21 settembre.

Buste di plastica non a norma

La polizia ha dunque multato il commerciante di nazionalità marocchina perché commercializzava buste in plastica sprovviste di certificazione (sequestrate un migliaio di buste). Inoltre, all’interno del negozio, non erano esposti i prezzi.

La multa

Dunque i vigili l’hanno multato con una sanzione da 6mila euro.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Negozio di alimentari multato per le buste di plastica su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/negozio-di-alimentari-multato/feed/ 0
Scoperta autoriparazioni abusiva SEQUESTRI E MAXI MULTA https://nuovaperiferia.it/cronaca/scoperta-autoriparazioni-abusiva/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/scoperta-autoriparazioni-abusiva/#respond Sat, 22 Sep 2018 06:26:14 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41941 Ieri, venerdì 21 settembre scoperta autoriparazioni abusiva  in via Schiapparelli, durante un controllo e monitoraggio degli esercizi pubblici e commerciali presenti sul territorio dei vigili. Scoperta autoriparazioni abusiva Dunque venerdì 21 settembre, la Polizia Municipale ha individuato un’attività artigianale abusiva. Si tratta, infatti, di un’officina di autoriparazioni in via Schiapparelli a Torino. Le violazioni L’attività […]

Continua la lettura di Scoperta autoriparazioni abusiva SEQUESTRI E MAXI MULTA su La Nuova Periferia.

]]>
Ieri, venerdì 21 settembre scoperta autoriparazioni abusiva  in via Schiapparelli, durante un controllo e monitoraggio degli esercizi pubblici e commerciali presenti sul territorio dei vigili.

Scoperta autoriparazioni abusiva

Dunque venerdì 21 settembre, la Polizia Municipale ha individuato un’attività artigianale abusiva. Si tratta, infatti, di un’officina di autoriparazioni in via Schiapparelli a Torino.

Le violazioni

L’attività dunque era esercitata da cittadino di nazionalità rumena privo di qualsiasi titolo abilitativo. I vigili hanno contestato al titolare le violazioni amministrative relative alla mancata iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura. E detenzione di fusti d’olio esausto (rifiuto speciale) senza i registri di carico e scarico.

Sequestri e multa

Gli agenti hanno dunque sequestrato:

  1. 5 autoveicoli;
  2. 1 motoscafo;
  3. numerosi motori e parti di auto;
  4. attrezzature varie;
  5. 10 fusti d’olio esausto da 2 quintali ciascuno;
  6. l’intero magazzino;

Inoltre, i vigili hanno multato l’uomo con una sanzione di 10.000 euro.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Scoperta autoriparazioni abusiva SEQUESTRI E MAXI MULTA su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/scoperta-autoriparazioni-abusiva/feed/ 0
Rapina e aggredisce le vittime, poi scappa in bici https://nuovaperiferia.it/cronaca/rapina-e-aggredisce-bici/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/rapina-e-aggredisce-bici/#respond Sat, 22 Sep 2018 06:17:06 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41939 Rapina e aggredisce le vittime, poi scappa in bici. L’uomo di 35 anni è stato poi fermato e arrestato dalla polizia per i reati di rapina aggravata e tentata rapina. Rapina e aggredisce le vittime Sono state due le rapine perpetrate da un cittadino marocchino di 35 anni nelle prime ore del mattino di ieri, venerdì […]

Continua la lettura di Rapina e aggredisce le vittime, poi scappa in bici su La Nuova Periferia.

]]>
Rapina e aggredisce le vittime, poi scappa in bici. L’uomo di 35 anni è stato poi fermato e arrestato dalla polizia per i reati di rapina aggravata e tentata rapina.

Rapina e aggredisce le vittime

Sono state due le rapine perpetrate da un cittadino marocchino di 35 anni nelle prime ore del mattino di ieri, venerdì 21 settembre, in meno di 2 km di distanza l’uno dall’altro.  In corso Principe Oddone angolo via Biella, l’uomo, in compagnia di altri connazionali, dapprima ha avvicinato un giovane, lo ha distratto, poi gli ha sottratto il telefono cellulare dalla tasca anteriore dei pantaloni. Il ragazzo, con l’aiuto di un parente che gli faceva squillare il telefonino, si è reso conto che il cellulare gli era stato rubato dal gruppetto e ne ha chiesto la restituzione. Il rapinato, insieme agli amici, l’ha malmenato. Il rapinatore è fuggito a bordo di bici col telefono.

L’altro caso

Pochi minuti dopo, lo stesso uomo aggrediva in via Cigna una passante che si stava recando a lavoro. Lo straniero ha bloccato le braccia urlandole di consegnare la borsa. La donna ha chiesto aiuto mettendosi a gridare ed è stata raggiunta da due passanti. Questi hanno bloccato la violenza dello straniero.

L’arrivo degli agenti

Mentre gli agenti della Squadra Volante arrivavano sul posto, il rapinatore è riuscito a divincolarsi e scappare. Ma gli operatori lo hanno immediatamente rintracciato. Il trentacinquenne, con diversi precedenti di polizia, è stato trovato in possesso del telefono cellulare sottratto poco prima in corso Principe Oddone, oltre a 1620 euro, probabile provento di altre illecite attività. L’uomo è stato tratto in arresto per i reati di rapina aggravata e tentata rapina.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Rapina e aggredisce le vittime, poi scappa in bici su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/rapina-e-aggredisce-bici/feed/ 0
Offrono droga ai passanti: arrestati https://nuovaperiferia.it/cronaca/offrono-droga-ai-passanti-arrestati/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/offrono-droga-ai-passanti-arrestati/#respond Sat, 22 Sep 2018 06:08:37 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41936 Offrono droga ai passanti: arrestati due stranieri dagli agenti del Commissariato “Barriera Milano” per il reato di detenzione di sostanza stupefacente. Offrono droga ai passanti In via Sandigliano quasi ad angolo corso Giulio Cesare i poliziotti sono intervenuti su segnalazione di una donna. Un cittadino nigeriano di 31 anni, irregolare sul Territorio Nazionale, si era avvicinato ai […]

Continua la lettura di Offrono droga ai passanti: arrestati su La Nuova Periferia.

]]>
Offrono droga ai passanti: arrestati due stranieri dagli agenti del Commissariato “Barriera Milano” per il reato di detenzione di sostanza stupefacente.

Offrono droga ai passanti

In via Sandigliano quasi ad angolo corso Giulio Cesare i poliziotti sono intervenuti su segnalazione di una donna. Un cittadino nigeriano di 31 anni, irregolare sul Territorio Nazionale, si era avvicinato ai passanti, invitandoli a seguirlo dietro l’angolo qualora avessero voluto una dose di stupefacente.

L’arrivo della polizia

Gli operatori, giunti immediatamente sul posto, hanno sorpreso l’uomo segnalato e lo hanno sottoposto ad un controllo. Il trentunenne aveva nelle tasche 3 involucri di crack. E nel portafogli altre 3 dosi di cocaina, oltre a diverso denaro contante e 2 telefoni cellulari. Invece, in via Spontini angolo via Monte Rosa, gli agenti, durante un servizio di prevenzione e contrasto allo spaccio di stupefacente nell’area di competenza, hanno arrestato un altro cittadino straniero, un algerino di 23 anni, con precedenti di polizia. Il ragazzo, al momento seduto nel dehor di un bar, ha assunto un atteggiamento sospetto al passaggio della polizia, per questo motivo è stato sottoposto ad un controllo.  Il giovane è stato trovato in possesso di 6 ovuli di eroina, 2 telefoni cellulari e 2 agende telefoniche con i contatti degli acquirenti.

Arrestati

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato “Barriera Milano” hanno tratto in arresto due cittadini stranieri per il reato di detenzione di sostanza stupefacente.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Offrono droga ai passanti: arrestati su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/offrono-droga-ai-passanti-arrestati/feed/ 0
Otto capre sbranate dai lupi, il nuovo caso https://nuovaperiferia.it/cronaca/otto-capre-sbranate-dai-lupi/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/otto-capre-sbranate-dai-lupi/#respond Sat, 22 Sep 2018 05:57:40 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41933 Otto capre sbranate dai lupi, il nuovo caso a San Sebastiano da Po. La presenza del «grande predatore» è una certezza, confermata da studi e avvistamenti non solo nell’arco alpino. Otto capre sbranate dai lupi I lupi, infatti, si sono spinti anche vicino agli insediamenti urbani, nei boschi che dalle colline arrivano direttamente alla porta […]

Continua la lettura di Otto capre sbranate dai lupi, il nuovo caso su La Nuova Periferia.

]]>
Otto capre sbranate dai lupi, il nuovo caso a San Sebastiano da Po. La presenza del «grande predatore» è una certezza, confermata da studi e avvistamenti non solo nell’arco alpino.

Otto capre sbranate dai lupi

I lupi, infatti, si sono spinti anche vicino agli insediamenti urbani, nei boschi che dalle colline arrivano direttamente alla porta di casa. Nella notte tra martedì 11 e mercoledì 12 settembre, a subire un attacco è stata l’azienda agricola «Pelizza», con sede alla Cascina Gazzelli di San Sebastiano, su quelle stesse colline in cui si erano registrati i precedenti episodi.

«Quella sera – racconta Silvia Pelizza – il mio cane pastore ha iniziato ad abbaiare in modo diverso dal solito, diciamo “cattivo”, non come si comporta quando arriva una volpe. Abbiamo acceso tutte le luci della cascina, fatto rumore, ma nulla. Poi, al mattino, ci siamo accorti che mancavano tutte le capre (sei adulte e due capretti) che allevavamo nel bosco vicino a casa. Abbiamo trovato solo più una carcassa, completamente sbranata, le altre sono come svanite nel nulla.  Sono venuti i tecnici dell’Asl, della Città Metropolitana, i Carabinieri Forestali: aspettiamo i risultati dei loro accertamenti, ma è innegabile che servano provvedimenti immediati. Ne ho già anche parlato con il sindaco Beppe Bava: un cane non mangia otto capre in una notte, qui si tratta di un branco. E che sia di lupi, o di lupi cecoslovacchi, cambia poco. Anzi, i primi almeno scappano se vedono un uomo».

Non è la prima volta

Un paio di settimane fa, la cronaca aveva registrato una serie di attacchi tra San Sebastiano e Casalborgone, a cui era seguito un sopralluogo dei Carabinieri Forestali e dei tecnici della Città Metropolitana. Nessuno, allora, voleva sentir parlare di lupo: al massimo di «lupi cecoslovacchi», cani da mille cinquecento euro che nessuno si spiega perché vaghino per le colline del Chivassese…
Anche il sindaco di Casalborgone (e veterinario) Francesco Cavallero era stato tranchant: «Fino a quando non lo vedo, per me il lupo qui non esiste».

