La Nuova Periferia https://nuovaperiferia.it Mon, 12 Nov 2018 17:54:05 +0000 it-IT hourly 1 Acqua e muffa nell’alloggio popolare di Trino https://nuovaperiferia.it/attualita/acqua-e-muffa-nellalloggio-popolare-di-trino/ https://nuovaperiferia.it/attualita/acqua-e-muffa-nellalloggio-popolare-di-trino/#respond Mon, 12 Nov 2018 17:54:05 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45461 Acqua e muffa nell’appartamento dell’Atc della famiglia di Rosalba Loru a Trino. Come scrive http://notiziaoggi Acqua e muffa in casa «Piove dentro la camera da letto. Il nostro alloggio Atc è sempre in condizioni  drammatiche». A lanciare l’appello è ancora Rosalba Loru. Avevamo denunciato lo scorso gennaio, la precaria situazione della sua famiglia (il marito disoccupato […]

Continua la lettura di Acqua e muffa nell’alloggio popolare di Trino su La Nuova Periferia.

]]>
Acqua e muffa nell’appartamento dell’Atc della famiglia di Rosalba Loru a Trino. Come scrive http://notiziaoggi

Acqua e muffa in casa

«Piove dentro la camera da letto. Il nostro alloggio Atc è sempre in condizioni  drammatiche». A lanciare l’appello è ancora Rosalba Loru. Avevamo denunciato lo scorso gennaio, la precaria situazione della sua famiglia (il marito disoccupato dal 2013 e il figlio ha dei problemi di salute). Purtroppo, pare che non ci siano dei passi in avanti. Ma non è ancora arrivata la proposta di un cambio alloggio? «Sono andata in Comune – commenta la Loru – a parlare con l’assessore, Elisabetta Borgia. In effetti una nuova opportunità c’è stata, ma sono stata costretta a rifiutare perché l’alloggio che mi hanno proposto era molto piccolo, non aveva la stanza del bambino e aveva un cucinino minuscolo. Avrei dovuto lasciare fuori tutti i mobili. Inoltre, poco tempo dopo, un impiegato dell’Atc mi ha telefonato per propormi un alloggio a Vercelli. Anche in questo caso, ho dovuto rinunciare. Ho appena iniziato di lavorare a Trino (sebbene solo per 5,5 ore alla settimana) ed essendo già novembre, il mio bambino ha iniziato la scuola qui in città. Io lavoro 22 ore al mese, non mi basterebbero nemmeno per pagarmi la benzina per andare avanti e indietro con l’auto».

L’infiltrazione

«Ho parlato con la dottoressa Fava e mi ha detto che a Trino, case vuote dell’Atc non ci sono. Mi spiace contraddirla, non è vero. In via Hermada ci sono alloggi, con due stanze. Non c’è il riscaldamento ma potrei arrangiarmi, almeno non piove dentro – prosegue – È  venuto il geometra delle case popolari da Vercelli. Ha verificato personalmente che sul balcone dell’inquilino al piano sopra al mio, mancano alcune mattonelle e l’acqua piovana che cade, stagna, filtra nel muro e penetra nella nostra casa. Sta anche cadendo l’intonaco. Se non prenderanno provvedimenti al più presto, quando pioverà ancora, chiamerò i Carabinieri e i Vigili del Fuoco. Non ho alternative».

Problemi di salute

«Il bambino è debole di salute, la scorsa settimana è stato costretto a stare a casa 2 giorni. Purtroppo ogni tanto succede. Prende anche il cortisone, non posso però darglielo ogni 3-4 giorni, ma se piove come nei giorni scorsi, con l’umidità è facile che si prenda qualche malattia. «Mi hanno detto – conclude la donna -, che a volte dovrò fare delle sostituzioni in Comune, quando qualche dipendente va in ferie. Qualche ora in più di lavoro non guasta».

Potrebbe interessarti anche: Infiltrazioni a scuola, lavori in corso alla materna

Continua la lettura di Acqua e muffa nell’alloggio popolare di Trino su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/acqua-e-muffa-nellalloggio-popolare-di-trino/feed/ 0
Ponte Morandi, un premio ai vigili di Torino per i soccorsi https://nuovaperiferia.it/attualita/ponte-morandi-un-premio-ai-vigili-di-torino-per-i-soccorsi/ https://nuovaperiferia.it/attualita/ponte-morandi-un-premio-ai-vigili-di-torino-per-i-soccorsi/#respond Mon, 12 Nov 2018 16:14:12 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45459 Ponte Morandi, un premio ai vigili di Torino per i soccorsi. Il riconoscimento è stato conferito dal Consiglio regionale per il sostegno offerto alla popolazione di Genova. Ponte Morandi “Siamo orgogliosi del senso del dovere e dell’impegno civile che il Corpo della Polizia municipale di Torino ha profuso in occasione della tragedia che ha colpito la […]

Continua la lettura di Ponte Morandi, un premio ai vigili di Torino per i soccorsi su La Nuova Periferia.

]]>
Ponte Morandi, un premio ai vigili di Torino per i soccorsi. Il riconoscimento è stato conferito dal Consiglio regionale per il sostegno offerto alla popolazione di Genova.

Ponte Morandi

“Siamo orgogliosi del senso del dovere e dell’impegno civile che il Corpo della Polizia municipale di Torino ha profuso in occasione della tragedia che ha colpito la città di Genova, con il crollo del ponte Morandi. Quell’evento drammatico ha testimoniato la serietà di tanti Piemontesi, anche volontari, accorsi per offrire il proprio aiuto, esprimendo un senso di solidarietà e generosità che fa onore alla nostra regione”. Con queste parole Nino Boeti, presidente del Consiglio regionale ha consegnato ad Emiliano Bezzon, Comandante della Polizia municipale di Torino, una targa di riconoscimento per la meritevole attività svolta nella gestione dei servizi di emergenza e soccorso per il crollo del viadotto autostradale di Genova.

Il lavoro a Genova

Il comandante Bezzon, raccontando i due mesi di lavoro che la sua squadra ha svolto a Genova, ha riconosciuto il vivo affetto dei Genovesi nei confronti dei vigili e l’impegno di tutti coloro che sono stati mandati in missione, ammettendo come “questo riconoscimento da parte del Consiglio regionale sia ancor più emozionante perché giunge proprio nel giorno in cui celebriamo il 227esimo anniversario della fondazione del Corpo di Polizia municipale di Torino”.

La cerimonia

Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti anche il consigliere regionale segretario Giorgio Bertola, la consigliera regionale Nadia Conticelli e il vicesindaco di Torino, Guido Montanari.

Continua la lettura di Ponte Morandi, un premio ai vigili di Torino per i soccorsi su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/ponte-morandi-un-premio-ai-vigili-di-torino-per-i-soccorsi/feed/ 0
Accoltella mamma e zia e poi tenta il suicidio https://nuovaperiferia.it/cronaca/accoltella-mamma-e-zia-e-poi-tenta-il-suicidio/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/accoltella-mamma-e-zia-e-poi-tenta-il-suicidio/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:15:28 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45454 Accoltella mamma e zia e poi tenta il suicidio. Protagonista della vicenda è un giovane di 35 anni di Pianfei nel Cuneese. Il fatto è accaduto ieri, domenica 11 novembre. Accoltella la mamma e la zia Un giovane di 35 anni ha accoltellato la mamma e poi si è scagliato contra la zia che cercava […]

Continua la lettura di Accoltella mamma e zia e poi tenta il suicidio su La Nuova Periferia.

]]>
Accoltella mamma e zia e poi tenta il suicidio. Protagonista della vicenda è un giovane di 35 anni di Pianfei nel Cuneese. Il fatto è accaduto ieri, domenica 11 novembre.

Accoltella la mamma e la zia

Un giovane di 35 anni ha accoltellato la mamma e poi si è scagliato contra la zia che cercava di calmarlo Ha inoltre minacciato di suicidarsi. Il giovane con problemi psichici riconosciuti, è accusato di tentato omicidio della madre.

Il litigio

Al culmine di un litigio il giovane ha ferito le due donne e voleva uccidersi. Dopo una trattativa di oltre due ore, i carabinieri sono riusciti a fare irruzione nell’appartamento e quindi ad arrestarlo.

Le ferite

La mamma è stata ferita al torace ed è in prognosi riservata all’ospedale di Mondovì. La zia è stata invece ferita ad una mano nel tentativo di disarmarlo.

I precedenti

Il giovane è stato già protagonista di situazioni simili infatti aveva dato segni di squilibrio. I carabinieri avevano infatti già requisito alcune armi, regolarmente detenute nell’abitazione dal fratello. L’uomo adesso è piantonato in ospedale. E’ accusato di tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale.

Leggi anche: Tenta il suicidio, viene salvata dai finanzieri

 

 

Continua la lettura di Accoltella mamma e zia e poi tenta il suicidio su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/accoltella-mamma-e-zia-e-poi-tenta-il-suicidio/feed/ 0
Le Iene a Novara: ecco FOTO https://nuovaperiferia.it/attualita/le-iene-a-novara-ecco-foto/ https://nuovaperiferia.it/attualita/le-iene-a-novara-ecco-foto/#respond Mon, 12 Nov 2018 15:03:23 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45450 Le Iene e in particolare proprio la conduttrice Nadia Toffa, hanno girato un servizio a Novara in relazione ai famosi “abiti succinti”. Come scrive http://novaraoggi Le Iene a Novara Si è presentata in minigonna Nadia Toffa a Novara per capire se è vietato o meno indossarla in base al nuovo regolamento di polizia urbana. “Se la minigonna è […]

Continua la lettura di Le Iene a Novara: ecco FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
Le Iene e in particolare proprio la conduttrice Nadia Toffa, hanno girato un servizio a Novara in relazione ai famosi “abiti succinti”. Come scrive http://novaraoggi

Le Iene a Novara

Si è presentata in minigonna Nadia Toffa a Novara per capire se è vietato o meno indossarla in base al nuovo regolamento di polizia urbana. “Se la minigonna è tabù: sindaco vado bene così?” E’ il titolo del servizio e infatti Toffa ha incontrato proprio Alessandro Canelli.

Il servizio

Ha infatti fatto discutere l’ordinanza del sindaco Canelli sul divieto in pubblico di mostrarsi “in abiti che offendano il comune senso del pudore”.  Toffa descrive così il primo cittadino novarese:

“Un sindaco che non sembra di larghe vedute né particolarmente favorevole alla libertà di espressione”

Citando i casi del patrocinio negato al gay pride o il mancato corso di nuoto per migranti nella piscina comunale e l’aver chiuso le porte di Novara proprio ai migranti.

L’inviata ha quindi indossato il vestito usato da Alessia Marcuzzi alla conduzione della puntata precedente. Un abito verde con gonna molto corta soprattutto da un lato.

Incontrando un vigile e chiedendo a lui un parere, l’agente non si è espresso. Il secondo invece le ha suggerito di abbassare un po’ la gonna.

L’incontro con Canelli

Toffa si è poi recata in comune e Canelli le ha spiegato: “Il regolamento tratta casi limite dove la gente va in giro a torso nudo. La state estremizzando”.

“Ma lei vestita così mi darebbe una multa?” ha incalzato Toffa. Canelli prima ha risposto di no e poi ha notato che la gonna era un po’ succinta.
Il servizio si è chiuso con la proposta ironica di Canelli di organizzare a Novara un “Festival degli abiti succinti” con madrina proprio Nadia Toffa.

Continua la lettura di Le Iene a Novara: ecco FOTO su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/le-iene-a-novara-ecco-foto/feed/ 0
Tutto pronto per Natale sul Lago a Viverone https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/tutto-pronto-per-natale-sul-lago-a-viverone/ https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/tutto-pronto-per-natale-sul-lago-a-viverone/#respond Mon, 12 Nov 2018 14:55:06 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45445 A meno di due settimane dall’inizio di Natale sul Lago fervono i preparativi ed è già terminato l’allestimento degli 60 chalet. Natale sul Lago Dopo il successo del 2017, le sponde del lago di Viverone sono pronte ad ospitare la seconda edizione dei suggestivi mercatini che, ancora prima del taglio del nastro previsto sabato 24 con l’inaugurazione […]

Continua la lettura di Tutto pronto per Natale sul Lago a Viverone su La Nuova Periferia.

]]>
A meno di due settimane dall’inizio di Natale sul Lago fervono i preparativi ed è già terminato l’allestimento degli 60 chalet.

Natale sul Lago

Dopo il successo del 2017, le sponde del lago di Viverone sono pronte ad ospitare la seconda edizione dei suggestivi mercatini che, ancora prima del taglio del nastro previsto sabato 24 con l’inaugurazione ufficiale, musica e show straordinari, stanno richiamando turisti anche da oltre confine, le ultime prenotazioni sono quelle di alcuni gruppi di visitatori Svizzeri.

La casa di Babbo Natale

Tra le attrazioni più attese c’è la residenza invernale di Babbo Natale, uno chalet avvolto nell’incantata atmosfera natalizia dove i bambini possono incontrare e fare una foto con il magico nonnetto (attività su prenotazione) e, novità dell’ultima ora, la possibilità di prenotare una gita in giornata (con pullman in partenza direttamente dal mercatino) verso i punti di interesse turistico del territorio.

Leggi anche: La Casa di Babbo Natale, appuntamento con la magia FOTO e VIDEO

Continua la lettura di Tutto pronto per Natale sul Lago a Viverone su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cultura-e-turismo/tutto-pronto-per-natale-sul-lago-a-viverone/feed/ 0
Vaccinazione influenzale, la campagna parte domani https://nuovaperiferia.it/salute/vaccinazione-influenzale-la-campagna-parte-domani/ https://nuovaperiferia.it/salute/vaccinazione-influenzale-la-campagna-parte-domani/#respond Mon, 12 Nov 2018 11:02:21 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45441 Vaccinazione influenzale inizierà domani, martedì 13 novembre la distribuzione in Piemonte. La campagna terminerà il 31 dicembre. Vaccinazione influenza al via In Piemonte avrà inizio domani la campagna di vaccinazione anti-influenzale. Anche quest’anno il vaccino rimarrà gratuito per le persone considerate più a rischio di complicazioni in caso di contagio. Ne sono esempi le persone […]

Continua la lettura di Vaccinazione influenzale, la campagna parte domani su La Nuova Periferia.

]]>
Vaccinazione influenzale inizierà domani, martedì 13 novembre la distribuzione in Piemonte. La campagna terminerà il 31 dicembre.

Vaccinazione influenza al via

In Piemonte avrà inizio domani la campagna di vaccinazione anti-influenzale. Anche quest’anno il vaccino rimarrà gratuito per le persone considerate più a rischio di complicazioni in caso di contagio. Ne sono esempi le persone oltre i 65 anni o quelle affette da patologie croniche che potrebbero peggiorare con l’influenza. L’obiettivo della Regione è quello di coprire almeno il 75% dei pazienti interessati.