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Otto capre sbranate dai lupi, il nuovo caso su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/otto-capre-sbranate-dai-lupi/feed/ 0
Auto contro semaforo, tre in ospedale LE FOTO https://nuovaperiferia.it/cronaca/auto-contro-semaforo-tre-in-ospedale-le-foto/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/auto-contro-semaforo-tre-in-ospedale-le-foto/#respond Sat, 22 Sep 2018 05:51:22 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41928 Auto contro semaforo questa mattina all’alba a Torino. L’auto, dunque, viaggiava a folle velocità quando è finita fuori strada. Tre persone in ospedale. Auto contro semaforo Alle ore 5.50 circa di oggi, sabato 22 settembre, a Torino, si è verificato un grave incidente stradale. Una Mercedes classe A, con a bordo tre persone, per cause […]

Continua la lettura di Auto contro semaforo, tre in ospedale LE FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
Auto contro semaforo questa mattina all’alba a Torino. L’auto, dunque, viaggiava a folle velocità quando è finita fuori strada. Tre persone in ospedale.

Auto contro semaforo

Alle ore 5.50 circa di oggi, sabato 22 settembre, a Torino, si è verificato un grave incidente stradale. Una Mercedes classe A, con a bordo tre persone, per cause in corso di accertamento, è finita a tutta velocità contro un palo semaforico dell’incrocio corso Novara/via Bologna.

I soccorsi

I tre, tutti italiani, sono finiti al Pronto Soccorso dell’Ospedale san Giovanni Bosco. Sul posto gli Agenti del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale Torino per i rilievi del caso.

Un uomo scomparso

Una delle tre persone che si trovava sull’auto nel momento dell’incidente si è già allontanato dall’ospedale, facendo perdere le proprie tracce.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE  DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Auto contro semaforo, tre in ospedale LE FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/auto-contro-semaforo-tre-in-ospedale-le-foto/feed/ 0
Colpi di fucile contro le vetrine dell’Aci https://nuovaperiferia.it/cronaca/colpi-di-fucile-aci/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/colpi-di-fucile-aci/#respond Sat, 22 Sep 2018 05:33:54 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41925 Colpi di fucile contro le vetrine dell’Aci. Questo è ciò che è accaduto ieri sera, venerdì 21 settembre a Ciriè come raccontano i colleghi de Il Canavese. Colpi di fucile contro le vetrine dell’Aci Due colpi di fucile sparati contro le vetrine dell’Aci (Automobile Club Italia) di via San Maurizio. E spari anche contro le […]

Continua la lettura di Colpi di fucile contro le vetrine dell’Aci su La Nuova Periferia.

]]>
Colpi di fucile contro le vetrine dell’Aci. Questo è ciò che è accaduto ieri sera, venerdì 21 settembre a Ciriè come raccontano i colleghi de Il Canavese.

Colpi di fucile contro le vetrine dell’Aci

Due colpi di fucile sparati contro le vetrine dell’Aci (Automobile Club Italia) di via San Maurizio. E spari anche contro le vetrine di una agenzia di assicurazioni, situata sempre nella medesima via. E’ successo ieri sera, venerdì 21 settembre, poco dopo le 21.

L’esplosione e poi una moto fuggita

I carabinieri della Compagnia di Venaria coordinati dal Capitano Giacomo Moschella stanno cercando di ricostruire quanto accaduto. Pare che dopo le due esplosioni una moto sia fuggita sgommando. I militari stanno cercando di ricostruire l’accaduto, raccogliendo testimonianze tra chi, quella scena, l’ha sentita o vista.

Un avvertimento?

Orario decisamente insolito. Alle 21, in quella zona, di persone ce ne sono ancora. Pare certo che quanto accaduto sia un avvertimento. Nei locali presi di mira pare ci fosse una donna nel retro. Le indagini chiariranno quanto accaduto. Cresce la paura. La città non è purtroppo nuova ad episodi di criminalità del genere.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Colpi di fucile contro le vetrine dell’Aci su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/colpi-di-fucile-aci/feed/ 0
Nuovo concept Nissan Navara presentato al Motor Show https://nuovaperiferia.it/motori/nuovo-concept-nissan-navara-motor-show/ Fri, 21 Sep 2018 18:51:16 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41922 Il nuovo concept Nissan Navara è stato presentato al Motor Show di Hannover. Si tratta dei nuovi Navara Dark Sky Concept e Navara N-Guard. Entrambi i modelli evidenziano la versatilità dei veicoli commerciali Nissan, per i quali gli allestimenti hanno registrato un aumento delle vendite del 300% nell’ultimo triennio. Protagonista dell’evento è Nissan Navara Dark […]

Continua la lettura di Nuovo concept Nissan Navara presentato al Motor Show su La Nuova Periferia.

]]>
Il nuovo concept Nissan Navara è stato presentato al Motor Show di Hannover. Si tratta dei nuovi Navara Dark Sky Concept e Navara N-Guard. Entrambi i modelli evidenziano la versatilità dei veicoli commerciali Nissan, per i quali gli allestimenti hanno registrato un aumento delle vendite del 300% nell’ultimo triennio. Protagonista dell’evento è Nissan Navara Dark Sky Concept. Sviluppato nel Regno Unito in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA). E’ dotato di una versione avanzata della tecnologia di assistenza alla guida Nissan ProPILOT. Mette in risalto la capacità del pick-up Nissan di trainare e alimentare un laboratorio astronomico mobile. Il concept include un sofisticato telescopio PlaneWave con modulo di trasporto ad hoc. Grazie alle capacità di traino di Navara, è possibile trasportare il telescopio in zone remote e sui percorsi off-road più impegnativi, fino a trovare le condizioni di oscurità ideali per l’osservazione del cielo stellato.

Nuovo concept Nissan Navara, ecco la N-Guard

Al Salone di Hannover debutta anche Navara N-Guard, una versione speciale che unisce forza ed eleganza. Novità di design per gli interni e gli esterni conferiscono a questa versione del pickup Nissan un aspetto ancora più grintoso. Il lancio commerciale in Italia è previsto entro il mese di settembre. Ispirato al concept Nissan Navara EnGuard svelato al Motor Show di Hannover nel 2016, Navara N-Guard è disponibile presso lo stand Nissan con allestimento “OFF-ROADER AT32”. Più alta da terra ed equipaggiata con protezioni sottoscocca e snorkel opzionale, è la versione Navara più estrema mai offerta ai clienti europei.

Il pick-up Nissan più venduto al mondo

Capaci di affrontare ogni situazione di guida e dotati delle sofisticate tecnologie Nissan Intelligent Mobility, gli LCV Nissan continuano a conquistare nuovi clienti in tutto il mondo, aiutando Nissan a concretizzare l’obiettivo strategico per questa categoria di veicoli: raggiungere il 40% di crescita sostenibile entro il 2022. Le vendite globali di LCV nella prima metà del 2018 hanno raggiunto 464.900 unità, con un incremento del 5,7% rispetto allo scorso anno. Navara occupa una posizione chiave nella gamma globale degli LCV Nissan ed è il pick-up Nissan più venduto al mondo.

Continua la lettura di Nuovo concept Nissan Navara presentato al Motor Show su La Nuova Periferia.

]]>
Nuova Seat Tarraco, sorella maggiore di Ateca e Arona https://nuovaperiferia.it/motori/nuova-seat-tarraco-ateca-e-arona/ Fri, 21 Sep 2018 18:05:48 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41919 La nuova Seat Tarraco è arrivata. Il nuovo SUV deve il suo nome alla città mediterranea di Tarragona, centro storico e culturale caratterizzato da una maestosa architettura e, al contempo, da uno spirito giovanile e avventuroso. Il nome Tarraco è stato scelto con una votazione popolare da oltre 140.000 appassionati che hanno partecipato alla fase […]

Continua la lettura di Nuova Seat Tarraco, sorella maggiore di Ateca e Arona su La Nuova Periferia.

]]>
La nuova Seat Tarraco è arrivata. Il nuovo SUV deve il suo nome alla città mediterranea di Tarragona, centro storico e culturale caratterizzato da una maestosa architettura e, al contempo, da uno spirito giovanile e avventuroso. Il nome Tarraco è stato scelto con una votazione popolare da oltre 140.000 appassionati che hanno partecipato alla fase finale del progetto #SEATSeekingName.

Nuova Seat Tarraco, la sorella maggiore

L’ultima nata di casa SEAT, disegnata e sviluppata a Martorell e prodotta a Wolfsburg, completa l’offensiva del Marchio nel segmento dei SUV, insieme ad Ateca e Arona. Ed è inoltre un assaggio del futuro linguaggio stilistico SEAT. La Tarraco avvicinerà al marchio un nuovo target di clienti. Ne fortificherà l’immagine. E avrà inoltre un effetto positivo sui profitti, trattandosi di un modello ad alto margine di contribuzione. Trattasi, a tutti gli effetti, della nuova ammiraglia SEAT. La SEAT Tarraco si posiziona al vertice della famiglia dei SUV SEAT, in veste di sorella maggiore, e combina tecnologie all’avanguardia, dinamismo, piacere di guida, praticità e funzionalità a un design elegante e nuovo.

A cinque o sette post

La Tarraco combina alla perfezione i numerosi vantaggi legati alle sue dimensioni importanti. Lo scopo è offrire un’auto in grado di adattarsi a ogni circostanza della vita moderna. Il nuovo SUV riunisce gli elementi più emblematici di ogni modello SEAT. Design e funzionalità, sportività e comfort, accessibilità e qualità, tecnologia ed emozioni. Sposandosi con un ventaglio ancora più ampio di stili di vita. La SEAT Tarraco nasce per soddisfare le esigenze di chi cerca la flessibilità di una vettura a 5 o 7 posti e la praticità di una posizione di guida rialzata, sapendo nel contempo apprezzare l’estetica di un’auto, che nella Tarraco si traduce in perfetto equilibrio tra carattere ed eleganza. E questa armonia percepita si ritrova in entrambi gli allestimenti disponibili, Style ed XCellence.

Continua la lettura di Nuova Seat Tarraco, sorella maggiore di Ateca e Arona su La Nuova Periferia.

]]>
Pedalare in bicicletta fra benessere e inquinamento https://nuovaperiferia.it/salute/pedalare-in-bicicletta-fra-benessere/ Fri, 21 Sep 2018 16:32:54 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41916 Pedalare in bicicletta è una delle attività più gettonate nella bella stagione. E ora che sta volgendo lentamente al termine è bene non lasciarsi scappare questi ultimi scampoli di bel tempo. Questo mezzo di trasporto in Italia è utilizzato prevalentemente per il tempo libero, all’estero e soprattutto nei paesi nordici, è invece insostituibile veicolo per […]

Continua la lettura di Pedalare in bicicletta fra benessere e inquinamento su La Nuova Periferia.

]]>
Pedalare in bicicletta è una delle attività più gettonate nella bella stagione. E ora che sta volgendo lentamente al termine è bene non lasciarsi scappare questi ultimi scampoli di bel tempo. Questo mezzo di trasporto in Italia è utilizzato prevalentemente per il tempo libero, all’estero e soprattutto nei paesi nordici, è invece insostituibile veicolo per la mobilità quotidiana. Secondo i dati snocciolati dall’Agenzia europea, autentici campioni in fatto di ciclismo sono gli olandesi che usano la bicicletta nel 26% degli spostamenti. Subito dietro di loro i danesi (19%), i tedeschi (10%), poi gli austriaci (9%), quindi i belgi (8%), gli svedesi 7%), i francesi (5%) e, buoni ultimi, gli italiani (4%). Una tendenza da invertire, per tante buone ragioni.

Pedalare in bicicletta, quanti vantaggi…

In effetti, incrementare l’utilizzo della bicicletta avrebbe tanti vantaggi. Primo tra tutti, come dimostra uno studio di ricercatori danesi, chi fa ciclismo recupera un ottimo stato di salute (per esempio prevenendo problemi alle articolazioni). Restando ai vantaggi per la salute ricordiamo una regolare attività fisica in sella riduce i rischi di disturbi cardiaci. Previene il diabete e la pressione alta, limita il rischio di sviluppare il tumore del colon-retto e quello del seno. In second’ordine, la bicicletta è un mezzo di locomozione che non inquina ed è silenzioso. Ridurre i viaggi in automobile diminuirebbe non solo l’effetto serra, ma anche lo smog, le piogge acide e l’inquinamento acustico.

Tagliare le emissioni di CO2 e risparmiare

Triplicando invece gli spostamenti in bici, limitando quelli sui veicoli a motore, cioè passando dal 5% al 15%, per la Federazione Europea dei Ciclisti si arriverebbe ad un risparmio del 5% delle emissioni del settore trasporti. Con un vantaggio evidente per la salute, l’ambiente, ma anche per il portafogli, contro il caro-carburante. Un’ultima stima arriva dall’Associazione belga ProVelo secondo la quale percorrendo 6 km al giorno per 5 giorni a settimana, si stima un taglio a persona ogni anno di 196 kg di emissioni di CO2, con un risparmio soldi in benzina. Un’attività fisica di questo tipo permette anche di bruciare un cospicuo numero di calorie.

Continua la lettura di Pedalare in bicicletta fra benessere e inquinamento su La Nuova Periferia.

]]>
Corso preparto, ecco perché è utile https://nuovaperiferia.it/salute/corso-preparto-ecco-perche-e-utile/ Fri, 21 Sep 2018 16:24:43 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41913 Serve il corso preparto? In realtà non è d’obbligo e al momento del travaglio e del parto il personale dell’ospedale presso cui andrà a partorire saprà seguire la gestante offrendole tutti consigli per sostenerla. Tuttavia il corso preparto è un’ottima occasione per allacciare dei rapporti con altre donne che stanno vivendo l’esperienza della gravidanza e […]

Continua la lettura di Corso preparto, ecco perché è utile su La Nuova Periferia.

]]>
Serve il corso preparto? In realtà non è d’obbligo e al momento del travaglio e del parto il personale dell’ospedale presso cui andrà a partorire saprà seguire la gestante offrendole tutti consigli per sostenerla. Tuttavia il corso preparto è un’ottima occasione per allacciare dei rapporti con altre donne che stanno vivendo l’esperienza della gravidanza e che saranno mamme nello stesso periodo. Diventare “compagne” di avventura può essere molto utile e piacevole soprattutto dopo il parto, quando si insinuano i normali dubbi e le preoccupazioni circa la salute del bambino, circa il proprio modo di essere mamma.

Corso preparto, sdrammatizzare o fonte di stress?

Allora confrontarsi può aiutare a sdrammatizzare e a scacciare quel po’ di malinconia che generalmente accompagna le neomamme. Inoltre, durante il corso, è possibile avere suggerimenti da personale qualificato circa l’allattamento, il riposo del bambino, l’igiene. Tutte informazioni che possono essere molto utili. I corsi generalmente durano 10 incontri, per cui, chi è interessata, dovrebbe informarsi e a iscriversi entro il termine del sesto mese. La scelta di partecipare non deve però essere fonte di stress. Se la sede è troppo lontana da casa, se si deve fare un lungo percorso in auto o in pullman, se l’orario è scomodo…

Un’opportunità d’incontro

Forse è meglio godere della compagnia di un’amica e fare qualche piacevole passeggiata. Ma se le condizioni sono favorevoli perché non cogliere questa opportunità di incontro? Per chiacchierare con altre mamme, fare un po’ di ginnastica dolce e apprendere qualche informazione sui bebè? Sarà il modo migliore per calarsi nella miglior atmosfera d’attesa!

Continua la lettura di Corso preparto, ecco perché è utile su La Nuova Periferia.

]]>
Bonucci annuncia l’arrivo del suo terzogenito su Instagram https://nuovaperiferia.it/attualita/bonucci-annuncia-figlio/ https://nuovaperiferia.it/attualita/bonucci-annuncia-figlio/#respond Fri, 21 Sep 2018 15:26:27 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41909 Leo Bonucci annuncia l’arrivo del suo terzogenito su Instagram oggi, venerdì 21 settembre. Un post che ha ricevuto già tantissimi mi piace. Bonucci annuncia il suo terzogenito Con una foto postata su Instagram Leo Bonucci, giocatore della Juventus, annuncia l’arrivo del suo terzogenito. Un post bellissimo che vede l’immagine dall’ecografia racchiusa in un cuore formato […]

Continua la lettura di Bonucci annuncia l’arrivo del suo terzogenito su Instagram su La Nuova Periferia.

]]>
Leo Bonucci annuncia l’arrivo del suo terzogenito su Instagram oggi, venerdì 21 settembre. Un post che ha ricevuto già tantissimi mi piace.

Bonucci annuncia il suo terzogenito

Con una foto postata su Instagram Leo Bonucci, giocatore della Juventus, annuncia l’arrivo del suo terzogenito. Un post bellissimo che vede l’immagine dall’ecografia racchiusa in un cuore formato dalle dita di papà Leo e mamma Martina Maccari.

Il post

Un bellissimo post, che ha colpito i cuori dei tantissimi follower del difensore della Juventus, pubblicato sei ore fa. Bonucci scrive:

Amalgama perfetta tra tempesta e quiete.
Scissione precisa tra ragione e sentimento.
Confidente imparziale di paura e amore.
Arrivi al momento giusto, avendo portato pazienza…
Avendo rispettato tempi che il cuore non anticipa.
Puntuale, brillante, irriverente di fronte a tutti i nostri timori.. Arrivi Tu alla Vita”.

Continua la lettura di Bonucci annuncia l’arrivo del suo terzogenito su Instagram su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/bonucci-annuncia-figlio/feed/ 0
Studenti del Martinetti in Francia https://nuovaperiferia.it/economia/studenti-del-martinetti-in-francia/ https://nuovaperiferia.it/economia/studenti-del-martinetti-in-francia/#respond Fri, 21 Sep 2018 15:03:07 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41905 Studenti del Liceo Piero Martinetti di Caluso in Francia. Si tratta del progetto, ormai consolidato, Transalp. Studenti del Martinetti in Francia Al via l’edizione 2018/2019 del progetto Transalp. I ragazzi degli indirizzi Linguistico e Turistico dell’Istituto Martinetti di Caluso anche quest’anno sono ospiti presso il Lycée Pierre Du Terrali di Pontcharra e il Lycée Du Granier […]

Continua la lettura di Studenti del Martinetti in Francia su La Nuova Periferia.

]]>
Studenti del Liceo Piero Martinetti di Caluso in Francia. Si tratta del progetto, ormai consolidato, Transalp.

Studenti del Martinetti in Francia

Al via l’edizione 2018/2019 del progetto Transalp. I ragazzi degli indirizzi Linguistico e Turistico dell’Istituto Martinetti di Caluso anche quest’anno sono ospiti presso il Lycée Pierre Du Terrali di Pontcharra e il Lycée Du Granier di La Ravoire – Chambery in Francia.

Una grande occasione

Nel corso del soggiorno, della durata di un mese, gli studenti italiani hanno la possibilità di alloggiare presso corrispondenti francesi e frequentare la scuola locale, per una reale e coinvolgente esperienza di scambio linguistico e culturale.

Alla scoperta della nazione

Quest’anno sono inoltre previste uscite didattiche, quali per esempio la visita della città di Lione, sotto la guida della professoressa Stephanie Vorger, referente locale del progetto. In bocca al lupo per questa nuova avventura scolastica internazionale!

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Studenti del Martinetti in Francia su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/economia/studenti-del-martinetti-in-francia/feed/ 0
Stop al caldo, arriva l’autunno https://nuovaperiferia.it/attualita/stop-al-caldo-arriva-autunno/ https://nuovaperiferia.it/attualita/stop-al-caldo-arriva-autunno/#respond Fri, 21 Sep 2018 14:49:10 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41902 Stop al caldo, arriva l’autunno. Nel weekend sono previsti temporali, mentre in settimana si verificherà un calo delle temperature. Stop al caldo Nel fine settimana un fronte freddo collegato ad una perturbazione in discesa dal Nord Europa lambirà le Alpi, portando un sabato instabile.  La giornata di domenica vedrà nubi irregolari pure al Nord, specie […]

Continua la lettura di Stop al caldo, arriva l’autunno su La Nuova Periferia.

]]>
Stop al caldo, arriva l’autunno. Nel weekend sono previsti temporali, mentre in settimana si verificherà un calo delle temperature.

Stop al caldo

Nel fine settimana un fronte freddo collegato ad una perturbazione in discesa dal Nord Europa lambirà le Alpi, portando un sabato instabile.  La giornata di domenica vedrà nubi irregolari pure al Nord, specie in Valpadana, ma con precipitazioni scarse o del tutto assenti.

Autunno in arrivo

“La prossima settimana l’alta pressione proteggerà solo in parte l’Italia, lasciando il fianco destro libero a correnti più fredde dai Balcani” – spiega Ferrara di 3bmeteo.com – “avremo così un generale calo delle temperature specie al Nord e lungo le adriatiche, con qualche rovescio di passaggio al Centrosud ( non escluso anche il ritorno della neve in Appennino ma la previsione è ancora in fase di analisi ). Le temperature minime potranno scendere sotto i 10°C sulle aree interne, mentre le massime non superare i 20-22°C su diverse aree del Nord e regioni adriatiche. Da segnalare anche il vento a tratti forte di Tramontana, bora e Grecale con mari mossi o molto mossi. Il sole comunque non mancherà, specie al Nord e sulle centrali tirreniche dove la nuova settimana dovrebbe essere spesso soleggiata”

Maltempo in Europa

“Da segnalare infine anche il maltempo sull’Europa: dopo la forte perturbazione su Isole Britanniche e Norvegia, una seconda tempesta è attesa entro lunedì su Stati Centrali e poi orientali. Dai Paesi Bassi a Danimarca, Germania, Polonia e poi Balcani si potranno avere così venti forti, con raffiche anche di oltre 100km/h, ma soprattutto un tracollo delle temperature con ritorno della neve sui rilievi fino alle quote medie. In meno di 48 ore si passerà così dal caldo anomalo a condizioni tardo autunnali” concludono da 3bmeteo.com

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Stop al caldo, arriva l’autunno su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/stop-al-caldo-arriva-autunno/feed/ 0
Frutta secca, proprietà e benefici https://nuovaperiferia.it/cucina/frutta-secca-proprieta-e-benefici/ Fri, 21 Sep 2018 14:37:02 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41899 Con il termine frutta secca si indica la frutta con il guscio, come noci, mandorle pistacchi e così via. Anche la frutta polposa come i fichi, l’uva e le pesche che vengono disidratate in diverse maniere si può comunque definire secca. Frutta secca, l’uso nelle ricette La frutta “a guscio” è utilizzata nelle ricette, intera, […]

Continua la lettura di Frutta secca, proprietà e benefici su La Nuova Periferia.