Farmacie coinvolte

In tutto il Piemonte nella campagna antinfluenzale sono coinvolte anche le farmacie aperte al pubblico che, in virtù dell’accordo siglato dalla Regione con Federfarma e Assofarm, si occupano di consegnare, ai medici e ai pediatri, i vaccini che l’ASL di appartenenza del medico ha deciso di utilizzare e, soprattutto, di sensibilizzare le persone che accedono in farmacia sull’importanza della vaccinazione. Ecco i dati aziendali della copertura vaccinale antinfluenzale nei soggetti di età pari o superiore ai 65 anni nelle scorse stagioni e il confronto con i dati regionali: 2015-2016: 43,84% Asl TO4; 46,94% dato regionale; 2016-2017: 46,40% Asl TO4; 49,01% dato regionale; 2017-2018: 45,04% Asl TO4; 47,86% dato regionale.

Novità

Infine, la novità di quest’anno nella campagna antinfluenzale è rappresentata dall’offerta gratuita della vaccinazione anti Herpes Zoster, sempre alle persone nate nel 1952 e nel 1953, anch’essa effettuata dai medici di famiglia. L’Herpes Zoster, conosciuto anche come “Fuoco di Sant’Antonio”, è una patologia grave e dolorosa caratterizzata da sintomi cutanei e neurologici e causata dalla riattivazione del virus della varicella in persone anziane e/o debilitate da altre malattie (per esempio diabete mellito, cardiopatie, malattie respiratorie).

Continua la lettura di Vaccinazione influenzale, la campagna parte domani su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/salute/vaccinazione-influenzale-la-campagna-parte-domani/feed/ 0
Camionisti filippini pagati 2 euro all’ora https://nuovaperiferia.it/attualita/camionisti-filippini-pagati-2-euro-allora/ https://nuovaperiferia.it/attualita/camionisti-filippini-pagati-2-euro-allora/#respond Mon, 12 Nov 2018 10:53:48 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45438 Camionisti filippini pagati 2 euro all’ora, scoperta organizzazione in Danimarca. Come riporta http://ilcanavese. Camionisti filippini pagati 2 euro all’ora Sarebbero centinaia i camionisti filippini che lavorerebbero in tutta Europa, e quindi anche sulle nostre strade, per soli 2 euro all’ora. A lanciare l’allarme è l’Unione socialista dei trasporti del Belgio (UBT) sulla base dei risultati di […]

Continua la lettura di Camionisti filippini pagati 2 euro all’ora su La Nuova Periferia.

]]>
Camionisti filippini pagati 2 euro all’ora, scoperta organizzazione in Danimarca. Come riporta http://ilcanavese.

Camionisti filippini pagati 2 euro all’ora

Sarebbero centinaia i camionisti filippini che lavorerebbero in tutta Europa, e quindi anche sulle nostre strade, per soli 2 euro all’ora. A lanciare l’allarme è l’Unione socialista dei trasporti del Belgio (UBT) sulla base dei risultati di un’indagine della sua omologa danese 3F.

Le indagini

A Padborg, nel sud della Danimarca, il sindacato avrebbe scoperto un fienile che ospita filippini che lavorano per la compagnia di trasporti Kurt Beier, attraverso la sua filiale polacca. I lavoratori vivrebbero in condizioni disumane  e guadagnerebbero appena due euro all’ora secondo quanto dichiarato dall’UBT.

Casi anche in Belgio

Casi sarebbero stati scoperti anche in Belgio secondo il presidente dell’Unione Frank Moreels. Il commissario europeo per la concorrenza Margrethe Vestager ha invitato la sua collega Violeta Bulc, responsabile dei trasporti, a stringere le regole per porre fine a questa situazione.

Leggi anche: Telepass beffato 167 volte, automobilista processato e condannato

Continua la lettura di Camionisti filippini pagati 2 euro all’ora su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/camionisti-filippini-pagati-2-euro-allora/feed/ 0
260 carabinieri neopromossi, ecco dove verranno collocati https://nuovaperiferia.it/attualita/260-carabinieri-neopromossi-ecco-dove-verranno-collocati/ https://nuovaperiferia.it/attualita/260-carabinieri-neopromossi-ecco-dove-verranno-collocati/#respond Mon, 12 Nov 2018 10:49:01 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45434 Sono 260 i carabinieri neopromossi che andranno a rafforzare la presenza delle forze dell’ordine su tutto il territorio piemontese. Come riporta il canavese. 260 carabinieri neopromossi Oggi, lunedì 12 novembre, sono giunti, presso i Comandi Carabinieri del Piemonte e della Valle d’Aosta, 260 carabinieri neopromossi, provenienti dalle Scuole Allievi Carabinieri. I reparti d’Istruzione, poli d’eccellenza […]

Continua la lettura di 260 carabinieri neopromossi, ecco dove verranno collocati su La Nuova Periferia.

]]>
Sono 260 i carabinieri neopromossi che andranno a rafforzare la presenza delle forze dell’ordine su tutto il territorio piemontese. Come riporta il canavese.

260 carabinieri neopromossi

Oggi, lunedì 12 novembre, sono giunti, presso i Comandi Carabinieri del Piemonte e della Valle d’Aosta, 260 carabinieri neopromossi, provenienti dalle Scuole Allievi Carabinieri. I reparti d’Istruzione, poli d’eccellenza per la formazione dei futuri professionisti dell’Arma quali tutori dell’ordine ed operatori sociali sensibili ed attenti al dialogo con le popolazioni, sono dotati di tecnologie all’avanguardia e guidati da un eccellente pool di formatori.

La loro collocazione

36 dei 260 militari neogiunti vanno a rinforzare, oltre ai reparti territoriali dell’Arma, anche le Stazioni Carabinieri Forestali del Piemonte, fondamentali presidi a tutela dell’ambiente, aggiungendosi agli oltre cinquemila commilitoni che quotidianamente operano su questo territorio, congiuntamente alle altre forze di polizia. In particolare, dei 224 Carabinieri destinati a rinforzare la linea territoriale, 12 sono andati in Valle d’Aosta, 84 in Provincia di Torino, 42 in Provincia di Cuneo, 22 in Provincia di Alessandria, 17 in Provincia di Novara, 11 in Provincia di Verbania e 12 per ciascuna delle Provincie di Vercelli, Asti e Biella.

Il controllo del territorio

I militari sono stati destinati esclusivamente alle Stazioni Carabinieri con responsabilità diretta del controllo del territorio – di uno o più comuni o di quartieri delle grandi città – e che adottano un orario di apertura al pubblico degli uffici, differenziato in base alle situazioni di ordine ed alla sicurezza pubblica, sino a coprire l’intero arco delle 24 ore. Questa scelta ha lo scopo di aumentare i servizi preventivi e la proiezione esterna, così da fornire una pronta ed efficace risposta ai cittadini.

Continua la lettura di 260 carabinieri neopromossi, ecco dove verranno collocati su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/260-carabinieri-neopromossi-ecco-dove-verranno-collocati/feed/ 0
Controlli sulla strada: super multa da 5400 euro https://nuovaperiferia.it/cronaca/controlli-sulla-strada-super-multa-da-5400-euro/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/controlli-sulla-strada-super-multa-da-5400-euro/#respond Mon, 12 Nov 2018 08:46:57 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45431 Controlli sulla strada da parte della Polizia Municipale a Torino. Un automobilista è stato fermato, per lui 11 punti in meno sulla patente e una multa da 54oo euro e il fermo amministrativo del mezzo per tre mesi. Controlli sulla strada Ieri sera, domenica  novembre la Polizia Municipale ha fermato un uomo alla guida di […]

Continua la lettura di Controlli sulla strada: super multa da 5400 euro su La Nuova Periferia.

]]>
Controlli sulla strada da parte della Polizia Municipale a Torino. Un automobilista è stato fermato, per lui 11 punti in meno sulla patente e una multa da 54oo euro e il fermo amministrativo del mezzo per tre mesi.

Controlli sulla strada

Ieri sera, domenica  novembre la Polizia Municipale ha fermato un uomo alla guida di una Peugeot perchè era passato con il rosso.  E’ accaduto in corso Vigevano angolo via Cigna.

La sanzione

Ma quella non era l’unica infrazione commessa infatti ne ha accumulate sino ad arrivare ad una sanzione pari aeuro, la decurtazione di 11 punti dalla patente e il fermo del mezzo per tre mesi.

Il controllo

L’uomo è stato fermato subito dopo essere passato con il rosso. Sia lui sia i passeggeri che erano senza cinture di sicurezza. Quando è stato richiesto al guidatore di esporre la patente di guida ha esibito un documento d’identità in lingua araba. Solo in un secondo momento ha ammesso che non si trattava del documento di guida.

Leggi anche: Si fingono vigili urbani sono truffatori

Continua la lettura di Controlli sulla strada: super multa da 5400 euro su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/controlli-sulla-strada-super-multa-da-5400-euro/feed/ 0
Tragico incidente stradale: due morti e una donna in gravi condizioni https://nuovaperiferia.it/cronaca/tragico-incidente-stradale-due-morti-e-una-donna-in-gravi-condizioni/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/tragico-incidente-stradale-due-morti-e-una-donna-in-gravi-condizioni/#respond Sun, 11 Nov 2018 17:08:52 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45428 Tragico incidente stradale: due morti e un ferito grave. Sulla strada per la Valsesia all’altezza di Albano, strada che è chiusa al traffico. Come scrive http://notiziaoggivercelli Tragico incidente stradale Tremendo schianto nel pomeriggio di domenica 11 novembre sulla strada per la Valsesia, poco dopo Albano in direzione di Vercelli. La dinamica Intorno alle ore 15,30 due […]

Continua la lettura di Tragico incidente stradale: due morti e una donna in gravi condizioni su La Nuova Periferia.

]]>
Tragico incidente stradale: due morti e un ferito grave. Sulla strada per la Valsesia all’altezza di Albano, strada che è chiusa al traffico. Come scrive http://notiziaoggivercelli

Tragico incidente stradale

Tremendo schianto nel pomeriggio di domenica 11 novembre sulla strada per la Valsesia, poco dopo Albano in direzione di Vercelli.

La dinamica

Intorno alle ore 15,30 due vetture si sono scontrate frontalmente con un effetto devastante, le auto distrutte un morto su ogni veicolo e una donna ferita gravemente e trasportata in codice rosso all’ospedale di Vercelli. La dinamica è al vaglio della Polizia stradale accorsa insieme al 118 e ai Vigili del Fuoco di Vercelli. Parrebbe che l’urto sia avvenuto in fase di rientro da un sorpasso, complice anche il fondo sdrucciolevole.

La viabilità

Alle 17,20 di domenica 11 novembre, la strada è chiusa in entrambi i sensi di marcia e conviene cercare altri percorsi. Non sono ancora state rese note le generalità dei morti.

Sul giornale Notizia Oggi Vercelli in edicola domani, lunedì 12 novembre il servizio della tragedia.

Continua la lettura di Tragico incidente stradale: due morti e una donna in gravi condizioni su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/tragico-incidente-stradale-due-morti-e-una-donna-in-gravi-condizioni/feed/ 0
Reparto di rianimazione inaugurato e mai aperto https://nuovaperiferia.it/salute/reparto-di-rianimazione-inaugurato-e-mai-aperto/ https://nuovaperiferia.it/salute/reparto-di-rianimazione-inaugurato-e-mai-aperto/#respond Sun, 11 Nov 2018 16:56:20 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45424 E’ dalla minoranza consiliare del Comune di Verbania che si accendono i riflettori sul reparto di rianimazione “inaugurato e mai aperto” del Castelli. Come scrive Novaraoggi Reparto di rianimazione l’interpellanza  in Comune E’ un consigliere comunale dell’opposizione della lista “Sinistra unita”, che solleva il problema con un’interpellanza. “Il sottoscritto Vladimiro Di Gregorio, consigliere comunale e […]

Continua la lettura di Reparto di rianimazione inaugurato e mai aperto su La Nuova Periferia.

]]>
E’ dalla minoranza consiliare del Comune di Verbania che si accendono i riflettori sul reparto di rianimazione “inaugurato e mai aperto” del Castelli. Come scrive Novaraoggi

Reparto di rianimazione l’interpellanza  in Comune

E’ un consigliere comunale dell’opposizione della lista “Sinistra unita”, che solleva il problema con un’interpellanza. “Il sottoscritto Vladimiro Di Gregorio, consigliere comunale e capogruppo di “Sinistra unita” Ricordato che in data 19 aprile 2018 è stato inaugurato in pompa magna il nuovo reparto di Rianimazione e terapia intensiva cardiologica dell’Ospedale Castelli di Pallanza alla presenza dei Sindaci di Verbania e Cannobio, dell’Assessore Regionale alla Sanità Antonio Saitta, del Vicepresidente della Regione Piemonte Aldo Reschigna e di tante altre autorità sanitarie e politici locali; Rilevato che a circa 7 mesi dalla inaugurazione tale Reparto, costato ai contribuenti due milioni di euro, all’avanguardia nella tecnologia, con tutte le sue nuove apparecchiature, dotato di 5 posti letto di rianimazione e tre di terapia intensiva cardiologica, risulta ancora chiuso e non utilizzato; con la presente  interpellanza chiede al Sindaco, anche in qualità di autorità sanitaria comunale quali siano le motivazioni e le responsabilità di tale disservizio e dell’attuale chiusura del nuovo Reparto Rianimazione e terapia intensiva cardiologica dell’Ospedale Castelli di Pallanza e se non sia il caso di intervenire prontamente per l’attivazione immediata”.

Continua la lettura di Reparto di rianimazione inaugurato e mai aperto su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/salute/reparto-di-rianimazione-inaugurato-e-mai-aperto/feed/ 0
Giornata di servizi straordinari Polfer: controlli anche a Torino e provincia https://nuovaperiferia.it/attualita/giornata-di-servizi-straordinari-polfer-controlli-anche-a-torino-e-provincia/ https://nuovaperiferia.it/attualita/giornata-di-servizi-straordinari-polfer-controlli-anche-a-torino-e-provincia/#respond Sun, 11 Nov 2018 14:39:58 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45420 Decima giornata di servizi straordinari Polfer martedì scorso in tutta Italia. Come riporta http://ilcanavese Giornata di servizi straordinari Polfer Si è svolta martedì 6 novembre, la decima giornata di servizi straordinari nelle stazioni ferroviarie, disposta su tutto il territorio nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria di Roma, ed improntato al contrasto dei comportamenti illeciti in ambito ferroviario. […]

Continua la lettura di Giornata di servizi straordinari Polfer: controlli anche a Torino e provincia su La Nuova Periferia.

]]>
Decima giornata di servizi straordinari Polfer martedì scorso in tutta Italia. Come riporta http://ilcanavese

Giornata di servizi straordinari Polfer

Si è svolta martedì 6 novembre, la decima giornata di servizi straordinari nelle stazioni ferroviarie, disposta su tutto il territorio nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria di Roma, ed improntato al contrasto dei comportamenti illeciti in ambito ferroviario.
Gli scali ferroviari controllati sono stati 23, 31 i treni scortati, 369 le persone complessivamente identificate di cui, 105 a bordo treno, 15 minori e 104 straniere, con verifiche estese a tutti i contesti ferroviari, come convogli, obiettivi sensibili lungo linea, treni in deposito nonché passeggeri.

 

Controlli a Torino e provincia

A Torino i servizi si sono svolti presso la stazione di Porta Nuova, con la collaborazione di personale del locale Reparto Mobile, messo a disposizione dalla Questura; nella stazione di Porta Susa, Stura e Rebaudengo, a cura del personale della Sottosezione Polfer di Porta Susa, mentre gli Agenti del Posto Polfer di Orbassano hanno controllato la stazione di Torino Lingotto. In Provincia, il Posto Polfer di Bussoleno ha effettuato i controlli presso le stazioni di transito dei convogli diretti in Val di Susa e oltre il confine francese, come Avigliana e Grugliasco, ove recentemente sono stati registrati comportamenti a rischio anomali di ragazzi quali l’attraversamento dei binari, mentre gli agenti del Posto Polfer di Chivasso hanno presidiato lo scalo di Settimo Torinese.

 

Le irregolarità riscontrate

A Torino i controlli, effettuati con l’ausilio di personale di Ferrovie per la parte di specifica competenza, hanno consentito di rintracciare 8 stranieri, rintracciati a bordo dei vagoni; 4 di essi, di età compresa tra i 20 e i 22 anni, sono risultati di nazionalità egiziana, di cui 3 sanzionati in via amministrativa ai sensi del Regolamento di Polizia Ferroviaria e 1 anche indagato perché contravventore alla normativa sugli stranieri. Altri 3, un croato di 38 anni, un marocchino di 41 anni, irregolare sul territorio nazionale e una ragazza di 17 anni di origini tunisine, sono stati rispettivamente, sanzionato in via amministrativa, denunciato ai sensi sempre della normativa sugli stranieri, mentre la ragazza affidata ad una comunità per minori. Un altro giovane, un 30enne marocchino, pure rintracciato nel contesto di detti controlli è stato arrestato perché destinatario di un ordine di carcerazione emesso dall’A.G. di Cuneo, dovendo scontare 9 mesi di carcere per reati contro la persona, rapina e contro il patrimonio; l’uomo è stato anche denunciato per aver declinato false generalità.

Continua la lettura di Giornata di servizi straordinari Polfer: controlli anche a Torino e provincia su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/giornata-di-servizi-straordinari-polfer-controlli-anche-a-torino-e-provincia/feed/ 0
Rapina in banca: 12 persone rinchiuse nel caveau https://nuovaperiferia.it/cronaca/rapina-in-banca-12-persone-rinchiuse-nel-caveau/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/rapina-in-banca-12-persone-rinchiuse-nel-caveau/#respond Sun, 11 Nov 2018 14:24:13 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45417 Rapina in banca nella mattinata di venerdì 9 novembre. Rapina in banca Rapina in banca nella mattinata di venerdì 9 novembre. Quattro malviventi hanno fatto un buco in un muro della Cassa di Risparmio di Savigliano. Sono riusciti a crearsi un varco per accedere nell’istituto di credito con un intervento che è durato alcuni giorni. Il fatto […]

Continua la lettura di Rapina in banca: 12 persone rinchiuse nel caveau su La Nuova Periferia.

]]>
Rapina in banca nella mattinata di venerdì 9 novembre.

Rapina in banca

Rapina in banca nella mattinata di venerdì 9 novembre. Quattro malviventi hanno fatto un buco in un muro della Cassa di Risparmio di Savigliano. Sono riusciti a crearsi un varco per accedere nell’istituto di credito con un intervento che è durato alcuni giorni.

Il fatto

La banda è entrata in azione intorno alle 12. Ha quindi immobilizzato 12 persone tra dipendenti dell’istituto di credito e alcuni clienti. I malcapitati sono stati immobilizzati e rinchiusi nel caveau. Tra queste persone c’era anche una bambina.

Il bottino

A quel punto, i rapinatori, hanno portato via tutto il denaro contante e si sono dati alla fuga. Gli autori della rapina non sono ancora stati individuati e le ricerche sono estese in tutta la regione.

 

Leggi anche: Violenza sessuale, minacce e rapina su un minorenne, arrestato

 

Continua la lettura di Rapina in banca: 12 persone rinchiuse nel caveau su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/rapina-in-banca-12-persone-rinchiuse-nel-caveau/feed/ 0
Cane invade il campo durante una partita di calcio https://nuovaperiferia.it/attualita/cane-invade-il-campo-durante-una-partita-di-calcio/ https://nuovaperiferia.it/attualita/cane-invade-il-campo-durante-una-partita-di-calcio/#respond Sun, 11 Nov 2018 13:30:37 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45410 Cane invade il campo durante una partita di calcio. Come riporta http://laprovinciadibiella Cane invade il campo Evidentemente aveva visto tutta quella gente correre dietro a un pallone e gli è venuta voglia di giocare, Così lo scorso fine settimana a Gattinara durante la partita di campionato, dalla strada che porta al Sesia un cane è riuscito […]

Continua la lettura di Cane invade il campo durante una partita di calcio su La Nuova Periferia.

]]>
Cane invade il campo durante una partita di calcio. Come riporta http://laprovinciadibiella

Cane invade il campo

Evidentemente aveva visto tutta quella gente correre dietro a un pallone e gli è venuta voglia di giocare, Così lo scorso fine settimana a Gattinara durante la partita di campionato, dalla strada che porta al Sesia un cane è riuscito a passare sotto la rete che circonda il terreno di gioco e a entrare in campo da dietro una delle due porte.

Ha riconosciuto Travaini

Dopo una sgambata tra i giocatori, l’animale (un boxer) ha riconosciuto uno dei calciatori di casa, il bomber Enrico Travaini, e gli è corso incontro: pare che il cane non fosse suo, ma comunque di una famiglia amica, probabilmente sempre legata alla società calcistica.

Ha portato fortuna

Sta di fatto che l’attaccante gattinarese non ha avuto difficoltà a prendere in braccio l’animale e a portarlo fuori tra le ovvie risate e gli applausi del pubblico. In ogni caso, l’incursione del tifoso a quattro zampe ha portato fortuna ai padroni di casa, che si sono aggiudicati la partita per un gol a zero.

Continua la lettura di Cane invade il campo durante una partita di calcio su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/cane-invade-il-campo-durante-una-partita-di-calcio/feed/ 0
Anziana cambia gestore telefonico ed è irraggiungibile: il nipote chiama le Forze dell’Ordine https://nuovaperiferia.it/attualita/anziana-cambia-gestore-telefonico-ed-e-irraggiungibile-il-nipote-chiama-le-forze-dellordine/ https://nuovaperiferia.it/attualita/anziana-cambia-gestore-telefonico-ed-e-irraggiungibile-il-nipote-chiama-le-forze-dellordine/#respond Sun, 11 Nov 2018 13:20:38 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45404 Un’anziana cambia gestore telefonico e risulta così irraggiungibile. Il nipote non riuscendo a mettersi in contatto con  la nonna 87enne decide di contattare le forze dell’ordine. Come scrive http://laprovinciadibiella Anziana cambia gestore telefonico La classica telefonata per sapere “come va” ripetuta diverse volte, ma all’altro capo del telefono non risponde nessuno. Niente di preoccupante se chi […]

Continua la lettura di Anziana cambia gestore telefonico ed è irraggiungibile: il nipote chiama le Forze dell’Ordine su La Nuova Periferia.

]]>
Un’anziana cambia gestore telefonico e risulta così irraggiungibile. Il nipote non riuscendo a mettersi in contatto con  la nonna 87enne decide di contattare le forze dell’ordine. Come scrive http://laprovinciadibiella

Anziana cambia gestore telefonico

La classica telefonata per sapere “come va” ripetuta diverse volte, ma all’altro capo del telefono non risponde nessuno. Niente di preoccupante se chi non risponde non avesse 87 anni.

Le forze dell’ordine

Dopo svariate telefonate senza risposta, il nipote dell’ 87enne, residente a Biella, ha deciso, quindi, di contattare le Forze dell’Ordine.

L’intervento

Dopo la segnalazione i militari si sono recati dall’anziana per sincerarsi che tutto andasse bene. La donna, ignara delle preoccupazioni del nipote, ha spiegato ai Carabinieri di aver cambiato gestore telefonico e di non aver ancora avvertito tutti i parenti.

Continua la lettura di Anziana cambia gestore telefonico ed è irraggiungibile: il nipote chiama le Forze dell’Ordine su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/anziana-cambia-gestore-telefonico-ed-e-irraggiungibile-il-nipote-chiama-le-forze-dellordine/feed/ 0
Cammina in tangenziale e aggredisce i poliziotti che vogliono salvarlo https://nuovaperiferia.it/cronaca/cammina-in-tangenziale-e-aggredisce-i-poliziotti-che-vogliono-salvarlo/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/cammina-in-tangenziale-e-aggredisce-i-poliziotti-che-vogliono-salvarlo/#respond Sun, 11 Nov 2018 12:57:05 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45401 Un uomo cammina in tangenziale all’altezza di Beinasco. Quando gli agenti di Polizia lo raggiungono lui reagisce aggredendoli. Cammina in tangenziale Il Centro Operativo Autostradale di Torino ha segnalato alla Polizia la presenza di un uomo che camminava in tangenziale.  Gli agenti di Polizia sono riusciti a intercettare l’uomo e hanno bloccato il traffico. La […]

Continua la lettura di Cammina in tangenziale e aggredisce i poliziotti che vogliono salvarlo su La Nuova Periferia.

]]>
Un uomo cammina in tangenziale all’altezza di Beinasco. Quando gli agenti di Polizia lo raggiungono lui reagisce aggredendoli.

Cammina in tangenziale

Il Centro Operativo Autostradale di Torino ha segnalato alla Polizia la presenza di un uomo che camminava in tangenziale.  Gli agenti di Polizia sono riusciti a intercettare l’uomo e hanno bloccato il traffico.

La reazione

L’uomo ha reagito aggredendo gli agenti e si è scagliato nella prima corsia di marcia.  Ha colpito più volte gli agenti con calci e pugni. Due poliziotti hanno quindi riportato contusioni guaribili in 3-4 giorni.

La denuncia

L’uomo è stato denunciato per resistenza e violenza a Pubblico ufficiale ed è stato affidato alle cure dei sanitari.

Leggi anche: Due agenti della Polfer aggrediti a Porta Nuova

 

Continua la lettura di Cammina in tangenziale e aggredisce i poliziotti che vogliono salvarlo su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/cammina-in-tangenziale-e-aggredisce-i-poliziotti-che-vogliono-salvarlo/feed/ 0
Donna scomparsa ritrovata in un canalone https://nuovaperiferia.it/cronaca/donna-scomparsa-ritrovata-in-un-canalone/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/donna-scomparsa-ritrovata-in-un-canalone/#respond Sun, 11 Nov 2018 12:29:47 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45398 Una donna di 61 anni è stata ritrovata in un canalone. E’  in buone condizioni di salute. Il personale del 118 l’ha trasportata all’ospedale di Chieri per i controlli del caso. Donna scomparsa Una donna scomparsa di 61 anni è stata ritrovata in un canalone. E in buone condizioni. La denuncia di scomparsa Ieri pomeriggio, […]

Continua la lettura di Donna scomparsa ritrovata in un canalone su La Nuova Periferia.

]]>
Una donna di 61 anni è stata ritrovata in un canalone. E’  in buone condizioni di salute. Il personale del 118 l’ha trasportata all’ospedale di Chieri per i controlli del caso.

Donna scomparsa

Una donna scomparsa di 61 anni è stata ritrovata in un canalone. E in buone condizioni.

La denuncia di scomparsa

Ieri pomeriggio, sabato 10 novembre, è stata presentata la denuncia di scomparsa per una donna di Pecetto. La donna è stata ritrovata e trasportata dal personale del 118 all’ospedale di Chieri. Nel corso degli ultimi due gironi sono state tre le persone scomparse nella provincia di Torino. Per fortuna sono state ritrovate in buono stato di salute.

Leggi anche: Anziano scappa da una struttura: trovato in un burrone

Anziano scomparso da Volpiano, ritrovato questa mattina

Continua la lettura di Donna scomparsa ritrovata in un canalone su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/donna-scomparsa-ritrovata-in-un-canalone/feed/ 0
Ladri in villa: un bottino da 50 mila euro https://nuovaperiferia.it/cronaca/ladri-in-villa-un-bottino-da-50-mila-euro/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/ladri-in-villa-un-bottino-da-50-mila-euro/#respond Sun, 11 Nov 2018 12:06:36 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45371 Ladri in villa: un bottino da 50 mila euro. E’ accaduto qualche giorno fa a Moncalieri. Ladri in villa I ladri colpiscono di notte nella collina di Torino. I ladri infatti hanno forzato una porta finestra e si sono introdotti in una villa a Moncalieri. Il bottino Dopo essere entrati nell’abitazione hanno portato via denaro […]

Continua la lettura di Ladri in villa: un bottino da 50 mila euro su La Nuova Periferia.

]]>
Ladri in villa: un bottino da 50 mila euro. E’ accaduto qualche giorno fa a Moncalieri.

Ladri in villa

I ladri colpiscono di notte nella collina di Torino. I ladri infatti hanno forzato una porta finestra e si sono introdotti in una villa a Moncalieri.

Il bottino

Dopo essere entrati nell’abitazione hanno portato via denaro e oggetti preziosi per un valore di 50 mila euro. I ladri hanno quindi aperto la cassaforte e hanno agito praticamente indisturbati. I Carabinieri indagano sul furto.

I precedenti

Purtroppo non è il primo caso di furto in villa. Molto spesso i ladri tengono d’occhio le abitudini dei residenti prima di agire. In questo modo hanno più probabilità di agire indisturbati come in questo caso.

Leggi anche: Ladri a casa del sindaco, furto da migliaia di euro

Continua la lettura di Ladri in villa: un bottino da 50 mila euro su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/ladri-in-villa-un-bottino-da-50-mila-euro/feed/ 0
Estate di San Martino: da lunedì temperature in rialzo https://nuovaperiferia.it/attualita/estate-di-san-martino-da-lunedi-temperature-in-rialzo/ https://nuovaperiferia.it/attualita/estate-di-san-martino-da-lunedi-temperature-in-rialzo/#respond Sun, 11 Nov 2018 11:43:58 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45393 I vecchi detti popolari nascondono sempre un fondo di verità, si dice: così è per l’estate di San Martino. Come scrive http://novaraoggi Estate di San Martino in arrivo da domani Le cause del ripetersi, anche per quest’anno, dell’estate di San Martino sono da ricercarsi in un promontorio anticiclonico di matrice subtropicale sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, […]

Continua la lettura di Estate di San Martino: da lunedì temperature in rialzo su La Nuova Periferia.

]]>
I vecchi detti popolari nascondono sempre un fondo di verità, si dice: così è per l’estate di San Martino. Come scrive http://novaraoggi

Estate di San Martino in arrivo da domani

Le cause del ripetersi, anche per quest’anno, dell’estate di San Martino sono da ricercarsi in un promontorio anticiclonico di matrice subtropicale sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, che da domani, lunedì 12 novembre, porterà temperature più miti (per quanto siano comunque ancora superiori alle medie stagionali), e, soprattutto, il sole nei nostri cieli

Dopo le piogge

Dopo i fenomeni di piogge intense, che hanno provocato anche qualche preoccupazione perl’innalzamento eccessivo dei livelli di laghi e corsi d’acqua, nei prossimi giorni la situazione tornerà ad essere più tranquilla.