]]>
Con il termine frutta secca si indica la frutta con il guscio, come noci, mandorle pistacchi e così via. Anche la frutta polposa come i fichi, l’uva e le pesche che vengono disidratate in diverse maniere si può comunque definire secca.

Frutta secca, l’uso nelle ricette

La frutta “a guscio” è utilizzata nelle ricette, intera, macinata o sfarinata per decorare l’esterno di dolci e biscotti, oltre che nell’interno degli impasti. Noci, mandorle, nocciole, oltre al guscio duro, sono coperte da una buccia pellicolare e sono usate, sia sbucciate, sia con buccia. In molte ricette si utilizzano nocciole o mandorle che sono tostate leggermente in forno prima dell’impiego.

Ipercalorica e…

La frutta secca è ipercalorica, è un alimento lipidico cioè ricco di grassi; contrariamente alla frutta fresca che è un alimento glicidico, ricco di carboidrati. E’ in genere presente nei regimi alimentari poveri proprio per l’alto consumo calorico, non consigliata nelle diete.

Continua la lettura di Frutta secca, proprietà e benefici su La Nuova Periferia.

]]>
Ricette con la farina di mais, polenta e miascia https://nuovaperiferia.it/cucina/ricette-con-la-farina-di-mais-polenta-e-miascia/ Fri, 21 Sep 2018 14:19:20 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41896 Andiamo a riscoprire due ricette con la farina di mais, ingrediente tipicamente lombardo. Molto diffuso sulle tavole fino a qualche anno fa e oggi ancora molto apprezzato particolarmente in Brianza. Ricette con la farina di mais: polenta con la salvia Ingredienti: 350 g. farina di mais; 1 cipolla; erba salvia (q.b.); prezzemolo (q.b.); 3 acciughe […]

Continua la lettura di Ricette con la farina di mais, polenta e miascia su La Nuova Periferia.

]]>
Andiamo a riscoprire due ricette con la farina di mais, ingrediente tipicamente lombardo. Molto diffuso sulle tavole fino a qualche anno fa e oggi ancora molto apprezzato particolarmente in Brianza.

Ricette con la farina di mais: polenta con la salvia

Ingredienti: 350 g. farina di mais; 1 cipolla; erba salvia (q.b.); prezzemolo (q.b.); 3 acciughe acciughe salate; 50 g. di funghi secchi; 100 g. olio; 50 g. di farina bianca. Preparare la polenta con la farina gialla facendola cuocere per 50 minuti. Nel frattempo mettere a fuoco vivo la casseruola con 70 g di olio, aggiungere la cipolla tagliata a pezzettini, l’erba salvia ed il prezzemolo tritati, nonché le acciughe sminuzzate. Aggiungere i funghi secchi, precedentemente messi a mollo in acqua tiepida e sminuzzati. Quando il composto sarà rosolato, versarlo sulla polenta e rimestare fino a completa cottura. Versare la polenta sull’apposita asse, tagliarla a fette, infarinare e cuocere brevemente nel restante olio già riscaldato, sempre con un po’ di erba salvia.

Ricette con la farina di mais: miascia

Ingredienti: 500 g di farina bianca e gialla impastate, 1/2 litro di latte intero, 2 uova, 3 amaretti, 1 mela, 1 pera, pinoli qb, uvette qb, 1 bicchiere di liquore amaretto, 30 g di burro , 1 cucchiaio di farina bianca, 50 g. di cioccolato amaro in scaglia, 75 g. di zucchero. Mettere a mollo nel latte per circa 2 ore l’impasto tra le due farine utilizzando una zuppiera. Stemperarlo con un cucchiaio, aggiungere le uova, le uvette precedentemente poste in acqua tiepida, i pinoli, la mela e la pera tagliate a fettine, lo zucchero, gli amaretti sbriciolati e il liquore.

E per concludere…

Lavorare l’impasto con il cucchiaio e versare in una tortiera imburrata e infarinata. Spolverare il composto con lo zucchero e il cioccolato in scaglie e guarnire con il burro. Cuocere in forno a 200°C per 15 minuti, quindi a 150°C per altri 15 minuti. Sfornare e servire tiepida o a temperatura ambiente.

Continua la lettura di Ricette con la farina di mais, polenta e miascia su La Nuova Periferia.

]]>
CasaPound Torino sigilla la scuola De Amicis per la sicurezza dei bambini https://nuovaperiferia.it/cronaca/casapound-torino-sigilla-la-scuola-de-amicis-per-la-sicurezza-dei-bambini/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/casapound-torino-sigilla-la-scuola-de-amicis-per-la-sicurezza-dei-bambini/#respond Fri, 21 Sep 2018 13:57:22 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41892 CasaPound Torino protagonista di una nuova iniziativa, un altro blitz notturno sul territorio. CasaPound Torino: nuovo blitz nella notte Nella notte i militanti di CasaPound hanno apposto, simbolicamente, i sigilli alla scuola elementare ‘De Amicis’ situata in Piazza Vittorio Veneto a Venaria Reale. Veri e propri sigilli, quasi in stile “scena del crimine”. Il tema […]

Continua la lettura di CasaPound Torino sigilla la scuola De Amicis per la sicurezza dei bambini su La Nuova Periferia.

]]>
CasaPound Torino protagonista di una nuova iniziativa, un altro blitz notturno sul territorio.

CasaPound Torino: nuovo blitz nella notte

Nella notte i militanti di CasaPound hanno apposto, simbolicamente, i sigilli alla scuola elementare ‘De Amicis’ situata in Piazza Vittorio Veneto a Venaria Reale. Veri e propri sigilli, quasi in stile “scena del crimine”. Il tema è quello della sicurezza degli istituti scolastici del territorio. Ed è anche per questo che sui cartelli affissi all’ingresso della scuola, è ben riportata la dicitura “Attenzione, caduta soffitti”.

Il commento di Matteo Rossino

Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound, e Gaetano Cuttaia militante venariese spiegano le ragioni della protesta: ”l’ultimo piano è pericolante, ci sono infiltrazioni pericolose sia per la tenuta della struttura che per il fiorire di funghi e muffe che possono nuocere gravemente alla salute degli studenti. La giunta comunale aveva promesso lavori di ristrutturazione, la ‘fine lavori’ era prevista prima dell’inizio dell’anno scolastico, ma ovviamente le promesse sono state disattese e gli alunni continuano ad essere in serio pericolo proprio nel luogo in cui dovrebbero essere più tutelati. Continueremo a monitorare gli sviluppi, siamo sicuri che, grazie alla nostra azione, in breve tempo, la scuola tornerà agibile e sicura.”

Marco Racca, coordinatore regionale

“A Venaria molte persone si stanno avvicinando a CasaPound, molte famiglie ci chiamano per avvisarci di problemi, alcuni dei quali molto seri come una scuola elementare fatiscente” – aggiunge Marco Racca, coordinatore regionale del movimento – “Questo è un tema che mi sta molto a cuore, sono padre anche io e mai vorrei che mio figlio fosse in pericolo tra i banchi di scuola, sono e siamo determinati a far risolvere il problema al più presto, la sicurezza dei nostri figli è imprescindibile.”

Continua la lettura di CasaPound Torino sigilla la scuola De Amicis per la sicurezza dei bambini su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/casapound-torino-sigilla-la-scuola-de-amicis-per-la-sicurezza-dei-bambini/feed/ 0
Multe per chi sporca a Livorno https://nuovaperiferia.it/attualita/multe-per-chi-sporca-a-livorno/ https://nuovaperiferia.it/attualita/multe-per-chi-sporca-a-livorno/#respond Fri, 21 Sep 2018 13:54:33 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41889 Multe per chi sporca a Livorno. Parte così il “pacchetto decoro”. Le multe Dal primo ottobre entra in vigore il «Pacchetto decoro». L’amministrazione comunale guidata da Stefano Corgnati punta sul giro di vite e inasprisce le sanzioni per chi sporca il paese, gettando mozziconi di sigaretta o non raccogliendo le deiezioni canine. Le novità arrivano dal capogruppo di maggioranza in […]

Continua la lettura di Multe per chi sporca a Livorno su La Nuova Periferia.

]]>
Multe per chi sporca a Livorno. Parte così il “pacchetto decoro”.

Le multe

Dal primo ottobre entra in vigore il «Pacchetto decoro». L’amministrazione comunale guidata da Stefano Corgnati punta sul giro di vite e inasprisce le sanzioni per chi sporca il paese, gettando mozziconi di sigaretta o non raccogliendo le deiezioni canine. Le novità arrivano dal capogruppo di maggioranza in Consiglio, Davide Mosca, cui sono state affidate le deleghe per il decoro urbano, che annuncia sanzioni di 50 euro anche per chi porta a spasso il cane senza l’occorrente per la raccolta delle feci. «Per questo ci saranno controlli più frequenti e severi da parte della polizia municipale, che si avvarrà anche dell’aiuto delle telecamere di sorveglianza», annuncia Mosca.

Per avere strade più pulite

L’obiettivo è quello di rendere le strade, i portici di Via Galileo Ferraris e le piazze dei luoghi puliti, visto il verificarsi sempre più costante di episodi sgradevoli e un aumento della sporcizia anche nelle vie più centrali. «Tutti vogliamo un paese più bello da vivere e questo passo va in quella direzione, spiace constatare che si debba ricorrere a sanzioni per far agire in un modo che dovrebbe essere normale in una società civile. Ma il paese non si sporca da solo, siamo noi a sporcarlo e bisogna spendere i soldi pubblici di tutti per ripulirlo».

L’obiettivo

L’obiettivo del Comune è dunque quello di mettere in atto controlli più stringenti, come sottolinea il primo cittadino: «Riprendiamo con forza un’azione sanzionatoria, diventata doverosa: sono però convinto che o ogni singolo cittadino collabora a mantenere il paese pulito, oppure i risultati saranno limitati. È impossibile pensare di controllare ogni via del paese 24 ore su 24 con un organico di due vigili: ciò vale per qualsiasi azione di controllo diffuso». Per vedere i primi effetti concreti del «Pacchetto decoro» occorrerà attendere qualche mese e nel frattempo il Comune continuerà a collaborare con la scuola e le associazioni puntando sull’educazione civica.

Continua la lettura di Multe per chi sporca a Livorno su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/multe-per-chi-sporca-a-livorno/feed/ 0
Insegnante trovata morta: era stata investita https://nuovaperiferia.it/cronaca/insegnante-trovata-morta-era-stata-investita/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/insegnante-trovata-morta-era-stata-investita/#respond Fri, 21 Sep 2018 13:11:40 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41886 Insegnante trovata morta sul ciglio della strada statale 453 tra Albenga e Pieve è morta per un trauma. Si tratta di un colpo che i medici descrivono come  definito «colpo da investimento». Insegnate trovata morta Silvia Crosetto è l’insegnate di Moncalieri che lo scorso 14 luglio era stata trovata senza vita vicino alla sua auto. […]

Continua la lettura di Insegnante trovata morta: era stata investita su La Nuova Periferia.

]]>
Insegnante trovata morta sul ciglio della strada statale 453 tra Albenga e Pieve è morta per un trauma. Si tratta di un colpo che i medici descrivono come  definito «colpo da investimento».