Leggi anche: Pioggia e vento scoperchiano la Torre Ottagonale… e i danni li paga il Comune

Continua la lettura di Estate di San Martino: da lunedì temperature in rialzo su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/estate-di-san-martino-da-lunedi-temperature-in-rialzo/feed/ 0
Mattarella nel Biellese per commemorare l’alluvione del ’68 https://nuovaperiferia.it/attualita/mattarella-nel-biellese-per-commemorare-lalluvione-del-68/ https://nuovaperiferia.it/attualita/mattarella-nel-biellese-per-commemorare-lalluvione-del-68/#respond Sun, 11 Nov 2018 11:30:21 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45389 Mattarella nel Biellese per l’alluvione del 1968. come riporta http://novaraoggi Mattarella nel Biellese per commemorare l’alluvione del 1968 Per la prima volta, un’Unione montana di Comuni riceve il Presidente della Repubblica. Il Biellese Orientale ieri, sabato 9 novembre è stato protagonista che di una “prima” che rimarrà nella storia del Piemonte e dell’Italia. Dopo il piccolo […]

Continua la lettura di Mattarella nel Biellese per commemorare l’alluvione del ’68 su La Nuova Periferia.

]]>
Mattarella nel Biellese per l’alluvione del 1968. come riporta http://novaraoggi

Mattarella nel Biellese per commemorare l’alluvione del 1968

Per la prima volta, un’Unione montana di Comuni riceve il Presidente della Repubblica. Il Biellese Orientale ieri, sabato 9 novembre è stato protagonista che di una “prima” che rimarrà nella storia del Piemonte e dell’Italia. Dopo il piccolo Comune di Rassa, in Valsesia, che aveva ricevuto il Presidente due anni fa in occasione della Festa della Liberazione, questa volta l’Unione montana ha avuto l’onore di accogliere Sergio Mattarella per commemorare le vittime dell’alluvione tragico del 1968, oltre che guardare al futuro del territorio, tra prevenzione e contrasto all’abbandono.

Grande commozione

Grande emozione nella Sindaca Cristina Sasso e nel Presidente dell’Unione montana Biellese Orientale, Carlo Grosso, che hanno lavorato a lungo con decine di collaboratori, in particolare l’Assessore Matteo Passuello e tutto il sistema della Protezione Civile. Per Uncem ieri era presente Paola Vercellotti, Vicepresidente Uncem Piemonte, già Presidente della Comunità montana Valle Sessera e Valle di Mosso. Tantissimi i Sindaci e gli Amministratori presenti.

Continua la lettura di Mattarella nel Biellese per commemorare l’alluvione del ’68 su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/mattarella-nel-biellese-per-commemorare-lalluvione-del-68/feed/ 0
Uccidono due caprioli a pochi metri dalle abitazioni https://nuovaperiferia.it/cronaca/uccidono-due-caprioli-a-pochi-metri-dalle-abitazioni/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/uccidono-due-caprioli-a-pochi-metri-dalle-abitazioni/#respond Sun, 11 Nov 2018 07:48:12 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45374 Uccidono due caprioli a pochi metri della case. E’ successo ad Ormea sabato 10 novembre.   Uccidono due caprioli Ieri mattina intorno alle 7  hanno esploso due colpi di fucile nei pressi delle abitazioni di frazione Aimoni ad Ormea. I fatti Dopo aver udito i colpi esplosi, gli abitanti delle case sono usciti in strada […]

Continua la lettura di Uccidono due caprioli a pochi metri dalle abitazioni su La Nuova Periferia.

]]>
Uccidono due caprioli a pochi metri della case. E’ successo ad Ormea sabato 10 novembre.

 

Uccidono due caprioli

Ieri mattina intorno alle 7  hanno esploso due colpi di fucile nei pressi delle abitazioni di frazione Aimoni ad Ormea.

I fatti

Dopo aver udito i colpi esplosi, gli abitanti delle case sono usciti in strada e hanno così trovato i due animali morti a pochi metri da casa loro.  I caprioli si trovavano in un terreno recintato.

La reazione

Quando i residenti sono scesi in strada hanno visto alcune persone salire in auto e fuggire.

 

Leggi anche: Spari contro una casa durante una battuta di caccia

 

Continua la lettura di Uccidono due caprioli a pochi metri dalle abitazioni su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/uccidono-due-caprioli-a-pochi-metri-dalle-abitazioni/feed/ 0
Zio violenta la nipote dodicenne https://nuovaperiferia.it/cronaca/zio-violenta-la-nipote-dodicenne/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/zio-violenta-la-nipote-dodicenne/#respond Sun, 11 Nov 2018 07:30:14 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45376 Zio violenta la nipote di 12 anni. E’ questa la terribile realtà emersa in seguito ad un’indagine. L’uomo è stato condannato a 5 anni di galera. Zio violenta la nipote Violenta la nipote e per questo il gup del tribunale di Aosta Davide Paladino ha condannato a cinque anni di reclusione un uomo di 27 […]

Continua la lettura di Zio violenta la nipote dodicenne su La Nuova Periferia.

]]>
Zio violenta la nipote di 12 anni. E’ questa la terribile realtà emersa in seguito ad un’indagine. L’uomo è stato condannato a 5 anni di galera.

Zio violenta la nipote

Violenta la nipote e per questo il gup del tribunale di Aosta Davide Paladino ha condannato a cinque anni di reclusione un uomo di 27 anni.  L’accusa era infatti violenza sessuale continuata e aggravata ai danni della nipote. L’accusato,un valdostano, in aula, ha ammesso la violenza sessuale e ha chiesto scusa.

 

Le violenze

Secondo le indagini la ragazzina ha subito violenze per 2 anni. Sino a quando è emerso tutto perchè la giovane si è confidata con la mamma di un coetaneo.

 

Il pubblico ministero aveva avanzato una richiesta di condanna pari a 6 anni. La 12enne avrebbe subito le violenze nell’abitazione dello zio.

Leggi anche: Nonno violenta la nipotina di tre anni

Continua la lettura di Zio violenta la nipote dodicenne su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/zio-violenta-la-nipote-dodicenne/feed/ 0
Truffa da 200 mila euro: si allacciano abusivamente alla rete del gas https://nuovaperiferia.it/cronaca/truffa-da-200-mila-euro-si-allacciano-abusivamente-alla-rete-del-gas/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/truffa-da-200-mila-euro-si-allacciano-abusivamente-alla-rete-del-gas/#respond Sun, 11 Nov 2018 06:58:41 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45378 Una truffa da 200 mila euro. Quindici persone sono state denunciate perchè dal 2016 hanno usato per riscaldare le proprie abitazioni circa 200 mila metri cubi di metano per un valore di circa 200 mila euro senza pagare nulla. Truffa da 200 mila euro Una truffa da 200 mila euro quella messa in atto da […]

Continua la lettura di Truffa da 200 mila euro: si allacciano abusivamente alla rete del gas su La Nuova Periferia.

]]>
Una truffa da 200 mila euro. Quindici persone sono state denunciate perchè dal 2016 hanno usato per riscaldare le proprie abitazioni circa 200 mila metri cubi di metano per un valore di circa 200 mila euro senza pagare nulla.

Truffa da 200 mila euro

Una truffa da 200 mila euro quella messa in atto da quindici persone  che si sono allacciate abusivamente alle rete del gas.

La denuncia

I truffatori sono stati quindi denunciati dai carabinieri della stazione di Stresa al termine di una lunga indagine. L’accusa a loro carico è di furto aggravato continuato e di violazione di sigilli. Infatti, nonostante fossero stati posti sigilli, dal 2016, i denunciati hanno continuato a usufruire in modo illecito del metano.

Le indagini sono state condotte dai Carabinieri di Stresa e dai tecnici ItalGas Reti spa, che  si occupa della gestione del metano.

Leggi anche: Arrestati perchè si allacciano abusivamente alla rete elettrica

Continua la lettura di Truffa da 200 mila euro: si allacciano abusivamente alla rete del gas su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/truffa-da-200-mila-euro-si-allacciano-abusivamente-alla-rete-del-gas/feed/ 0
Balconi e verande in inverno possono essere vissuti https://nuovaperiferia.it/casa/balconi-e-verande-in-inverno/ Sat, 10 Nov 2018 18:42:44 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45368 Balconi e verande in inverno, che bello poter sfruttare gli spazi aperti per vivere la propria abitazione in totale libertà. Magari abbinando il trascorrere del tempo con l’ambiente naturale come permette di fare uno spazio all’aperto. Orti, giardini, balconi e verande in inverno possono diventare surrogati molto soddisfacenti. A patto che siano messi in condizione di […]

Continua la lettura di Balconi e verande in inverno possono essere vissuti su La Nuova Periferia.

]]>
Balconi e verande in inverno, che bello poter sfruttare gli spazi aperti per vivere la propria abitazione in totale libertà. Magari abbinando il trascorrere del tempo con l’ambiente naturale come permette di fare uno spazio all’aperto. Orti, giardini, balconi e verande in inverno possono diventare surrogati molto soddisfacenti. A patto che siano messi in condizione di vivibilità assoluta. Un giardino d’inverno può essere considerato un’estensione della casa verso l’esterno per abbracciare una porzione di natura e di cielo: un luogo di incontro tra la gli ambienti domestici e lo scenario naturale che li circonda. Certo le temperature rigide limitano un po’ questa stagione, ma non dobbiamo farci irretire: verande e balconi possono essere «vissuti» anche fra novembre e febbraio a patto che siano ben riparati dalle intemperie.

Balconi e verande in inverno

Generalmente il balcone è realizzato con caratteristiche costruttive proprie e quasi sempre differente dalle composizioni delle mura domestiche (pensiamo alle verande in metallo e vetro), in quanto per la maggior parte dei casi si tratta di spazi aggiunti in un secondo momento e contraddistinti da grandi superfici trasparenti. Un giardino d’inverno può rendere più accattivante lo spazio abitativo, fornendo una finestra sull’esterno. Anche se la superficie disponibile è limitata, un giardino d’inverno potrà trasformarla in un meraviglioso ampliamento dell’abitazione regalando appeal e valore aggiunto. Ogni buon giardino d’inverno deve sembrare una naturale estensione della casa, una superficie pienamente utilizzata e funzionale da usare quotidianamente. Per case di piccola metratura, un giardino d’inverno può fungere da ideale ampliamento e servire da sala da pranzo o da secondo soggiorno.

Un giardino d’inverno su misura

Un giardino d’inverno su misura può servire anche come stanza per la musica, l’arte o il proprio hobby per chi desidera dare più spazio alle proprie passioni. Grazie alla luce naturale, verande e limonaie sono ideali anche come spazio studio. Come costruirle in versione low-cost e con la massima sicurezza Per verande e giardini d’inverno di ridotte dimensioni i costi possono essere mantenuti bassi con minimi lavori di fondamenta e limitando l’uso di materiali costosi. Per i progetti più ampi che richiedono il permesso di costruire e la costruzione di strutture permanenti il budget sarà ovviamente più alto. Se lo spazio deve ospitare una cucina, ad esempio, ci sarà bisogno dell’impiantistica di base (acqua, elettricità) oltre che i mobili di arredo. Ecco perché è bene assicurarsi che le predisposizioni siano state installate da professionisti.

L’importanza della fase di progettazione

La creazione di un giardino d’inverno può aggiungere valore economico alla casa ed è quindi importante considerarlo come un investimento a lungo tempo. Non è necessario che gli arredi siano di ultimo grido, anzi: spesso il buon gusto del proprietario riesce a sistemare mobili usati in un luogo dove… stanno bene anche quelli! E’ consigliabile comunque non lesinare in fase di progettazione: un progetto ben pensato e armonico ha non solo una valenza estetica da sfruttare nel tempo ma può incidere anche sulle prestazioni energetiche della casa. Un ulteriore vantaggio di cui tener conto in un’ottica futura.

Continua la lettura di Balconi e verande in inverno possono essere vissuti su La Nuova Periferia.

]]>
Tendenze di arredo 2019, dalla madia alla tappezzeria https://nuovaperiferia.it/casa/tendenze-di-arredo-2019-madia/ Sat, 10 Nov 2018 18:38:20 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45365 Tendenze di arredo, quali sono? Il soggiorno cambia pelle, diventando uno spazio versatile in grado di assolvere contemporaneamente più funzioni. Di grande attualità, i divani in versione «tuttofare» dotati di vani contenitori sotto la seduta dove alloggiare cuscini, coperte e piccoli oggetti, con piani d’appoggio incorporati lungo i lati, perfetti per ospitare libri e cd. […]

Continua la lettura di Tendenze di arredo 2019, dalla madia alla tappezzeria su La Nuova Periferia.

]]>
Tendenze di arredo, quali sono? Il soggiorno cambia pelle, diventando uno spazio versatile in grado di assolvere contemporaneamente più funzioni. Di grande attualità, i divani in versione «tuttofare» dotati di vani contenitori sotto la seduta dove alloggiare cuscini, coperte e piccoli oggetti, con piani d’appoggio incorporati lungo i lati, perfetti per ospitare libri e cd. Senza rinunciare al comfort e all’ergonomia: i modelli più attuali puntano su soffici imbottiture, poggiatesta avvolgenti dotati di casse acustiche collegate alla tv o all’impianto hi-fi e sedute che consentono la scelta di diverse posizioni. In questo modo, il divano evolve da semplice arredo diventando una postazione relax a tuttotondo. In alcuni casi persino i braccioli e gli schienali non sono più fissati alla struttura ma diventano elementi mobili, da spostare a seconda delle necessità.

Il grande ritorno della madia

C’è da registrare poi il gran ritorno della madìa. Sempre più spesso, accanto al classico angolo conversazione con divani e tv è presente la zona pranzo e allora ecco spiegato il grande ritorno delle madìe. Dimenticate il buffet o la credenza che arredava le case delle nostre mamme e nonne: la madìa in versione 2.0 è un mobile super attrezzato che non solo contiene tutto l’occorrente per la tavola (piatti, bicchieri, posate, tovaglie) ma assolve più funzioni contemporaneamente. I vani a giorno possono esporre piccoli oggetti decorativi, mentre il piano può ospitare libri, cd, dvd e apparecchi hi-tech grazie alla predisposizione per il passaggio di cavi elettrici. Basse e larghe, le madìe sono adatte anche a centro stanza come elemento divisorio o come spalla per il divano. Appoggiate a parete, diventano il complemento ideale di ripiani, quadri o pensili.

I tavolini di servizio

Altra tendenza in forte ascesa sono i tavolini di servizio. Da usare non più da soli davanti al divano ma a gruppi di due o tre, meglio se con forme e altezze differenti, in posizione decentrata per un risultato decisamente più casual. L’offerta e la possibilità di scelta dei colori è pressoché infinita così come i materiali che spaziano dal marmo al vetro, dalla resina al Fenix, da coordinare, volendo, con il piano del tavolo o della madìa, per effetti molto decorativi.

E poi ci sono le pareti…

E alle pareti? Negli ultimi anni le carte da parati sono tornate di moda (andavano tantissimo negli Anni 70) diventando un vero must nell’interior-design. Scelta irrinunciabile quando si sceglie di dare carattere a un interno senza per forza abbattere muri o stravolgere tutto l’arredamento. Può essere molto utile, prima di acquistare metri e metri di rolli adesivi, fare una simulazione. Si può procedere in vari modi. Il più semplice è stampare a colori la fantasia prescelta e, accostandola a parete, provare a immaginare l’effetto finale.

Tendenze di arredo 2019

I più tecnologici possono utilizzare i simulatori che consentono di ricreare virtualmente la stanza, disponibili su alcuni siti di e-commerce che vendono wallpaper. Per ogni stanza, per ogni stile, c’è la soluzione adatta, l’importante è saper individuare la proposta giusta per il risultato che si vuole ottenere. Novità assoluta sono i rivestimenti murari in grado di essere posati anche negli ambienti umidi. Si aprono nuove possibilità decorative in bagno (box doccia incluso) e in cucina, àmbiti considerati off-limits fino a poco tempo fa per le tappezzerie. Tra le tendenze di arredo più in voga ci sono senza dubbio le fantasie a tema floreale, proposte in tutte le declinazioni possibili. Dai fiori in formato maxi, simili a gigantesche fotografie ingrandite alle riproduzioni botaniche di foglie e frutti esotici. Passando per i paesaggi bucolici che simulano spazi améni, fitti boschi e vegetazione lussureggiante in tutte le stagioni.

Il fiori mettono tutti d’accordo

Che si tratti della zona sala da pranzo o della camera da letto poco importa, il tema dei fiori mette tutti d’accordo. Chi ama uno stile più essenziale può contare su moltissime fantasie geometriche, più o meno sgargianti, o sull’intramontabile effetto-optical, riproposto in molteplici varianti. Ma non mancano proposte più architetturali come le «texture» che simulano la presenza di materiali naturali come il legno, le pietre, i marmi o l’effetto-metallo e cangiante di acciaio, ferro arrugginito e ottone. Il risultato è molto simile a quello ottenuto posando un rivestimento in grande formato ma il vantaggio è la facilità e la rapidità di posa (avendo una buona manualità è possibile procedere da soli), nonché il costo, sensibilmente inferiore a quello di una piastrella in pietra naturale, un parquet o un gress porcellanato. Ecco tutte le tendenze di arredo.

Continua la lettura di Tendenze di arredo 2019, dalla madia alla tappezzeria su La Nuova Periferia.

]]>
Come si fa la sangria? Ecco la ricetta universale https://nuovaperiferia.it/cucina/come-si-fa-la-sangria-ricetta/ Sat, 10 Nov 2018 18:31:01 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45362 Se il cocktail è il re degli aperitivi, se i long drink sono i principi dell’happy-hour, allora la regina del settore altri non può essere se non la sangria. Bevanda dolce e non particolarmente ad alta gradazione alcoolica (ma dipende da chi la prepara!) si adatta perfettamente ad essere consumata anche in ore non serali. […]

Continua la lettura di Come si fa la sangria? Ecco la ricetta universale su La Nuova Periferia.

]]>
Se il cocktail è il re degli aperitivi, se i long drink sono i principi dell’happy-hour, allora la regina del settore altri non può essere se non la sangria. Bevanda dolce e non particolarmente ad alta gradazione alcoolica (ma dipende da chi la prepara!) si adatta perfettamente ad essere consumata anche in ore non serali. Da qui il grande successo per gli avventori che possono tracannarne in quantità senza rischiare la sbronza. Si tratta di una mistura da preparare in grandi quantità (almeno due litri alla volta) e dunque molto adatta per i ritrovi o gli happy hour a grande partecipazione.

La ricetta originale

La ricetta originale proviene dal Portogallo, ma ormai in tutta la penisola iberica è diventata una specie di «bevanda doc» e la Spagna ne ha elaborato decine di varianti. Ovviamente ciascuna zona sostiene di detenere la ricetta migliore e per la verità molte sono simili fra loro. I veri intenditori, tuttavia, sostengono che anche il solo cambio del vino o il grado di maturazione della frutta possono far cambiare il gusto come dal giorno alla notte. Per non prendere posizione e rimanere asettici di fronte a queste rivalità, proponiamo una ricetta più o meno «universale» che può essere presa ad esempio e poi eventualmente cambiata a seconda dei gusti personali.

Come si fa la sangria

Per un’ottima sangria, dunque, usate questi ingredienti: una bottiglia di vino rosso non frizzante (ottimi il sassella, il cannonau e il teroldego); un’arancia e mezzo limone; tre pesche mature; un bicchierino di rhum; due o tre bustine di zucchero di canna; tre o quattro chiodi di garofano; mezza bottiglia di acqua frizzante (o seltz). La preparazione è tanto semplice quanto intuitiva: affettare le pesche, l’arancia e il mezzo limone in una grande brocca o in una marmitta di vetro; aggiungere lo zucchero di canna e il vino rosso; mescolare bene e aggiungere i chiodi di garofano e il rhum; quindi mettere in frigo a riposare per almeno tre o quattro ore; quando è il momento di servirla aggiungere l’acqua gasata (o il seltz) e versare in bicchieri grandi con abbondante ghiaccio.

Le guarnizioni

Chi vuole può guarnire anche i bicchieri con scorze di agrumi o pezzi di frutta. In Catalogna e a Barcellona in particolare invece del vino rosso usano quello bianco, anche spumante, ma per i… «puristi» della sangria ciò rappresenta il peggior errore (comunque vien buona lo stesso).

Continua la lettura di Come si fa la sangria? Ecco la ricetta universale su La Nuova Periferia.

]]>
Ricetta del vin brulé, l’ideale per scaldarsi https://nuovaperiferia.it/cucina/ricetta-del-vin-brule/ Sat, 10 Nov 2018 18:25:44 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45359 Ricetta del vin brulé: un «must» di tutto il Nord Italia in queste serate di freddo inverno, soprattutto tradizionalmente gradito all’uscita dalla Messa di mezzanotte. Preparare questa bevanda corroborante non è difficile: scegliere un vino rosso di buona qualità; farlo cuocere a fiamma alta fino ad ebollizione; a questo punto l’etanolo evapora e (per chi […]

Continua la lettura di Ricetta del vin brulé, l’ideale per scaldarsi su La Nuova Periferia.

]]>
Ricetta del vin brulé: un «must» di tutto il Nord Italia in queste serate di freddo inverno, soprattutto tradizionalmente gradito all’uscita dalla Messa di mezzanotte. Preparare questa bevanda corroborante non è difficile: scegliere un vino rosso di buona qualità; farlo cuocere a fiamma alta fino ad ebollizione; a questo punto l’etanolo evapora e (per chi se la sente) c’è la possibilità di incendiarne i vapori per esaurirli del tutto; quindi spegnere il fuoco e solo dopo averlo spento mettere nel vino i chiodi di garofano, pezzetti di mela, cannella (poca) e uno spruzzo di succo d’arancia.

Ricetta del vin brulé e le varianti

Ciascuno ha poi la sua versione: c’è chi aggiunge anche scorze di limone, fette di mandarino, altre essenze come l’anice… Diciamo però che la versione non troppo elaborata prevede chiodi di garofano, spruzzo d’arancia, mela a pezzi e poca cannella. Servire ben caldo.

Attenzione alla gradazione alcolica

La gradazione alcolica non è zero, ma circa 7 o 8 gradi a seconda sia del vino usato sia dell’ebollizione (fiamma più alta vuol dire evaporare più alcool). Per gli astemi o per chi non può assumere alcool, c’è anche una ricetta per così dire alternativa a base di succo di mela: seguire le stesse direttive della ricetta tradizionale, ne uscirà una specie di… «sangria leggerissima» in grado comunque di riscaldare stomaco e spirito.

Continua la lettura di Ricetta del vin brulé, l’ideale per scaldarsi su La Nuova Periferia.

]]>
Come restare in forma? Prevenzione con il fitness https://nuovaperiferia.it/salute/come-restare-in-forma-fitness/ Sat, 10 Nov 2018 18:18:06 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45356 Come restare in forma? Un cervello pigro rende pigro il corpo. Avere a noia l’attività mentale riduce la propensione all’attività fisica. In buona sostanza non vi resta che convincervi che, per il vostro benessere, occorre fare sia attività cerebrale, che fisica. Gli esperti sostengono che quest’ultima deve essere svolta con cadenza almeno bisettimanale. E può […]

Continua la lettura di Come restare in forma? Prevenzione con il fitness su La Nuova Periferia.

]]>
Come restare in forma? Un cervello pigro rende pigro il corpo. Avere a noia l’attività mentale riduce la propensione all’attività fisica. In buona sostanza non vi resta che convincervi che, per il vostro benessere, occorre fare sia attività cerebrale, che fisica. Gli esperti sostengono che quest’ultima deve essere svolta con cadenza almeno bisettimanale. E può essere come la preferite. Non necessariamente all’aperto, non necessariamente al chiuso. L’importante è fare movimento. Tutto ciò vi aiuterà a raggiungere un ottimo stato di forma. Dovreste sempre muovervi tenendo presente che «la salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale». Il fitness è sicuramente uno dei metodi più validi per ottenere un buono stato di forma. Se abbinato al cardiofitness e allo stretching i risultati sono ancora più evidenti. Grazie ad esse è possibile incrementare forza e resistenza muscolare, mobilità articolare, capacità ed efficienza aerobica, fiducia in se e serenità.

Come restare in forma?

Poi, fidatevi, vedrete che fare sport è bello e coinvolgente. Non sono pochi coloro che, iniziando a correre «per forza» o su indicazione del proprio medico curante (magari per problemi di obesità) ci hanno poi trovato talmente gusto da non riuscire più a farne a meno. La corsa, in particolare, è un’attività aerobica che porta il cervello a secernere endorfine: sostanze che aumentano la sensazione di benessere psico-fisico.

Consigli per chi parte da zero

Qualunque «runner» lo sa bene: correre con costanza e regolarità fa… godere, non si sa il perché. A tal punto che molti corrono tutti i giorni e il loro fisico ringrazia! Per chi vuole cominciare da zero, ecco qualche utile consiglio. I primi giorni uscite a camminare e basta, a passo veloce ma senza correre, per almeno mezz’ora, un giorno sì e l’altro no. La seconda settimana: camminata veloce ma tutti i giorni, e tenete questo esercizio per un mese.

Dal secondo mese che fare

Dal secondo mese corricchiare lentamente a giorni alternati (un giorno si esce, l’altro si riposa) misurando la distanza su circa 5 km. Quindi dal terzo/quarto mese mantenere i giorni alterni e la distanza di 5 km ma aumentando un po’ il ritmo. Dal quinto mese in avanti aggiungere un chilometro al mese e aumentare il ritmo secondo come ci si sente: ormai sarete abbastanza esperti e amanti della corsa da sapervi gestire.

Continua la lettura di Come restare in forma? Prevenzione con il fitness su La Nuova Periferia.

]]>
La dieta mediterranea e i suoi benefici sul dna https://nuovaperiferia.it/salute/la-dieta-mediterranea-benefici-dna/ Sat, 10 Nov 2018 18:13:01 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45353 La dieta mediterranea fa bene al cuore, e questo si sapeva. Mangiare in modo equilibrato frutta, verdura, pasta, pesce e carne (poca carne) è un regime alimentare sano ed equilibrato consigliato a qualsiasi età. Pare che i benefici maggiori siano riscontrabili per quanto riguarda la prevenzione delle patologie cardiache e cardiovascolari. Una teoria confermata dai […]

Continua la lettura di La dieta mediterranea e i suoi benefici sul dna su La Nuova Periferia.

]]>
La dieta mediterranea fa bene al cuore, e questo si sapeva. Mangiare in modo equilibrato frutta, verdura, pasta, pesce e carne (poca carne) è un regime alimentare sano ed equilibrato consigliato a qualsiasi età. Pare che i benefici maggiori siano riscontrabili per quanto riguarda la prevenzione delle patologie cardiache e cardiovascolari. Una teoria confermata dai ricercatori dell’Università di Exeter (Inghilterra) che hanno fatto una importante scoperta a livello genetico: la dieta mediterranea rallenta l’invecchiamento del dna.

La ricerca e la dieta mediterranea

Per circa 10 anni i ricercatori guidati dal professor David Llewelly hanno monitorato lo stato di salute di circa 5.000 persone concludendo che chi segue la famosa dieta mediterranea aiuta il proprio dna a restare giovane e sano. La scoperta è arrivata osservando i cosiddetti «telomeri». Questi sono una specie di «cappucci protettivi» del dna il cui progressivo accorciamento è correlato all’invecchiamento cellulare e all’età. Dallo studio emerge, infatti, che chi mangia secondo le regole della dieta mediterranea mantiene i «telomeri» più sani, rallentando l’invecchiamento genetico e proteggendo il cuore.

L’acqua è l’elemento essenziale

La dottoressa Laura Rossi, esperta del Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CREA), ha spiegato che ogni rappresentazione grafica ha alla base l’acqua quale elemento essenziale per un corretto stile alimentare. L’acqua è sempre stata trattata come alimento essenziale nei livelli di assunzione raccomandati di energia e nutrienti. Quindi, se vogliamo mantenere il nostro cuore sano e la circolazione sanguigna ottimale, bisogna seguire una dieta mediterranea privilegiando frutta, verdura, pasta e pesce su tutto, associando al consumo di molta acqua (meglio naturale) da bere in piccole quantità durante tutte le fasi della giornata (almeno due litri al dì).

Continua la lettura di La dieta mediterranea e i suoi benefici sul dna su La Nuova Periferia.

]]>
Nuova Ducati Panigale V4 R, grande novità ad Eicma https://nuovaperiferia.it/motori/nuova-ducati-panigale-v4-r-eicma/ Sat, 10 Nov 2018 18:09:01 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45350 La nuova Ducati Panigale V4 R è stata la grande protagonista della Ducati World Première 2019. E poi ovviamente di Eicma. Rispetto alle precedenti versione “R”, la nuova Ducati Panigale V4  è ancora più specialistica e ricca di tecnologia mutuata direttamente dal mondo della MotoGP. Le modifiche non si limitano al motore ed alle sospensioni. Ma comprendono anche […]

Continua la lettura di Nuova Ducati Panigale V4 R, grande novità ad Eicma su La Nuova Periferia.