Insegnate trovata morta

Silvia Crosetto è l’insegnate di Moncalieri che lo scorso 14 luglio era stata trovata senza vita vicino alla sua auto. Sarebbe morta in seguito ad un investimento. Questo è quello che è emerso in seguito all’esame autoptico. I carabinieri hanno esaminato i filmati delle telecamere e hanno poi controllato tutti i veicoli. Ma non è emerso alcun elemento significativo. La donna stava tornando a casa dopo aver trascorso le vacanze ad Andora.

Il ritrovamento

L’auto della donna era stata ritrovata con la portiera aperta dalla parte opposta al luogo del ritrovamento del cadavere e con la radio accesa.

Le ipotesi

Il ritrovamento della donna non aveva portato alcuna risposta sulle cause del decesso. Erano state molte le ipotesi avanzate. Dalla caduta accidentale, al malore e poi ancora si era parlato anche della presenza di un toro nell’area del ritrovamento. Adesso interverranno i Ris di Parma per fare ulteriori indagini.

 

 

 

Continua la lettura di Insegnante trovata morta: era stata investita su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/insegnante-trovata-morta-era-stata-investita/feed/ 0
Nuovo terremoto al confine tra Italia e Svizzera https://nuovaperiferia.it/attualita/nuovo-terremoto-al-confine-tra-italia-e-svizzera/ https://nuovaperiferia.it/attualita/nuovo-terremoto-al-confine-tra-italia-e-svizzera/#respond Fri, 21 Sep 2018 12:30:53 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41881 Continuano gli eventi sismici: nuovo terremoto al confine tra Italia e Svizzera. A Monte Moro, questa mattina venerdì 21 settembre. Nuovo terremoto tra Italia e Svizzera Sul confine tra Italia e Svizzera, questa mattina, venerdì 21 settembre, si è registrato un nuovo terremoto. La scossa si è verificata alle 5.47 a Monte Moro, al confine […]

Continua la lettura di Nuovo terremoto al confine tra Italia e Svizzera su La Nuova Periferia.

]]>
Continuano gli eventi sismici: nuovo terremoto al confine tra Italia e Svizzera. A Monte Moro, questa mattina venerdì 21 settembre.

Nuovo terremoto tra Italia e Svizzera

Sul confine tra Italia e Svizzera, questa mattina, venerdì 21 settembre, si è registrato un nuovo terremoto. La scossa si è verificata alle 5.47 a Monte Moro, al confine fra italia e Svizzera. La magnitudo registrata è stata di 1.2

Questo terremoto si aggiunge alle attività sismiche già registrate in Piemonte e in nord Italia nei giorni scorsi.

Continua la lettura di Nuovo terremoto al confine tra Italia e Svizzera su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/nuovo-terremoto-al-confine-tra-italia-e-svizzera/feed/ 0
“Attenti agli adesivi con i nomi sulle auto” : scoppia il caso https://nuovaperiferia.it/attualita/aattenti-agli-adesivi-con-i-nomi-sulle-auto-scoppia-il-caso/ https://nuovaperiferia.it/attualita/aattenti-agli-adesivi-con-i-nomi-sulle-auto-scoppia-il-caso/#respond Fri, 21 Sep 2018 10:11:54 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41876 Un post su Facebook ha scatenato un vero e proprio pandemonio. A finire nel mirino una mamma  che sabato scorso ha postato una riflessione sul proprio profilo in merito agli adesivi con i nomi di tutta la famiglia applicati sulle auto. Come scrive http://novaraoggi.it “Attenti agli adesivi con i nomi sulle auto” Nel post si vede […]

Continua la lettura di “Attenti agli adesivi con i nomi sulle auto” : scoppia il caso su La Nuova Periferia.

]]>
Un post su Facebook ha scatenato un vero e proprio pandemonio. A finire nel mirino una mamma  che sabato scorso ha postato una riflessione sul proprio profilo in merito agli adesivi con i nomi di tutta la famiglia applicati sulle auto. Come scrive http://novaraoggi.it

“Attenti agli adesivi con i nomi sulle auto”

Nel post si vede la foto di un’auto con attaccati sul retro degli adesivi raffiguranti, in modo stilizzato, tutti i membri della famiglia con tanto di nomi. Papà Mauro, mamma Gianna, le due sorelline Sara e Silvia. C’è persino l’animale da compagnia, la piccola Nina.

Le informazioni

In questo modo, secondo la mamma vengono messe a disposizione di chiunque sia nei paraggi dell’auto tutte queste informazioni personali sulla famiglia. Lei infatti sostiene che tutto ciò potrebbe essere pericoloso. Conoscendo i nomi di mamma e papà e persino quello dell’animaletto di casa sarebbe facile per un malintenzionato adescare una delle due figlie fuori da scuola o al parco.

Boom di condivisioni, commenti e segnalazioni

E a quanto pare la riflessione è sembrata legittima a molti. In soli 5 giorni sono state più di 7mila le condivisioni del post, infiniti i mi piace.  Ma, come spesso accade quando si tratta di post che diventano virali, non sono mancate le voci dissonanti. Insulti, segnalazioni e persino qualche minaccia di denuncia per procurato allarme.

 

Continua la lettura di “Attenti agli adesivi con i nomi sulle auto” : scoppia il caso su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/aattenti-agli-adesivi-con-i-nomi-sulle-auto-scoppia-il-caso/feed/ 0
Comital di Volpiano: Dal Comune 20mila euro al fondo garanzia per i lavoratori https://nuovaperiferia.it/attualita/comital-di-volpiano-dal-comune-20mila-euro-al-fondo-garanzia-per-i-lavoratori/ https://nuovaperiferia.it/attualita/comital-di-volpiano-dal-comune-20mila-euro-al-fondo-garanzia-per-i-lavoratori/#respond Fri, 21 Sep 2018 09:56:50 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41869 Riunione Comital di Volpiano: attesa per il 2 ottobre, scadenza per la presentazione delle offerte. Il sindaco De Zuanne: «Dal Comune 20mila euro al fondo di garanzia per i lavoratori». Come scrive http://ilcanavese.it Riunione per la Comital di Volpiano Si è svolto infatti ieri, 20 settembre 2018, negli uffici dell’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, alla […]

Continua la lettura di Comital di Volpiano: Dal Comune 20mila euro al fondo garanzia per i lavoratori su La Nuova Periferia.

]]>
Riunione Comital di Volpiano: attesa per il 2 ottobre, scadenza per la presentazione delle offerte. Il sindaco De Zuanne: «Dal Comune 20mila euro al fondo di garanzia per i lavoratori». Come scrive http://ilcanavese.it

Riunione per la Comital di Volpiano

Si è svolto infatti ieri, 20 settembre 2018, negli uffici dell’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, alla presenza dell’assessora Gianna Pentenero, un incontro sulla vicenda Comital di Volpiano.

I curatori fallimentari

All’incontro erano presenti i curatori fallimentari Massimiliano Basilio e Fabrizio Torchio. E il sindaco del Comune di Volpiano Emanuele De Zuanne con l’assessore alle Attività produttive Marco Sciretti, e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

La comunicazione del sindaco

Il primo cittadino di Volpiano Emanuele De Zuanne ha quindi annunciato: «Dal Comune 20mila euro al fondo di garanzia per i lavoratori».

Potrebbe interessarti anche: Sostegno per i lavoratori vittime della crisi Comital e Lamù

Caso Comital le famiglie non hanno nemmeno più i soldi per fare la spesa

Continua la lettura di Comital di Volpiano: Dal Comune 20mila euro al fondo garanzia per i lavoratori su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/comital-di-volpiano-dal-comune-20mila-euro-al-fondo-garanzia-per-i-lavoratori/feed/ 0
Vittima della strada: lunedì i funerali https://nuovaperiferia.it/attualita/vittima-della-strada-lunedi-i-funerali/ https://nuovaperiferia.it/attualita/vittima-della-strada-lunedi-i-funerali/#respond Fri, 21 Sep 2018 09:02:18 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41859 Saranno celebrati lunedì 24 settembre, alle ore 9, nella chiesa della Madonna della Guardia di Torino, i funerali di Giuseppe D’Amico, 87 anni, vittima della strada. Vittima della strada E’ l’ennesimo torinese vittima della strada in città: dai dati ufficiali Istat relativi al 2017, sulle strade urbane del territorio comunale torinese lo scorso anno si […]

Continua la lettura di Vittima della strada: lunedì i funerali su La Nuova Periferia.

]]>
Saranno celebrati lunedì 24 settembre, alle ore 9, nella chiesa della Madonna della Guardia di Torino, i funerali di Giuseppe D’Amico, 87 anni, vittima della strada.

Vittima della strada

E’ l’ennesimo torinese vittima della strada in città: dai dati ufficiali Istat relativi al 2017, sulle strade urbane del territorio comunale torinese lo scorso anno si sono verificati 3.037 incidenti (nel 2016 erano stati 2.964). Con 37 morti, dieci in più dell’anno precedente, contro un unico decesso registrato sulle strade extraurbane in 42 sinistri.

Investito

L’anziano, che risiedeva in via Bionaz, è stato investito da una motocicletta mentre procedeva a piedi in via Monginevro lo scorso 29 agosto. Era caduto sull’asfalto e aveva riportato un trauma cranico. In un primo momento pareva che il pensionato potesse farcela, ma nei giorni successivi le sue condizioni sono peggiorate e l’8 settembre è spirato all’ospedale Alle Molinette.

La Procura

Come da prassi, la Procura di Torino ha aperto un procedimento penale iscrivendo nel registro degli indagati per il reato di omicidio stradale il motociclista che lo ha travolto, P. M., 46 anni, pure lui di Torino. Il Pubblico Ministero titolare del fascicolo, la dottoressa Barbara Badellino, ha inoltre disposto l’esame autoptico sulla salma, incaricando un proprio consulente tecnico medico legale che ha effettuato l’esame mercoledì 19 settembre. Per essere assistiti, i familiari della vittima, attraverso il consulente personale, Giancarlo Bertolone, si sono affidati a Studio 3A, società specializzata a livello nazionale nella valutazione delle responsabilità in ogni tipologia di sinistro, a tutela dei diritti dei cittadini, e all’avvocato Giulio Vinciguerra, del Foro di Torino.

Il nulla osta

Giovedì 20 settembre è arrivato il nulla osta dall’autorità giudiziaria e si sono quindi potuti fissare i funerali. Si svolgeranno, appunto, lunedì prossimo, alle 9, nella chiesa della Madonna della Guardia. E saranno in tanti a voler dare l’ultimo saluto all’anziano.

Continua la lettura di Vittima della strada: lunedì i funerali su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/vittima-della-strada-lunedi-i-funerali/feed/ 0
Mondiale di Volley Maschile per tre giorni a Milano https://nuovaperiferia.it/sport/mondiale-di-volley-maschile-milano/ https://nuovaperiferia.it/sport/mondiale-di-volley-maschile-milano/#respond Fri, 21 Sep 2018 08:57:06 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41863 Il Mondiale di Volley Maschile arriva oggi, venerdì 21 settembrea Milano, dove si giocherà in contemporanea con Bologna, Sofìa e Varna la seconda fase del campionato. Mondiale di Volley Maschile per tre giorni a Milano Come un’onda in piena, la nazionale italiana di Chicco Blengini sta avanzando verso la finale di Torino portando con sé […]

Continua la lettura di Mondiale di Volley Maschile per tre giorni a Milano su La Nuova Periferia.