]]>
La nuova Ducati Panigale V4 R è stata la grande protagonista della Ducati World Première 2019. E poi ovviamente di Eicma. Rispetto alle precedenti versione “R”, la nuova Ducati Panigale V4  è ancora più specialistica e ricca di tecnologia mutuata direttamente dal mondo della MotoGP. Le modifiche non si limitano al motore ed alle sospensioni. Ma comprendono anche la carenatura, sviluppata e disegnata da Ducati Corse in collaborazione con il Centro Stile Ducati, che migliora l’efficienza aerodinamica della moto. La nuova carena integra inoltre le appendici aerodinamiche sviluppate per i prototipi della MotoGP. Realizzate in fibra di carbonio, derivano dai profili sviluppati per la MotoGP. E incrementano la stabilità in tutte le fasi della guida aumentando la confidenza del pilota per una guida ancora più performante ed efficace.

Il ruggito della nuova Ducati Panigale V4 R

La nuova Ducati Panigale V4 R è in pratica una moto da competizione della categoria WSBK omologata per uso stradale, e rappresenta la base tecnica di partenza per le Ducati Superbike ufficiali che gareggeranno nel Campionato Mondiale a partire dalla stagione 2019. Il motore Desmosedici Stradale da 1.103 cm3 lascia il posto al Desmosedici Stradale R da 998 cm3, per rientrare nei limiti di cilindrata imposti dal campionato WSBK. A differenza del V4 di maggiore cilindrata, progettato per avere un’erogazione fluida e corposa ai bassi regimi che lo rende sfruttabile anche su strada, il Desmosedici Stradale R da 998 cm3 ha un carattere più estremo, con una erogazione “appuntita” pensata per la prestazione in pista. E’ inoltre caratterizzato da componenti interni alleggeriti. Queste contribuiscono a ridurre il peso della moto di 2 Kg rispetto alla Panigale V4S, portandolo a soli 193 Kg in ordine di marcia.

Numeri impressionanti per la nuova Ducati Panigale V4 R

La superiore efficienza di aspirazione che gli consente di “prendere i giri” più rapidamente. E avere la zona rossa del contagiri spostata più in alto, per garantire un maggiore allungo. Il risultato sono 221 CV (162 kW) erogati a 15.250 giri/minuto (valori riferiti all’omologazione EU), 2.250 giri/minuto più in alto rispetto al picco di potenza massima del motore V4 da 1.103 cm3. Numeri impressionanti, che diventano ancora più incredibili montando lo scarico full-racing DucatiPerformance by Akrapovič, che portano la potenza massima che sale fino a 234 CV (172 kW) a 15.500 giri/minuto. La Ducati di serie più potente di sempre!

Continua la lettura di Nuova Ducati Panigale V4 R, grande novità ad Eicma su La Nuova Periferia.

]]>
Nuovo Mitsubishi Triton/L200 presentato in anteprima mondiale https://nuovaperiferia.it/motori/nuovo-mitsubishi-triton-l200/ Sat, 10 Nov 2018 18:03:58 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45347 Nuovo Mitsubishi Triton/L200 è stato presentato a Bangkok. Si tratta del nuovo pick-up da 1 tonnellata, la cui vendita prenderà il via il 17 novembre in Thailandia. Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 è l’ultima versione di un modello che quest’anno celebra il suo 40° compleanno. Viene prodotto nello stabilimento di Laem Chabang da Mitsubishi Motors (Thailand) Co. Ltd. […]

Continua la lettura di Nuovo Mitsubishi Triton/L200 presentato in anteprima mondiale su La Nuova Periferia.

]]>
Nuovo Mitsubishi Triton/L200 è stato presentato a Bangkok. Si tratta del nuovo pick-up da 1 tonnellata, la cui vendita prenderà il via il 17 novembre in Thailandia. Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 è l’ultima versione di un modello che quest’anno celebra il suo 40° compleanno. Viene prodotto nello stabilimento di Laem Chabang da Mitsubishi Motors (Thailand) Co. Ltd. (MMTh), costruttore e distributore di MMC in Thailandia. È un modello strategico globale che, dopo il lancio in Thailandia, sarà commercializzato negli altri mercati ASEAN e in Oceania, Medio Oriente, Europa, Africa e America Latina, fino a raggiungere un totale di circa 150 paesi del mondo. Praticamente ovunque.

Ecco il nuovo Mitsubishi Triton/L200

In occasione della presentazione in anteprima mondiale, il CEO di Mitsubishi Motors Osamu Masuko ha dichiarato: “Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 è uno dei nostri modelli strategici globali più importanti, il cui successo darà ulteriore impulso alla crescita sostenibile dell’azienda. Il nuovo modello ottimizza la robustezza, l’affidabilità e il comfort messi a punto in 40 anni di lavoro dall’introduzione della serie. Sono certo che il nuovo Mitsubishi Triton/L200 soddisferà le diverse esigenze e i desideri dei nostri clienti in tutto il mondo”.

Panoramica sul nuovo Mitsubishi Triton/L200

Il nuovo Mitsubishi Triton/L200 incarna il motto “Engineered Beyond Tough” che sintetizza la filosofia del marchio. In termini di competitività, i punti di forza della nuova versione sono: un design più incisivo che integra l’ultima declinazione del frontale “Dynamic Shield”; un sistema 4WD ottimizzato che migliora le performance nell’off-road; e sistemi di sicurezza attiva e assistenza alla guida di ultima generazione. Nel complesso, il nuovo modello mostra un netto perfezionamento delle caratteristiche di affidabilità e robustezza ricercate dai clienti commerciali e, al tempo stesso, del comfort e della qualità di guida desiderati dagli utenti privati.

Continua la lettura di Nuovo Mitsubishi Triton/L200 presentato in anteprima mondiale su La Nuova Periferia.

]]>
Incidente stradale: giovane si schianta contro un’auto parcheggiata e muore https://nuovaperiferia.it/cronaca/incidente-stradale-giovane-si-schianta-contro-unauto-parcheggiata-e-muore/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/incidente-stradale-giovane-si-schianta-contro-unauto-parcheggiata-e-muore/#respond Sat, 10 Nov 2018 17:36:38 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45345 Drammatico incidente stradale intorno alle 19 di ieri, venerdì 9 novembre a Ghiffa, sulla strada panoramica nella zona di Ceredo. Giovane si schianta contro un’auto Un giovane di  soli 22 anni  ha perso il controllo della sua vettura, si è schiantato contro un’auto parcheggiata e poi è finito contro un muro. Il violento schianto è […]

Continua la lettura di Incidente stradale: giovane si schianta contro un’auto parcheggiata e muore su La Nuova Periferia.

]]>
Drammatico incidente stradale intorno alle 19 di ieri, venerdì 9 novembre a Ghiffa, sulla strada panoramica nella zona di Ceredo.

Giovane si schianta contro un’auto

Un giovane di  soli 22 anni  ha perso il controllo della sua vettura, si è schiantato contro un’auto parcheggiata e poi è finito contro un muro. Il violento schianto è stato fatale.

La corsa in ambulanza

Le sue condizioni sono apparse da subito molto critiche.  Il personale del 118 lo ha quindi trasportato con la massima urgenza in ospedale a Verbania in codice rosso. Il giovane è morto poco dopo.

I soccorsi

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno estratto la vittima dall’abitacolo, il 118 e i Carabinieri che stanno indagando sulla dinamica del terribile incidente.

Leggi anche: Muore in cortile dopo aver parcheggiato l’auto

Incidente mortale a Crescentino: muore un giovane di Lamporo

Giovane muore saltando una cascata

Continua la lettura di Incidente stradale: giovane si schianta contro un’auto parcheggiata e muore su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/incidente-stradale-giovane-si-schianta-contro-unauto-parcheggiata-e-muore/feed/ 0
Cibi mal conservati e scarsa igiene: chiuso un ristorante cinese https://nuovaperiferia.it/cronaca/cibi-mal-conservati-e-scarsa-igiene-chiuso-un-ristorante-cinese/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/cibi-mal-conservati-e-scarsa-igiene-chiuso-un-ristorante-cinese/#respond Sat, 10 Nov 2018 17:08:51 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45342 Cibi mal conservati e scarsa igiene: la Polizia ha chiuso un ristorante di Torino. Cibi mal conservati e scarsa igiene Cibi mal conservati e scarsa igiene: chiuso un ristorante cinese dalla Polizia. Nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal questore, Francesco Messina, con la finalità di prevenire il degrado sociale e la […]

Continua la lettura di Cibi mal conservati e scarsa igiene: chiuso un ristorante cinese su La Nuova Periferia.

]]>

Cibi mal conservati e scarsa igiene: la Polizia ha chiuso un ristorante di Torino.

Cibi mal conservati e scarsa igiene

Cibi mal conservati e scarsa igiene: chiuso un ristorante cinese dalla Polizia. Nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal questore, Francesco Messina, con la finalità di prevenire il degrado sociale e la criminalità diffusa, con particolare riguardo al controllo dei locali pubblici e alla posizione sul territorio nazionale dei cittadini stranieri, personale del Commissariato “Barriera Nizza”, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine e da operatori ASL S.I.A.N., ha effettuato un controllo straordinario del territorio nelle vie Ventimiglia e Onorato Vigliani.

I controlli

All’interno di un ristorante di proprietà di un cittadino cinese, gli operatori hanno controllato i diversi ambienti del locale. In cucina gli agenti del Commissariato e gli addetti del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione hanno riscontrato scarse condizioni igienico-sanitarie. Nel congelatore erano stipati diversi alimenti privi di etichettatura e in cattivo stato di conservazione, pertanto gli operatori hanno sottoposto a sequestro penale tutti i prodotti alimentari non tracciabili (seppie, sogliole, totani, bastoncini di granchio, vongole, gamberoni, ravioli di carne, involtini di carne, carne di anatra e maiale, spaghetti giapponesi) in grado di determinare rischi per la salute. Complessivamente, la merce sequestrata ammonta a 27,5 chilogrammi.

La denuncia

La titolare dell’esercizio è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione di sostanze alimentari, destinate alla vendita e alla somministrazione al pubblico, in cattivo stato di conservazione. Il personale dell’Asl, a causa delle diverse irregolarità igieniche non sanabili, ha provveduto ad intimare la chiusura del locale commerciale fino al completo ripristino degli ambienti.

Controlli nel bar

All’interno di un bar, invece, i poliziotti hanno identificato diverse persone, di cui molteplici con precedenti di polizia. Un cittadino marocchino di 38 anni, privo di documenti, è stato accompagnato in questura per gli accertamenti di rito. Al termine delle verifiche i poliziotti gli hanno notificato il rigetto del permesso di soggiorno con l’Ordine di lasciare il territorio dello Stato entro 15 giorni. Complessivamente sono state identificate 42 persone e 188 veicoli con il supporto del sistema Mercurio.

Continua la lettura di Cibi mal conservati e scarsa igiene: chiuso un ristorante cinese su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/cibi-mal-conservati-e-scarsa-igiene-chiuso-un-ristorante-cinese/feed/ 0
Spari contro una casa durante una battuta di caccia https://nuovaperiferia.it/cronaca/spari-contro-una-casa-durante-una-battuta-di-caccia/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/spari-contro-una-casa-durante-una-battuta-di-caccia/#respond Sat, 10 Nov 2018 16:24:17 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45310 Due spari contro una casa durante una battuta di caccia. E’ questo quello che è accaduto a Stazzano. In casa c’era una donna in gravidanza che è stata portata in ospedale per controllare le sue condizioni. Due spari contro una casa Due colpi di fucile contro un’abitazione a Stazzano. I colpi di fucile hanno mandato […]

Continua la lettura di Spari contro una casa durante una battuta di caccia su La Nuova Periferia.

]]>
Due spari contro una casa durante una battuta di caccia. E’ questo quello che è accaduto a Stazzano. In casa c’era una donna in gravidanza che è stata portata in ospedale per controllare le sue condizioni.

Due spari contro una casa

Due colpi di fucile contro un’abitazione a Stazzano. I colpi di fucile hanno mandato in frantumi i vetri di una finestra. Si tratta di proiettili per la caccia al cinghiale.

In casa

All’interno della casa si trovava una donna  in gravidanza che si è spaventata molto vedendo il vetro cadere in frantumi. Un episodio che avrebbe potuto avere un tragico epilogo. La donna è stata trasportata in ospedale per poter effettuare i controlli del caso. I cacciatori responsabili del gesto sono stati identificati e la battuta di caccia è stata quindi immediatamente interrotta.

Potrebbe interessarti: Pecore e capre morte nella roggia è giallo

Pensionato sfiorato da una fucilata che gli ammazza il cane

Continua la lettura di Spari contro una casa durante una battuta di caccia su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/spari-contro-una-casa-durante-una-battuta-di-caccia/feed/ 0
Sgominata baby gang che picchia e rapina coetanei https://nuovaperiferia.it/cronaca/sgominata-baby-gang-che-picchia-e-rapina-coetanei/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/sgominata-baby-gang-che-picchia-e-rapina-coetanei/#respond Sat, 10 Nov 2018 16:10:45 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45334 Sgominata baby gang che picchia e rapina coetanei. E’ accaduto a Torino. Come riporta ilcanavese Sgominata baby gang Sgominata baby gang che ha picchiato due coetanei e li ha derubati del cellulare. I giovanissimi sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia San Carlo di Torino. I fatti La notte scorsa alle 2, i carabinieri del […]

Continua la lettura di Sgominata baby gang che picchia e rapina coetanei su La Nuova Periferia.

]]>
Sgominata baby gang che picchia e rapina coetanei. E’ accaduto a Torino. Come riporta ilcanavese

Sgominata baby gang

Sgominata baby gang che ha picchiato due coetanei e li ha derubati del cellulare. I giovanissimi sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia San Carlo di Torino.

I fatti

La notte scorsa alle 2, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Carlo, in piazza Maria Teresa, hanno arrestato sei studenti, 4 minorenni (16 e 17 anni ) e due maggiorenni, da pochi mesi, per rapina aggravata e lesioni.

L’intervento dei carabinieri

Sono intervenute le pattuglie ancor prima delle varie segnalazioni al 112 di alcuni cittadini spaventati. I militari hanno notato i due ragazzi a terra (gridavano) circondati da alcuni ragazzi che ridevano, insultavano e picchiavano. Immediato l’intervento e l’arresto dei sei giovani aggressori.

Due giovani aggrediti

Dopo aver minacciato due amici, un 22enne con dei cocci di vetro e averlo colpito con calci e pugni, il gruppo ha preso il suo telefono cellulare (successivamente recuperato e restituito) e un 21enne italiano, il quale dopo essere stato colpito con calci e pugni al volto è stato derubato di un cellulare. L a vittima è ricoverata al Gradenigo in prognosi riservata. Non versa in pericolo di vita.
I carabinieri ritengo che gli arrestati siano responsabili di altre rapine in centro.

Continua la lettura di Sgominata baby gang che picchia e rapina coetanei su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/sgominata-baby-gang-che-picchia-e-rapina-coetanei/feed/ 0
Si spaccia per Carabiniere per mettere a segno una truffa https://nuovaperiferia.it/cronaca/si-spaccia-per-carabiniere-per-mettere-a-segno-una-truffa/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/si-spaccia-per-carabiniere-per-mettere-a-segno-una-truffa/#respond Sat, 10 Nov 2018 15:23:41 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45331 Si spaccia per Carabiniere ma è solo una scusa per entrare nelle abitazioni. E’ accaduto giovedì scorso alla Piana di  San Raffaele Cimena. Si spaccia per Carabiniere Giovedì 8 novembre  in via Rivalta alla Piana si è verificato un tentativo di truffa. Un uomo, altezza circa un metro e 65 cm, capelli scuri, abbigliamento scuro, […]

Continua la lettura di Si spaccia per Carabiniere per mettere a segno una truffa su La Nuova Periferia.