]]>
Il Mondiale di Volley Maschile arriva oggi, venerdì 21 settembrea Milano, dove si giocherà in contemporanea con Bologna, Sofìa e Varna la seconda fase del campionato.

Mondiale di Volley Maschile per tre giorni a Milano

Come un’onda in piena, la nazionale italiana di Chicco Blengini sta avanzando verso la finale di Torino portando con sé nuovi appassionati di pallavolo. Fans trascinati dall’entusiasmo di una squadra che, partita dopo partita, sta dimostrando di essere un padrone di casa all’altezza della situazione. Non solo i palazzetti registrano i sold out in occasione dei match degli azzurri, ma anche in televisione si registra uno share di ascolto costantemente superiore al 9%. E per tre giorni è la volta di Milano.

Quattro squadre al Mediolanum Forum

Insomma, la pallavolo sta finalmente avendo il riscontro di pubblico che merita. E Milano si è preparata ad accogliere al meglio le 4 squadre che si affronteranno sul campo in questo secondo turno, previsto dal 21 al 23 settembre. Ed esattamente come la città che lo ospita, Il Mediolanum Forum di Assago, simbolo dell’Olimpia basket e sede di grandi concerti, ha cambiato pelle per adattarsi ad una nuova avventura. In questi giorni, il pavimento in legno che tutti conosciamo è stato rivestito appositamente da una superficie tecnologicamente all’avanguardia, in grado di salvaguardare gli atleti dagli infortuni grazie all’elasticità del materiale. Oltre 750mq di Taraflex in tre colori -Coral per l’area di difesa, Terracotta per l’area d’attacco posta 3 metri sotto rete e Teal per la zona libera- tagliati e rifiniti, ricoprono ora il terreno di gioco e sono pronti a regalare a Milano una nuova e purissima emozione.

Le partite

Da stasera l’Italia di Chicco Blengini torna in campo, appunto a Milano, contro la Finlandia alle 21.15. Stesso orario anche domani, sabato 22 settembre, quando gli Azzurri si troveranno a sfidare la Russa. Infine, domenica 23 settembre, il match, sempre alle 21.15, contro l’Olanda.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Mondiale di Volley Maschile per tre giorni a Milano su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/sport/mondiale-di-volley-maschile-milano/feed/ 0
Pizzerie d’Italia, premiate le piemontesi: in classifica anche San Mauro https://nuovaperiferia.it/attualita/pizzerie-ditalia-piemonte/ https://nuovaperiferia.it/attualita/pizzerie-ditalia-piemonte/#respond Fri, 21 Sep 2018 08:25:08 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41850 Pizzerie d’Italia, premiate le piemontesi dal Gambero Rosso. In classifica anche San Mauro Torinese. Guida Pizzerie d’Italia Sono stati valutati oltre 600 locali per la guida Pizzerie d’Italia 2019 presentata oggi a Napoli. Sono state 62 le pizze premiate con i Tre Spicchi e 10 con le Tre Rotelle. Il punteggio è stato costruito analizzando, prima […]

Continua la lettura di Pizzerie d’Italia, premiate le piemontesi: in classifica anche San Mauro su La Nuova Periferia.

]]>
Pizzerie d’Italia, premiate le piemontesi dal Gambero Rosso. In classifica anche San Mauro Torinese.

Guida Pizzerie d’Italia

Sono stati valutati oltre 600 locali per la guida Pizzerie d’Italia 2019 presentata oggi a Napoli. Sono state 62 le pizze premiate con i Tre Spicchi e 10 con le Tre Rotelle. Il punteggio è stato costruito analizzando, prima di tutto, ogni fase della lavorazione, quindi dall’impasto fino a cottura e topping. E poi l’ambiente e il servizio, quest’ultimo comprensivo pure della proposta beverage.

Piemonte protagonista

Anche quest’anno il Piemonte risulta essere una Regione con molti premiati. A Cuneo, e più precisamente a La Morra, arriva il premio “I Tre Spicchi – Pizza Napoletana” alla pizzeria Perbacco con voto 90/100. A Torino, invece, alla “Libery Pizza & Artigianal Beer” il riconoscimento  “I Tre Spicchi – Pizza all’Italiana” con votazione 91/100. Ma anche per la categoria “Pizza a Degustazione” il Piemonte non deluse con ben due locali. A Saluzzo, ancora in provincia di Cuneo, con “Gusto Divino” 92/100 come anche quella Torino con “SestoGusto“.

San Mauro tra i migliori

Nella categoria “Pizza a Degustazione” c’è anche “Patrick Ricci. Terra, Grani, Esplorazioni” di San Mauro Torinese. A questa pizza il voto di 91/100.  Una conferma per il locale della provincia di Torino che arriva ancora una volta dopo sette anni.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Pizzerie d’Italia, premiate le piemontesi: in classifica anche San Mauro su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/pizzerie-ditalia-piemonte/feed/ 0
Consigli per vivere meglio, si parte dalla casa https://nuovaperiferia.it/casa/consigli-per-vivere-meglio-casa/ Fri, 21 Sep 2018 08:17:26 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41854 Consigli per vivere meglio, in pole position c’è la casa. Partire dall’abitazione per fare qualcosa per l’ambiente. Un’affermazione proposta dall’autorevole Time che mette la prospettiva di una ‘abitazione verde’ ben al secondo posto nelle sue cinquantuno cose che possiamo fare per rallentare il processo di riscaldamento del globo. Una piccola guida con alcune delle ‘migliori […]

Continua la lettura di Consigli per vivere meglio, si parte dalla casa su La Nuova Periferia.

]]>
Consigli per vivere meglio, in pole position c’è la casa. Partire dall’abitazione per fare qualcosa per l’ambiente. Un’affermazione proposta dall’autorevole Time che mette la prospettiva di una ‘abitazione verde’ ben al secondo posto nelle sue cinquantuno cose che possiamo fare per rallentare il processo di riscaldamento del globo. Una piccola guida con alcune delle ‘migliori idee per il pianeta’ semplificate, nella formula ‘consumare meno, condividere di più, vivere in maniera semplice’.

Consigli per vivere meglio riducendo l’impatto sull’ambiente

La casa, si diceva. Quella casa i cui consumi domestici solo negli Stati Uniti contribuiscono con il 16% all’emissione di gas serra sul totale nazionale. Ridurre l’impatto dell’uomo sull’ambiente non è solo questione di ciò che si guida (il riferimento è ovviamente al monossido di carbonio prodotto dalle auto). Ma anche una questione del luogo in cui si vive. L’importante però è agire, per così dire, dalle fondamenta: ovvero far installare fin dal momento della costruzione soluzioni e materiali che contribuiscano a massimizzare l’efficienza energetica della propria abitazione. Un’osservazione rilevante anche perché intervenire a casa ultimata risulta senz’altro più dispendioso. E poi, pensare semplice. Solo pochi e facili accorgimenti possono infatti ridurre ben del 40% i costi in bolletta, perché ‘non c’è bisogno di soluzioni da 24° secolo per problemi da 18°’.

Piccoli accorgimenti e interventi strutturali

Qualche esempio? Controllare la perdita di calore o aria proteggendo, all’occorrenza, finestre, porte e tutte le fessure; isolare dall’interno i pavimenti di solai, garage o cantine con materiali non tossici come, sembra impossibile, la stoffa dei jeans; sistemare il termostato un paio di gradi in meno in inverno e un paio in più in estate. Ci sono però anche interventi strutturali che dovrebbero venir presi in considerazione per favorire l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile. Impianti a energia elettrica solare, generatori eolici e pompe di calore geotermico e sistemi per sfruttare la ventilazione naturale, come i passaggi d’aria.

Una casa “green”

Altro consiglio, preferire sempre, se possibile, le case piccole e non solo perché le costruzioni grandi dal punto di vista architettonico possono trasformarsi in un’offesa all’ambiente, anche e soprattutto perché richiedono un dispendio di energia proporzionato alle dimensioni, oltre a un numero più elevato di materiali da costruzione con relativi scarti. In ogni caso è bene ricordare che una casa di medie dimensioni, ma pensata in ‘verde’, consuma comunque meno di una più piccola ma inefficiente per i consumi.

Continua la lettura di Consigli per vivere meglio, si parte dalla casa su La Nuova Periferia.

]]>
Come risparmiare sulle bollette di casa? Ecco il test dell’ermeticità https://nuovaperiferia.it/casa/come-risparmiare-sulle-bollette-di-casa/ Fri, 21 Sep 2018 08:05:44 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41851 Come risparmiare sulle bollette di casa? Domanda da un milione di dollari. Quello dell’efficienza energetica degli edifici è diventato un ritornello quasi quotidiano. Non solo per tutti coloro che operano nel settore casa, ma anche per chi in una casa, per quanto vecchia, ha la fortuna di abitare. Certo, chi ha una mentalità green, qualche […]

Continua la lettura di Come risparmiare sulle bollette di casa? Ecco il test dell’ermeticità su La Nuova Periferia.

]]>
Come risparmiare sulle bollette di casa? Domanda da un milione di dollari. Quello dell’efficienza energetica degli edifici è diventato un ritornello quasi quotidiano. Non solo per tutti coloro che operano nel settore casa, ma anche per chi in una casa, per quanto vecchia, ha la fortuna di abitare. Certo, chi ha una mentalità green, qualche soldo da parte e la voglia di imbarcarsi in un trasloco, può scegliere di fare un investimento importante trasferendosi con la famiglia in una nuova abitazione caratterizzata da criteri costruttivi di ultima generazione. Sul territorio, oggi, abitare in classe di efficienza energetica B, A e anche A+, è possibile.

Come risparmiare sulle bollette di casa?

Ma se cambiare casa non è possibile, è almeno ipotizzabile dare un bel taglio alle bollette domestiche? E se sì, come ottenerlo? Tralasciando i soliti consigli (spegnete la tv col pulsante, spegnete la luce quando uscite dalla stanza, non aprite e chiudete in continuazione la porta del frigorifero e altre banalità del genere…) forse il suggerimento più utile per ottenere un risparmio concreto nella bolletta può essere quello di fare eseguire a un tecnico specializzato (elenchi aggiornati sul portale di Casaclima) il cosiddetto “Blower door test” ovvero il test dell’ermeticità dell’immobile nel quale abitate. Una volta verificata la presenza di infiltrazioni e spifferi d’aria, sarà un gioco da ragazzi riuscire a tapparle ottenendo un immediato e consistente risparmio energetico.

Investire sulla propria abitazione

Solitamente, punti deboli degli edifici in fatto di dispersione termica sono il sottotetto e gli scantinati. In modo particolare vicino alle finestre e nei punti in cui tubi e cavi entrano in casa dall’esterno. Nel momento in cui il test evidenzi la presenza di spifferi d’aria intorno alle finestre, non c’è miglior consiglio che quello di cambiare i serramenti con altri di ultima generazione che, tra l’altro, fino a dicembre godono ancora delle agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica. Investire oggi nella propria casa, significa migliorare la qualità dell’abitare, ridurre gli sprechi e produrre risparmio.

Continua la lettura di Come risparmiare sulle bollette di casa? Ecco il test dell’ermeticità su La Nuova Periferia.

]]>
Esce di galera e perseguita il complice rimasto in libertà https://nuovaperiferia.it/cronaca/esce-di-galera-e-perseguita-venaria/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/esce-di-galera-e-perseguita-venaria/#respond Fri, 21 Sep 2018 07:48:42 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41847 Esce di galera e perseguita il complice rimasto in libertà. E’ accaduto mercoledì 19 settembre a Venaria. Esce di galera e perseguita il complice Arabia era stato arrestato nel 2012 per possesso di droga e in quella circostanza era in compagnia di Carlo. Dopo aver scontato qualche giorni di carcere, Arabia si era presentato a […]

Continua la lettura di Esce di galera e perseguita il complice rimasto in libertà su La Nuova Periferia.

]]>
Esce di galera e perseguita il complice rimasto in libertà. E’ accaduto mercoledì 19 settembre a Venaria.

Esce di galera e perseguita il complice

Arabia era stato arrestato nel 2012 per possesso di droga e in quella circostanza era in compagnia di Carlo. Dopo aver scontato qualche giorni di carcere, Arabia si era presentato a casa di Carlo e gli aveva chiesto il pagamento di 500 euro per le spese legali e per non aver fatto il suo nome agli inquirenti. Durante quell’incontro, Giovanni Arabia aveva picchiato violentemente Carlo per ottenere il denaro richiesto. A pagare il debito erano stati i genitori di Carlo. Arabia era sparito dalla vita di Carlo, ma è ricomparso nel maggio del 2018. Pedinamenti, auto danneggiate e continue richieste di denaro; 10 euro, 20 euro, 30 euro, piccolo somme ma la vita di Carlo era diventata un infermo perché Arabia lo seguiva ovunque e lo minacciava e picchiava in continuazione. Una sorta di stalker del ricatto.

Chiesto il “pizzo”

Dieci giorni prima dello stipendio di Carlo, Giovanni Arabia era sotto casa a incassare il pizzo del silenzio. “Sono finito in carcere per colpa tua, devi pagare per il mio silenzio”, continuava a ripetere ad ogni incontro. La vittima ha denunciato la sua vicenda ai carabinieri e con i militari ha concordato le modalità per la consegna dell’ultima rata da 500 euro. I militari si sono presentati all’appuntamento con Carlo e quando è avvenuto la consegna del denaro, i carabinieri sono intervenuti per fermare Arabia. L’uomo è stato arrestato per estorsione e collocato ai domiciliari.

L’arresto

I carabinieri della Stazione di Venaria sono intervenuti in Via Giordano Bruno a Venaria, per arrestare Giovanni Arabia, 23 anni, residente a Venaria, per estorsione. L’intervento dei militari è stato richiesto da Carlo (nome di fantasia), un operaio di 25 anni, residente a Venaria, che ha denunciato di essere vittima di estorsione dal 2012 da parte di Giovanni Arabia.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Esce di galera e perseguita il complice rimasto in libertà su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/esce-di-galera-e-perseguita-venaria/feed/ 0
Tre barboni ubriachi si sdraiano davanti al Carrefour FOTO e VIDEO https://nuovaperiferia.it/cronaca/tre-barboni-carrefour-chivasso/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/tre-barboni-carrefour-chivasso/#comments Fri, 21 Sep 2018 07:26:19 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41832 Tre barboni sdraiati davanti al Carrefour Express di via Corti a Chivasso. Gli uomini sarebbe ubriachi. Tre barboni ubriachi si sdraiano Questa mattina, venerdì 21 settembre, davanti al Carrefour Express di via Corti a Chivasso tre uomini si sono sdraiati, infastidendo i clienti. Si tratta di tre senzatetto ubriachi che non hanno manifestato alcuna intenzione […]

Continua la lettura di Tre barboni ubriachi si sdraiano davanti al Carrefour FOTO e VIDEO su La Nuova Periferia.

]]>
Tre barboni sdraiati davanti al Carrefour Express di via Corti a Chivasso. Gli uomini sarebbe ubriachi.

Tre barboni ubriachi si sdraiano

Questa mattina, venerdì 21 settembre, davanti al Carrefour Express di via Corti a Chivasso tre uomini si sono sdraiati, infastidendo i clienti. Si tratta di tre senzatetto ubriachi che non hanno manifestato alcuna intenzione di spostarsi da davanti all’ingresso.

I soccorsi

Immediato l’arrivo della polizia municipale di Chivasso che stanno cercando, proprio in questo momento, di liberare lo spazio davanti al market. I tre, infatti, stanno discutendo animatamente con i civich.

WhatsApp Video 2018-09-21 at 09.17.45

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Tre barboni ubriachi si sdraiano davanti al Carrefour FOTO e VIDEO su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/tre-barboni-carrefour-chivasso/feed/ 1
Travolto da pala meccanica: morto un uomo https://nuovaperiferia.it/cronaca/travolto-da-pala-meccanica/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/travolto-da-pala-meccanica/#respond Fri, 21 Sep 2018 07:10:41 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41830 Travolto da pala meccanica: morto un uomo nell’azienda dell’Astigiano. La tragedia nella distilleria di Motta di Costigliole. Travolto da pala meccanica Nella distilleria di Motta di Costigliole, nell’Astigiano, è avvenuta una tragedia sul lavoro ieri, giovedì 20 settembre. Una pala ha travolto un uomo uccidendolo. L’uomo, un 81enne, si trovava nell’azienda per consegnare un carico di vinacce. Il […]

Continua la lettura di Travolto da pala meccanica: morto un uomo su La Nuova Periferia.

]]>
Travolto da pala meccanica: morto un uomo nell’azienda dell’Astigiano. La tragedia nella distilleria di Motta di Costigliole.

Travolto da pala meccanica

Nella distilleria di Motta di Costigliole, nell’Astigiano, è avvenuta una tragedia sul lavoro ieri, giovedì 20 settembre. Una pala ha travolto un uomo uccidendolo. L’uomo, un 81enne, si trovava nell’azienda per consegnare un carico di vinacce.

Il fatto

L’uomo, infatti, era il titolare di un’azienda di Monteu Roero. Secondo le prime informazioni, la pala stava facendo manovra nel cortile della distilleria quando ha travolto l’uomo.

I soccorsi

Sul posto sono immediatamente giunti i vigili del fuoco e il 118 ma per l’uomo non c’è stato più nulla da fare. Sul fatto sta svolgendo gli accertamenti anche gli ispettori del Spresal.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Travolto da pala meccanica: morto un uomo su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/travolto-da-pala-meccanica/feed/ 0
Coltelli e droga nella borsa, denunciata https://nuovaperiferia.it/cronaca/coltelli-e-droga-nella-borsa-denunciata/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/coltelli-e-droga-nella-borsa-denunciata/#respond Fri, 21 Sep 2018 06:56:01 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41828 Coltelli e droga nella borsa, denunciata una donna dalla Guardia di Finanza di Torino dopo che l’ha fermata nei pressi della Stazione Ferroviaria di Ciriè. Coltelli e droga nella borsa La Guardia di Finanza di Torino ha fermato una ventenne di Cirié lo scorso pomeriggio nei pressi della Stazione Ferroviaria della cittadina. I finanzieri, nel corso […]

Continua la lettura di Coltelli e droga nella borsa, denunciata su La Nuova Periferia.

]]>
Coltelli e droga nella borsa, denunciata una donna dalla Guardia di Finanza di Torino dopo che l’ha fermata nei pressi della Stazione Ferroviaria di Ciriè.

Coltelli e droga nella borsa

La Guardia di Finanza di Torino ha fermato una ventenne di Cirié lo scorso pomeriggio nei pressi della Stazione Ferroviaria della cittadina. I finanzieri, nel corso del quale, all’interno della borsa della donna, sono stati rinvenuti due coltelli. Uno in particolare del tipo balisong, comunemente noto come “farfalla” per il suo particolare manico che si apre longitudinalmente in due parti per scoprirne la lama, lunga, in questo caso, oltre 10 centimetri.

Il sequestro

Ascoltata a lungo dagli inquirenti, la ragazza, già nota alle Forze dell’Ordine non ha saputo giustificare il possesso dei coltelli, che naturalmente sono stati sequestrati per evitarne un uso improprio. Unitamente ad alcuni grammi di marijuana rinvenuti tra i suoi effetti personali.

Denunciata

La giovane è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Ivrea per porto abusivo di armi.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Coltelli e droga nella borsa, denunciata su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/coltelli-e-droga-nella-borsa-denunciata/feed/ 0
ITW licenzia 32 dipendenti: “E’ inaccettabile” https://nuovaperiferia.it/economia/itw-licenzia-32-dipendenti/ https://nuovaperiferia.it/economia/itw-licenzia-32-dipendenti/#respond Thu, 20 Sep 2018 15:32:27 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41824 ITW licenzia 32 dipendenti: “E’ inaccettabile”. Sono queste le parole dell’assessore regionale al lavoro Gianna Pentenero. ITW licenzia 32 dipendenti All’Unione Industriale infatti i vertici dell’azienda ITW di Pralormo hanno confermato i 32 licenziamenti su 77 lavoratori ad inizio settembre. Una decisione che ha visto gli operai opporsi insieme ai sindacati. Scioperi e manifestazioni per dire […]

Continua la lettura di ITW licenzia 32 dipendenti: “E’ inaccettabile” su La Nuova Periferia.

]]>
ITW licenzia 32 dipendenti: “E’ inaccettabile”. Sono queste le parole dell’assessore regionale al lavoro Gianna Pentenero.

ITW licenzia 32 dipendenti

All’Unione Industriale infatti i vertici dell’azienda ITW di Pralormo hanno confermato i 32 licenziamenti su 77 lavoratori ad inizio settembre. Una decisione che ha visto gli operai opporsi insieme ai sindacati. Scioperi e manifestazioni per dire no a questi tagli.

L’intervento dei 5 Stelle

Ad intervenire nei giorni scorsi Francesca Frediani del Movimento 5 Stelle:

“Siamo al fianco dei lavoratori ITW di Pralormo in sciopero per gli annunciati 32 esuberi su 77 dipendenti. La Regione Piemonte non può restare a guardare. Deve intervenire subito convocando i vertici aziendali con l’obiettivo di evitare i licenziamenti ed arrivare ad una soluzione accettabile. Interrogheremo dunque l’assessore Pentenero per chiedere con quali modalità intenda prendere parte a questa complessa vicenda”.