]]>
Si spaccia per Carabiniere ma è solo una scusa per entrare nelle abitazioni. E’ accaduto giovedì scorso alla Piana di  San Raffaele Cimena.

Si spaccia per Carabiniere

Giovedì 8 novembre  in via Rivalta alla Piana si è verificato un tentativo di truffa.
Un uomo, altezza circa un metro e 65 cm, capelli scuri, abbigliamento scuro, si è spacciato per Carabiniere e ha tentato di entrare in una abitazione con la scusa di verificare dei documenti.

La reazione

Il proprietario della casa non gli ha aperto ed ha allertato le forze dell’ordine. Poco più tardi l’uomo ha agito anche a Volpiano.

L’allerta

“State attenti sempre e non aprite a nessuno: nel dubbio chiamate il 112 che vi informerà sulla veridicità dell’attività”: è questo l’avviso diffuso dal Controllo di Vicinato.

Leggi anche: Truffa dello specchietto, nuovi episodi a Brandizzo

Finta direttrice delle Poste truffa anziani

Continua la lettura di Si spaccia per Carabiniere per mettere a segno una truffa su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/si-spaccia-per-carabiniere-per-mettere-a-segno-una-truffa/feed/ 0
Web vietato al truffatore seriale degli annunci https://nuovaperiferia.it/cronaca/web-vietato-al-truffatore-seriale-degli-annunci/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/web-vietato-al-truffatore-seriale-degli-annunci/#respond Sat, 10 Nov 2018 13:32:01 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45328 Web vietato al truffatore seriale degli annunci. Ulteriore provvedimento per l’uomo che sta scontando 11 mesi di reclusione. Web vietato al truffatore seriale degli annunci Ricordaete l’arresto del truffatore seriale che ha piazzato oltre 160 “pacchi” agli utenti dei siti di annunci di vendita oggetti.Ieri, venerdì 9 novembre, la Polizia di Stato di Vercelli gli ha notificato […]

Continua la lettura di Web vietato al truffatore seriale degli annunci su La Nuova Periferia.

]]>
Web vietato al truffatore seriale degli annunci. Ulteriore provvedimento per l’uomo che sta scontando 11 mesi di reclusione.

Web vietato al truffatore seriale degli annunci

Ricordaete l’arresto del truffatore seriale che ha piazzato oltre 160 “pacchi” agli utenti dei siti di annunci di vendita oggetti.Ieri, venerdì 9 novembre, la Polizia di Stato di Vercelli gli ha notificato una ulteriore misura restrittiva oltre agli 11 mesi di reclusione che sta scontando per le sue “imprese” compiute dal 2013 al 2018.

Truffava anche durante le indagini

Si tratta della “misura di prevenzione della sorveglianza speciale”. Questo perché l’uomo, un 5oenne di origini milanesi, aveva continuato la sua attività truffaldina anche mentre era in corso l’indagine della Polizia. Si è dimostrato talmente incallito che la Questura di Vercelli aveva chiesto all’autorità giudiziaria anche questo ulteriore provvedimento nei confronti del truffatore.

Colpi in tutta Italia.

L’uomo, ormai noto per aver mietuto vittime in tutto lo stivale attraverso truffe ben architettate su internet, attualmente sta scontando una pena di 11 mesi di reclusione.

Non potrà più usare internet

A seguito della misura lo stesso, dopo la scarcerazione, sarà sottoposto dalla Polizia a un regime di vigilanza e, soprattutto, non potrà detenere né utilizzare computer, telefoni cellulari e qualsiasi altro apparato collegabile ad internet, e cioè a tutti quegli strumenti che erano da lui utilizzati per commettere reati attraverso l’inserimento di annunci soprattutto sul portale “e-bay”,dove incassava il denaro per la vendita di oggetti che puntualmente non recapitava al malcapitato di turno.

Continua la lettura di Web vietato al truffatore seriale degli annunci su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/web-vietato-al-truffatore-seriale-degli-annunci/feed/ 0
Possibili allagamenti del sottopasso ex-Texid https://nuovaperiferia.it/attualita/possibili-allagamenti-del-sottopasso-ex-texid/ https://nuovaperiferia.it/attualita/possibili-allagamenti-del-sottopasso-ex-texid/#respond Sat, 10 Nov 2018 13:10:33 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45323 Possibili allagamenti del sottopasso ex-Texid a Crescentino. E’ questo l’avviso che sta diffondendo in queste ore il sindaco Fabrizio Greppi. Possibili allagamenti A causa dell’assenza fornitura energia elettrica alle pompe idrovore potrebbero formarsi allagamenti. Sono stati posizionati numerosi cartelli di avvertimento. La Protezione Civile La Protezione Civile  monitorerà il livello dell’ acqua e, se del […]

Continua la lettura di Possibili allagamenti del sottopasso ex-Texid su La Nuova Periferia.

]]>
Possibili allagamenti del sottopasso ex-Texid a Crescentino. E’ questo l’avviso che sta diffondendo in queste ore il sindaco Fabrizio Greppi.

Possibili allagamenti

A causa dell’assenza fornitura energia elettrica alle pompe idrovore potrebbero formarsi allagamenti. Sono stati posizionati numerosi cartelli di avvertimento.

La Protezione Civile

La Protezione Civile  monitorerà il livello dell’ acqua e, se del caso , interverrà con le idrovore.  La situazione di pericolo dovrebbe cessare lunedì o martedì con la ripresa della fornitura dell’energia elettrica o con il posizionamento di un gruppo elettrogeno da parte di ILVO che ha in carico la gestione delle pompe sommerse. Viene inoltre raccomandato di percorrere il tratto in questione a bassa velocità. 

Potrebbe interessarti anche: Allarme meteo, state lontani da ponti e corsi d’acqua FOTO

Continua la lettura di Possibili allagamenti del sottopasso ex-Texid su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/possibili-allagamenti-del-sottopasso-ex-texid/feed/ 0
Anziano scomparso da Volpiano, ritrovato questa mattina https://nuovaperiferia.it/cronaca/anziano-scomparso-da-volpiano-ritrovato-questa-mattina/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/anziano-scomparso-da-volpiano-ritrovato-questa-mattina/#respond Sat, 10 Nov 2018 12:54:26 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45320 E’ stato ritrovato questa mattina, sabato 10 novembre, dopo una notte passata all’addiaccio l’anziano scomparso da Volpiano ieri sera. Come scrive http://ilcanavese Anziano scomparso da Volpiano A dare l’allarme ieri sera intorno alle 21 erano stati i familiari che non vendendolo rientrare a casa dopo che nel pomeriggio era uscito per una passeggiata, avevano chiamato il […]

Continua la lettura di Anziano scomparso da Volpiano, ritrovato questa mattina su La Nuova Periferia.

]]>
E’ stato ritrovato questa mattina, sabato 10 novembre, dopo una notte passata all’addiaccio l’anziano scomparso da Volpiano ieri sera. Come scrive http://ilcanavese

Anziano scomparso da Volpiano

A dare l’allarme ieri sera intorno alle 21 erano stati i familiari che non vendendolo rientrare a casa dopo che nel pomeriggio era uscito per una passeggiata, avevano chiamato il 112.

Il ritrovamento

Immediate erano scattate le ricerche a opera vigili del fuoco, carabinieri e volontari. Il pensionato è stato poi ritrovato questa mattina.

I soccorsi

L’uomo, 87 anni, residente in via Vauda a Volpiano, è stato immediatamente portato in ospedale per le cure caso.

Potrebbe interessarti anche: Anziano scappa da una struttura: trovato in un burrone

Ladro arrestato sul tram dalla Polizia: stava rubando ad un anziano

Finta direttrice delle Poste truffa anziani

Continua la lettura di Anziano scomparso da Volpiano, ritrovato questa mattina su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/anziano-scomparso-da-volpiano-ritrovato-questa-mattina/feed/ 0
Pensionato mette in fuga i ladri e colpisce la loro auto con un bastone a Rondissone https://nuovaperiferia.it/cronaca/pensionato-mette-in-fuga-i-ladri-e-colpisce-la-loro-auto-con-un-bastone-a-rondissone/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/pensionato-mette-in-fuga-i-ladri-e-colpisce-la-loro-auto-con-un-bastone-a-rondissone/#respond Sat, 10 Nov 2018 12:18:08 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45318 Un pensionato ha messo un fuga i ladri e colpisce la loro auto con un bastone. Il fatto è accaduto a Rondissone ieri, giovedì 8 novembre. I ladri sono stati fermati dai Carabinieri di Verolengo coordinati dal Maresciallo Antonino Pane. Dopo che l’anziano ha dato l’allarme i Carabinieri si sono infatti messi subito sulle tracce […]

Continua la lettura di Pensionato mette in fuga i ladri e colpisce la loro auto con un bastone a Rondissone su La Nuova Periferia.

]]>
Un pensionato ha messo un fuga i ladri e colpisce la loro auto con un bastone. Il fatto è accaduto a Rondissone ieri, giovedì 8 novembre. I ladri sono stati fermati dai Carabinieri di Verolengo coordinati dal Maresciallo Antonino Pane. Dopo che l’anziano ha dato l’allarme i Carabinieri si sono infatti messi subito sulle tracce dei tre ladri.

 

Mette in fuga i ladri

Un pensionato ha sorpreso tre persone, due donne e un uomo, mentre tentano di forzare la porta di casa ed è riuscito a farli scappare.

 I fatti

L’uomo ha visto l’auto dei fuggitivi e ha annotato una parte della targa. Con il bastone, inoltre, l’uomo ha colpito la macchina mentre si allontanava. L’ammaccatura sul cofano ha permesso ai carabinieri di incastrare la banda.
E’ accaduto giovedì pomeriggio a Rondissone.

I carabinieri di Verolengo

La chiamata ai Carabinieri di Verolengo è partita dal pensionato. Grazie alla descrizione dei tre ladri, al modello dell’auto e al parziale di targa, i carabinieri hanno rintracciato i tre fuggitivi in via Maestra 8/m, nel campo nomadi. I Carabinieri di Verolengo hanno individuato l’auto con l’ammaccatura sul cofano e le persone che ne avevano la disponibilità. Un 23enne e una 58enne sono stati arrestati e accompagnati in carcere. La terza complice, una ragazza di 25 anni, in gravidanza, è stata collocata ai domiciliari all’interno del campo.

Leggi anche: Ladri sfasciano due chalet, la rabbia dei volontari

Finti poliziotti fingevano di cercare ladri nelle case, due arrestati

 

Continua la lettura di Pensionato mette in fuga i ladri e colpisce la loro auto con un bastone a Rondissone su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/pensionato-mette-in-fuga-i-ladri-e-colpisce-la-loro-auto-con-un-bastone-a-rondissone/feed/ 0
Asini morti e maltrattati: la denuncia di un allevamento lager https://nuovaperiferia.it/cronaca/asini-morti-e-maltrattati-la-denuncia-di-un-allevamento-lager/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/asini-morti-e-maltrattati-la-denuncia-di-un-allevamento-lager/#respond Sat, 10 Nov 2018 09:20:34 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45315 Asini morti e maltrattati: una situazione tremenda al confine tra Liguria e Piemonte. Gli asini morti sono 12 e 80 sono in pessime condizioni. Come scrive http://novaraoggi Asini morti e maltrattati Uno scenario da incubo si è presentato davanti ai Carabinieri Forestali e al personale ASL quando sono arrivati in un allevamento al confine tra Liguria […]

Continua la lettura di Asini morti e maltrattati: la denuncia di un allevamento lager su La Nuova Periferia.

]]>
Asini morti e maltrattati: una situazione tremenda al confine tra Liguria e Piemonte. Gli asini morti sono 12 e 80 sono in pessime condizioni. Come scrive http://novaraoggi

Asini morti e maltrattati

Uno scenario da incubo si è presentato davanti ai Carabinieri Forestali e al personale ASL quando sono arrivati in un allevamento al confine tra Liguria e Piemonte: 12 asini morti e altri ottanta detenuti in pessime condizioni igienico-sanitarie, senza abbastanza cibo per sfamare tutti. I militari hanno quindi denunciato i due soci titolari dell’allevamento che tra l’altro riceve fondi pubblici, per la precisione è finanziato da fondi europei. Di questo vero e proprio lager si era occupato anche Edoardo Stoppa con un servizio per Striscia la Notizia.

Il trasferimento

L’ASL ha disposto il trasferimento degli asini superstiti in una struttura adeguata e disposto esami autoptici per capire le cause dei decessi. Si sospetta un’infezione da virus erpetico non curata. LNDC  Animal Protection si unisce alla denuncia e si costituirà parte civile nel processo a carico dei titolari dell’allevamento degli orrori.

 

Potrebbe interessarti anche: Pitbull maltrattati denunciato proprietario

Continua la lettura di Asini morti e maltrattati: la denuncia di un allevamento lager su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/asini-morti-e-maltrattati-la-denuncia-di-un-allevamento-lager/feed/ 0
Anziano scappa da una struttura: trovato in un burrone https://nuovaperiferia.it/cronaca/anziano-scappa-da-una-struttura-trovato-in-un-burrone/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/anziano-scappa-da-una-struttura-trovato-in-un-burrone/#respond Sat, 10 Nov 2018 09:01:06 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45312 Un anziano scappa da una struttura residenziale in cui era ospite. Il fatto è accaduto intorno alle 7 di ieri, venerdì 9 novembre. Anziano scappa Un anziano si è allontanato da una struttura residenziale che ospita anziani e malati in collina. Ieri  venerdì 9 novembre intorno alle 7 un uomo di 77 anni originario di […]

Continua la lettura di Anziano scappa da una struttura: trovato in un burrone su La Nuova Periferia.

]]>
Un anziano scappa da una struttura residenziale in cui era ospite. Il fatto è accaduto intorno alle 7 di ieri, venerdì 9 novembre.

Anziano scappa

Un anziano si è allontanato da una struttura residenziale che ospita anziani e malati in collina. Ieri  venerdì 9 novembre intorno alle 7 un uomo di 77 anni originario di Catania, ma da qualche tempo ospite della struttura si è allontanato. L’uomo, probabilmente aveva intenzione di dirigersi alla fermata del bus per recarsi a Chivasso.

L’allarme

Il personale della residenza accortosi della scomparsa dell’uomo ha subito allertato i soccorsi. I vigili del fuoco di Asti e Carabinieri di Villanova hanno cercato l’uomo per tutto il giorno. Intorno alle 23 l’anziano è stato ritrovato all’addiaccio e in stato confusionale in un burrone ai confini con Cocconato.  E’ stato quindi recuperato e trasportato all’ospedale di Chivasso dov’è tutt’ora ricoverato. Non è in pericolo di vita.