Le parole dell’assessore

“La decisione della multinazionale Itw di licenziare 32 lavoratori è inaccettabile, considerato che si tratta di un’azienda in attivo che potrebbe accedere agli ammortizzatori sociali ed elaborare un piano industriale per superare le criticità attuali”. Lo ha dichiarato l’assessora al Lavoro della Regione, Gianna Pentenero, che oggi ha incontrato i lavoratori in presidio davanti alla fabbrica. “Mi auguro – ha aggiunto Pentenero – che nel nuovo incontro sindacale in programma domani all’Unione Industriale Itw rivaluti la propria posizione. La Regione Piemonte continuerà naturalmente a seguire con la massima attenzione la vicenda, disponibile a mettere in campo tutti gli strumenti che dovessero essere utili per tutelare la produzione e i posti di lavoro sul territorio”.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di ITW licenzia 32 dipendenti: “E’ inaccettabile” su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/economia/itw-licenzia-32-dipendenti/feed/ 0
Nuovo camion vigili del fuoco entra in servizio https://nuovaperiferia.it/attualita/camion-vigili-del-fuoco/ https://nuovaperiferia.it/attualita/camion-vigili-del-fuoco/#respond Thu, 20 Sep 2018 15:21:11 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41822 Nuovo camion vigili del fuoco entra in servizio a Chivasso. Dopo mesi e mesi di attesa, l’arrivo ufficiale dell’Aps VF29329. Nuovo camion vigili del fuoco Entra ufficialmente in servizio oggi, giovedì 20 settembre, il nuovo mezzo dei vigili del fuoco di Chivasso. Si tratta dell’Aps VF29329 da mesi molto atteso in caserma dai volontari. La convenzione […]

Continua la lettura di Nuovo camion vigili del fuoco entra in servizio su La Nuova Periferia.

]]>
Nuovo camion vigili del fuoco entra in servizio a Chivasso. Dopo mesi e mesi di attesa, l’arrivo ufficiale dell’Aps VF29329.

Nuovo camion vigili del fuoco

Entra ufficialmente in servizio oggi, giovedì 20 settembre, il nuovo mezzo dei vigili del fuoco di Chivasso. Si tratta dell’Aps VF29329 da mesi molto atteso in caserma dai volontari.

La convenzione

Nella giornata di lunedì 23 luglio, intanto, a sette mesi dalla presentazione alla popolazione, è stata firmata la convenzione  tra il Ministero e l’associazione Santa Barbara. Questa  riguardava proprio l’utilizzo del nuovo camion Aps da destinare ai volontari. La firma è stata siglata nella sede del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

Un sogno che si avvera

Un sogno che si avvera. Infatti dopo anni di lotta, di risparmi, di raccolta fondi con mille iniziative ma anche di burocrazia è arrivo il nuovo mezzo.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di Nuovo camion vigili del fuoco entra in servizio su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/camion-vigili-del-fuoco/feed/ 0
Strappa la collana ad un ragazzo: denunciato https://nuovaperiferia.it/cronaca/strappa-la-collana-ad-un-ragazzo-denunciato/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/strappa-la-collana-ad-un-ragazzo-denunciato/#respond Thu, 20 Sep 2018 14:41:39 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41820 Strappa la collana ad un ragazzo a Torino: denunciato un giovane di 15 anni dai carabinieri di Livorno Ferraris. Strappa la collana ad un ragazzo Il 12 agosto scorso, un 19enne residente a Bianzè aveva denunciato ai Carabinieri di essere stato vittima del furto della propria catenina a Torino. Il fatto dopo aver trascorso una […]

Continua la lettura di Strappa la collana ad un ragazzo: denunciato su La Nuova Periferia.

]]>
Strappa la collana ad un ragazzo a Torino: denunciato un giovane di 15 anni dai carabinieri di Livorno Ferraris.

Strappa la collana ad un ragazzo

Il 12 agosto scorso, un 19enne residente a Bianzè aveva denunciato ai Carabinieri di essere stato vittima del furto della propria catenina a Torino. Il fatto dopo aver trascorso una serata con amici in una discoteca del quartiere di San Salvario. La brutta avventura del giovane è avvenuta all’uscita del locale, intorno alle 02:00 della notte di domenica. Insieme ad alcuni amici si era soffermato a chiacchierare prima di riprendere la strada di casa. Il gruppo di ragazzi era stato avvicinato da alcuni giovanissimi che si erano loro rivolti con la banale scusa di chiedere una sigaretta. Improvvisamente uno dei ragazzi, con un gesto fulmineo allungava un braccio verso il collo del 19enne e agguantava la sua catenina d’oro, strappandogliela dal collo e dandosi alla fuga a gambe levate per le vie circostanti insieme ai suoi amici. A nulla è valso il tentativo di raggiungerlo.

Le indagini

Gli accertamenti dei Carabinieri della Stazione di Livorno hanno però consentito di identificare il 15enne.  La vittima ha riconosciuto il giovane in sede di individuazione fotografica. Gli uomini dell’Arma l’hanno differito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria competente.

Denunciato

I Carabinieri della Stazione di Livorno Ferraris hanno deferito in stato di libertà un 15enne egiziano residente a Torino, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio e la persona, perché ritenuto responsabile di furto con strappo.

 

Continua la lettura di Strappa la collana ad un ragazzo: denunciato su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/strappa-la-collana-ad-un-ragazzo-denunciato/feed/ 0
McDonald’s, Big Mac festeggia 50 anni https://nuovaperiferia.it/attualita/mcdonalds-big-mac-festeggia-i-50-anni/ https://nuovaperiferia.it/attualita/mcdonalds-big-mac-festeggia-i-50-anni/#respond Thu, 20 Sep 2018 13:55:18 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41816 McDonald’s festeggia i 50 anni del Big Mac. Lo fa organizzando un compleanno speciale, all’insegna della solidarietà. La notte del 20 settembre il panino verrà infatti venduto al prezzo di 50 centesimi. Big Mac festeggia i 50 anni McDonald’s festeggia i 50 anni del Big Mac. Lo fa organizzando un compleanno speciale, all’insegna della solidarietà. La notte del 20 settembre il […]

Continua la lettura di McDonald’s, Big Mac festeggia 50 anni su La Nuova Periferia.

]]>
McDonald’s festeggia i 50 anni del Big Mac. Lo fa organizzando un compleanno speciale, all’insegna della solidarietà. La notte del 20 settembre il panino verrà infatti venduto al prezzo di 50 centesimi.

Big Mac festeggia i 50 anni

McDonald’s festeggia i 50 anni del Big Mac. Lo fa organizzando un compleanno speciale, all’insegna della solidarietà. La notte del 20 settembre il panino verrà infatti venduto al prezzo di 50 centesimi. Tutti i ricavi saranno donati in beneficenza a Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald. Ogni anno la Fondazione aiuta migliaia di bambini malati e le loro famiglie che si trovano a dover affrontare cure e degenze lontano da casa. Il Piemonte è una delle regioni italiane in cui il celebre panino viene maggiormente apprezzato. Ogni giorno infatti ne vengono consumati più di 5.100!

La storia

Ma qual è la storia di un prodotto così amato? Correva l’anno 1968 quando McDonald’s introdusse in tutti i suoi ristoranti il prodotto che avrebbe cambiato non solo la storia dell’azienda. Ma quella dei consumi globali: il Big Mac. Oggi, miliardi di panini dopo, Big Mac compie quindi 50 anni. Cinquant’anni in cui si è trasformato in un’icona in tutto il mondo. Fu l’imprenditore americano di origini italiane Jim Delligatti ad avere l’intuizione di raddoppiare il “semplice” hamburger. Creando dunque una combinazione perfetta tra le due fette di carne, il pane ricoperto di sesamo, le cipolle, i cetriolini sottaceto, il formaggio, la lattuga e la salsa speciale. Sette centimetri di puro gusto che vengono ben presto inseriti in tutti i ristoranti McDonald’s al prezzo di 45 centesimi di dollaro. Un successo inarrestabile, che oggi vede il Big Mac venduto in oltre 100 Paesi nel mondo e apprezzato ogni anno da più di 20 milioni di italiani.

Un’invenzione favolosa

Come capita alle invenzioni che segnano le epoche, il Big Mac riesce a superare i suoi confini materiali ed entra nell’immaginario collettivo nelle forme più diverse. A dare il proprio tributo all’iconico panino ci sono numerosi artisti contemporanei – dalle sculture di Tom Friedman ai mosaici di Jim Bachor –, il mondo del cinema, con l’indimenticabile citazione di Pulp Fiction (Come lo chiamano il Big Mac a Parigi? – Be’, il Big Mac è il Big Mac! Lo chiamano “Le Big Mac”);fino alla letteratura, tanto che Stephen King dichiara di essere “l’equivalente letterario del Big Mac”. E anche gli economisti di Wall Street gli hanno reso omaggio coniando l’espressione “Big Mac Index”, in cui il panino – scelto come riferimento per la sua accessibilità universale – si trasforma in uno strumento di comparazione del potere di acquisto nelle varie nazioni del mondo.

Il simbolo dell’azienda

Il Big Mac, quindi, diventa il simbolo di un’azienda che coniuga il respiro globale e l’anima locale. Rappresenta infatti al meglio la capacità di McDonald’s di adattarsi ai mercati e alle culture. In India è chiamato Maharaja Mac e contiene carne di pollo o burger di mais. In Italia, dove c’è una particolare attenzione all’origine e alla tracciabilità delle carni, è prodotto solo con carni provenienti da allevamenti nazionali e con un sistema che permette di risalire in sole tre ore alla stalla, alla data e al luogo di macellazione dell’animale. Sarà per la provenienza locale, sicura e certificata delle carni, per il gusto unico della sua salsa o per l’idea stessa di mangiare un prodotto iconico, ma anche nel nostro paese il Big Mac è particolarmente amato: ogni anno se ne consumano infatti oltre 20 milioni, una quantità sufficiente da ricoprire la distanza fra Palermo e Bolzano.

MC DONALD’S C’E’ ANCHE A CHIVASSO

 

Continua la lettura di McDonald’s, Big Mac festeggia 50 anni su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/mcdonalds-big-mac-festeggia-i-50-anni/feed/ 0
La nipote del Duce in città https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/nipote-duce-livorno/ https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/nipote-duce-livorno/#comments Thu, 20 Sep 2018 13:40:32 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=41813 A Livorno Ferraris arriva la nipote del Duce, Benito Mussolini.  Si tratta di un evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune. La nipote del Duce in città A Livorno Ferraris arriva la nipote di Benito Mussolini, il Duce. Si tratta di un evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune per la serata di venerdì 21 […]

Continua la lettura di La nipote del Duce in città su La Nuova Periferia.

]]>
A Livorno Ferraris arriva la nipote del Duce, Benito Mussolini.  Si tratta di un evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune.

La nipote del Duce in città

A Livorno Ferraris arriva la nipote di Benito Mussolini, il Duce. Si tratta di un evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune per la serata di venerdì 21 settembre. Alle 21, infatti, nella Sala del Comitato Genitori di via Cesare Battisti 89 si svolgerà la presentazione del libro «Donna Rachele mia nonna» di Edda Negri Mussolini.

L’evento

A presentare la serata sarà Fabio Merlo, avvocato. Nel libro, Negri Mussolini, racconta la nonna, la moglie di Mussolini. Quella donna semplice che l’ha cresciuta dopo la scomparsa della mamma Anna Maria. Si tratta di un libro che vuole raccontare la vita famigliare di Donna Rachele. Un testo di emozioni e sentimenti, ma anche di foto proprio per cercare di scoprire quella famiglia che ha caratterizzato il periodo del Ventennio.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

Continua la lettura di La nipote del Duce in città su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/nipote-duce-livorno/feed/ 1