Leggi anche: Anziano scomparso TROVATO

 

Continua la lettura di Anziano scappa da una struttura: trovato in un burrone su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/anziano-scappa-da-una-struttura-trovato-in-un-burrone/feed/ 0
Ferrari richiama sei modelli: airbag difettosi https://nuovaperiferia.it/attualita/ferrari-richiama-sei-modelli-airbag-difettosi/ https://nuovaperiferia.it/attualita/ferrari-richiama-sei-modelli-airbag-difettosi/#respond Sat, 10 Nov 2018 08:08:16 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45307 La nota casa automobilistica Ferrari richiama sei modelli difettosi per un problema all’airbag. Come scrive http://novaraoggi Ferrari richiama sei modelli per un problema all’airbag con un grave rischio lesioni “Ferrari sta richiamando sei modelli tra cui: 458 Italia, 458 Spider, 458 Speciale, California, FF e F12 Berlinetta, numero di lotto/codice a barre:  da ZFFLJ65B000161035 fino a […]

Continua la lettura di Ferrari richiama sei modelli: airbag difettosi su La Nuova Periferia.

]]>
La nota casa automobilistica Ferrari richiama sei modelli difettosi per un problema all’airbag. Come scrive http://novaraoggi

Ferrari richiama sei modelli per un problema all’airbag con un grave rischio lesioni

“Ferrari sta richiamando sei modelli tra cui: 458 Italia, 458 Spider, 458 Speciale, California, FF e F12 Berlinetta, numero di lotto/codice a barre:  da ZFFLJ65B000161035 fino a ZFF68NHC000198576 venduti o registrati, in Italia e Paesi Bassi. La causa del richiamo è da ravvisare nel fatto che “Un componente del sistema airbag sul lato anteriore può essere inadeguato e provocare una rottura del sistema di gonfiaggio. Di conseguenza, l’airbag del passeggero laterale può essere inserito in modo errato”. La segnalazione “A12/1659/18 “, nel bollettino Rapex è stata pubblicata oggi. E il bollettino Rapex conclude sinteticamente ”non si possono escludere condizioni di guida non sicure”.

Massimo attenzione

Pur non essendoci stati incidenti, segnala Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, è consigliabile che i proprietari di queste auto prestino la massima attenzione e che si rivolgano subito alle autofficine autorizzate o ai Concessionari Ferrari in Italia nel caso in cui la propria autovettura corrisponda ai lotti in questione. La difettosità segnalata è potenzialmente ancora più rischiosa se si pensa che le supercar in questione dispongono di un’accelerazione da 0 a 100 km/h che si può realizzare in frazione di secondi e che la velocità massima è di oltre 300 km/h. Ferrari non ha indicato quanti modelli sono stati identificati in Italia”.

Continua la lettura di Ferrari richiama sei modelli: airbag difettosi su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/ferrari-richiama-sei-modelli-airbag-difettosi/feed/ 0
Vigili del fuoco, questa mattina sciopero nazionale https://nuovaperiferia.it/attualita/vigili-del-fuoco-questa-mattina-sciopero-nazionale/ https://nuovaperiferia.it/attualita/vigili-del-fuoco-questa-mattina-sciopero-nazionale/#respond Sat, 10 Nov 2018 07:49:22 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45305 Sciopereranno per quattro ore questa mattina, sabato 10 novembre i vigili del fuoco: dalle 9.30 alle 13.30 incroceranno le braccia per chiedere l’attenzione del Governo. Come scrive il canavese. Sciopero dei Vigili del fuoco Sciopero nazionale dei vigili del fuoco. Oggi per quattro ore, dalle 9.30 alle 13.30, in tutta Italia incroceranno le braccia. A […]

Continua la lettura di Vigili del fuoco, questa mattina sciopero nazionale su La Nuova Periferia.

]]>
Sciopereranno per quattro ore questa mattina, sabato 10 novembre i vigili del fuoco: dalle 9.30 alle 13.30 incroceranno le braccia per chiedere l’attenzione del Governo. Come scrive il canavese.

Sciopero dei Vigili del fuoco

Sciopero nazionale dei vigili del fuoco. Oggi per quattro ore, dalle 9.30 alle 13.30, in tutta Italia incroceranno le braccia. A renderlo noto è Gioacchino Alfino, Segretario Provinciale del Conapo di Torino (Sindacato autonomo dei Vigili del fuoco) che tramite un comunicato stampa spiega come l’obiettivo dello sciopero sia quello di sensibilizzare il Governo.

 

I motivi della protesta

I Vigili del Fuoco di Torino, insieme ai colleghi di tutta Italia, invieranno al Governo il forte segnale del loro malessere chiedendo: risorse finanziarie nella legge di bilancio per onorare il contratto di Governo.

In definitiva – incalzano dal Sindacato – non serve elogiare i Vigili del Fuoco quando succedono disastri, calamità o cadono i ponti, serve solo mantenere almeno le promesse (se è vero che questo è il governo del cambiamento) … ricordandosi che i Vigili del Fuoco ricoprono in modo permanente la qualifica di Agenti di Pubblica Sicurezza, responsabilità che in Italia è comune in modo permanente solo nelle Forze di Polizia. Ma si continua a mandare i Vigili del Fuoco a rischiare la propria vita per dare sicurezza agli italiani, con retribuzioni inferiori rispetto agli altri corpi di centinaia di euro (al mese) e senza i meccanismi di riconoscimento dei servizi operativi che tutti gli altri corpi hanno riconosciuti ai fini pensionistici.

Le sedi interessate

Il Conapo fa sapere che lo sciopero è nazionale ed interesserà tutte le sedi del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, comprese le sedi aeroportuali e coinvolgerà tutto il personale dipendente, escluse le regioni Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige che dispongono di corpi regionali e provinciali dei Vigili del Fuoco.
Per quanto riguarda la Provincia di Torino saranno interessate dallo sciopero la sede centrale e le sedi distaccate di Grugliasco, Lingotto, Stura, Pinerolo, Ivrea, Susa, Chieri, Aeroporto di Caselle.

Potrebbe interessarti anche: Sciopero generale per venerdì 26 ottobre

Continua la lettura di Vigili del fuoco, questa mattina sciopero nazionale su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/vigili-del-fuoco-questa-mattina-sciopero-nazionale/feed/ 0
Tempio crematorio, Alessandro Ravetti resta in carcere https://nuovaperiferia.it/cronaca/tempio-crematorio-alessandro-ravetti-resta-in-carcere/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/tempio-crematorio-alessandro-ravetti-resta-in-carcere/#respond Sat, 10 Nov 2018 07:38:35 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45302 Tempio crematorio: Alessandro Ravetti resta in carcere. Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 9 novembre, il Tribunale del Riesame di Torino ha rigettato l’istanza presentata dagli avvocati Marco Bozzalla e Massimo Pozzo, che avevano chiesto una misura meno afflittiva per il loro assistito. Come scrive http://laprovinciadibiella Tempio crematorio Alessandro Ravetti rimane dunque in viale dei Tigli, […]

Continua la lettura di Tempio crematorio, Alessandro Ravetti resta in carcere su La Nuova Periferia.

]]>
Tempio crematorio: Alessandro Ravetti resta in carcere. Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 9 novembre, il Tribunale del Riesame di Torino ha rigettato l’istanza presentata dagli avvocati Marco Bozzalla e Massimo Pozzo, che avevano chiesto una misura meno afflittiva per il loro assistito. Come scrive http://laprovinciadibiella

Tempio crematorio

Alessandro Ravetti rimane dunque in viale dei Tigli, dove si trova ormai da quindici giorni, ovvero dall’alba di due venerdì fa, quando i carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della Procura di Biella, guidati dal luogotenente Tindaro Gullo e coordinati dal procuratore capo Teresa Angela Camelio, hanno effettuato il blitz che ha fatto venire alla luce lo scandalo del tempio crematorio. Alessandro Ravetti, amministratore delegato della Socrebi,

Lo scandalo

Scandalo tempio crematorio, ceneri e ossa buttate nei rifiuti.
I carabinieri hanno sequestrato il 26 ottobre 300 chili di ceneri e ossa di defunti cremati insieme pronti per essere smaltiti nei rifiuti comuni. (leggi qui per approfondire) 

Le telecamere

Per numerose settimane con l’ausilio di telecamere nascoste hanno filmato le attività all’interno della struttura e sono emerse pesanti irregolarità. Pare infatti che i defunti fossero cremati insieme e ai parenti venissero consegnati i resti a caso di altre persone cremate.

Potrebbe interessarti anche: Scandalo tempio crematorio: resti umani in scatoloni

 

Continua la lettura di Tempio crematorio, Alessandro Ravetti resta in carcere su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/tempio-crematorio-alessandro-ravetti-resta-in-carcere/feed/ 0
Un bus di studenti si sconta con un camion: 12 feriti https://nuovaperiferia.it/cronaca/un-bus-di-studenti-si-sconta-con-un-camion-12-feriti/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/un-bus-di-studenti-si-sconta-con-un-camion-12-feriti/#respond Sat, 10 Nov 2018 07:12:52 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45299 Un bus di studenti si è scontrato ieri, venerdì 9 novembre a Ormea in provincia di Cuneo. Bus di studenti Intorno alle 13.30 di ieri un autobus su cui viaggiavano 25 studenti di ritorno da scuola si è scontrato con un camion nei pressi di un sottopasso ferroviario. L’incidente è avvenuto a Ormea,  sulla strada […]

Continua la lettura di Un bus di studenti si sconta con un camion: 12 feriti su La Nuova Periferia.

]]>
Un bus di studenti si è scontrato ieri, venerdì 9 novembre a Ormea in provincia di Cuneo.

Bus di studenti

Intorno alle 13.30 di ieri un autobus su cui viaggiavano 25 studenti di ritorno da scuola si è scontrato con un camion nei pressi di un sottopasso ferroviario. L’incidente è avvenuto a Ormea,  sulla strada statale 28 del Colle di Nava,

I soccorsi

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, il personale del 118 e le squadre dell’Anas.

I feriti

L’autista del pullman è stato trasportato in codice giallo in ospedale. Undici studenti sono rimasti feriti ma non in maniera grave.

 

Leggi anche: Scontro fra auto al semaforo, un ferito all’ospedale

Grave incidente lungo la 590, i nomi dei feriti

Continua la lettura di Un bus di studenti si sconta con un camion: 12 feriti su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/un-bus-di-studenti-si-sconta-con-un-camion-12-feriti/feed/ 0
Truffa: albergatore utilizza la carta di credito di una cliente https://nuovaperiferia.it/cronaca/truffa-albergatore-utilizza-la-carta-di-credito-di-una-cliente/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/truffa-albergatore-utilizza-la-carta-di-credito-di-una-cliente/#respond Sat, 10 Nov 2018 06:58:06 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45296 La truffa: un albergatore pugliese ha utilizzato la carta di credito di una donna di Santhià che in estate aveva soggiornato nel suo hotel in provincia di Lecce. La truffa Una truffa che alla fine è stata scoperta dai carabinieri.  I carabinieri di Santhià hanno denunciato un uomo di 46 anni residente nella provincia di […]

Continua la lettura di Truffa: albergatore utilizza la carta di credito di una cliente su La Nuova Periferia.

]]>
La truffa: un albergatore pugliese ha utilizzato la carta di credito di una donna di Santhià che in estate aveva soggiornato nel suo hotel in provincia di Lecce.

La truffa

Una truffa che alla fine è stata scoperta dai carabinieri.  I carabinieri di Santhià hanno denunciato un uomo di 46 anni residente nella provincia di Lecce  perchè aveva utilizzato la carta di credito di una sua cliente. 

I fatti

Durante il soggiorno in Puglia, l’albergatore  era riuscito ad ottenere il numero della carta di credito della cliente di Santhià e il relativo codice di sicurezza. Aveva così effettuato acquisti per circa mille euro.

La denuncia

Quando la donna si è accorta di spese sospette dal suo conto si è rivolta ai Carabinieri che sono risaliti all’albergatore. Sono quindi partite le indagini nate che hanno portato all’albergatore. Purtroppo non è la prima volta che le forze dell’ordine si trovano ad affrontare simili situazioni. L’invito è comunque quello di segnalare a Carabinieri e Polizia situazioni sospette in modo tale da poter fermare i truffatori.

 

Leggi anche: Una falsa agenzia delle entrate: truffa via sms

Continua la lettura di Truffa: albergatore utilizza la carta di credito di una cliente su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/truffa-albergatore-utilizza-la-carta-di-credito-di-una-cliente/feed/ 0
Altri animali sbranati: avvistato un branco di cani randagi https://nuovaperiferia.it/attualita/altri-animali-sbranati-avvistato-un-branco-di-cani-randagi/ https://nuovaperiferia.it/attualita/altri-animali-sbranati-avvistato-un-branco-di-cani-randagi/#respond Sat, 10 Nov 2018 06:35:09 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45287 Uccise altre capre a San Sebastiano. Sale così il numero degli ovini sbranati. Era inizio settembre quando, per la prima volta, i Carabinieri si erano trovati di fronte ad un caso di questo genere. Animali sbranati Animali sbranati in tre punti della Collina tra Casalborgone e San Sebastiano. E tra questi c’era l’Oasi degli Animali […]

Continua la lettura di Altri animali sbranati: avvistato un branco di cani randagi su La Nuova Periferia.

]]>
Uccise altre capre a San Sebastiano. Sale così il numero degli ovini sbranati. Era inizio settembre quando, per la prima volta, i Carabinieri si erano trovati di fronte ad un caso di questo genere.

Animali sbranati

Animali sbranati in tre punti della Collina tra Casalborgone e San Sebastiano. E tra questi c’era l’Oasi degli Animali di via Nobiei che nei giorni scorsi è stata di nuovo colpita. E ora questi predatori sono infatti tornati a colpire seminando nuovo panico nella Collina chivassese dove gli abitanti non sanno più come difendersi.

Le precauzioni

A nulla sono valse le precauzioni prese tra cui il filo spinato messo attorno alla struttura. La prima quella che ha colpito l’area dei boschi in area SIC, dove sono state uccise un paio di capre. Poi i capi sbranati all’agriturismo «Nonna Papera» di strada Audino a Casalborgone.
Il raid era proseguito in frazione Piazzo di Lauriano e invece Casalborgone era stato nuovamente colpito.

Le ipotesi

Il primo cittadino di Casalborgone Francesco Cavallero sin da subito aveva avanzato l’ipotesi che la causa di tutto potessero essere dei cani. Le modalità con cui sono avvenute le incursioni agli ovini avevano acceso appunto un forte sospetto che un branco di cani stesse seminando terrore in collina. Cani o lupi, il punto è che esiste un problema, un problema serio e di difficile risoluzione.

Un branco di cani

Adesso infatti alcuni abitanti della collina puntano il dito contro un branco di cani che sono stati visti più volte scappare da una cascina di Lauriano. In quella struttura infatti sarebbero presenti una cinquantina di cani.
Dunque potrebbero essere loro gli animali che stanno seminando terrore in collina. Le Forze dell’Ordine stanno indagando sin da quando si sono verificati i primi casi in cui gli animali sono stati sbranati.

Continua la lettura di Altri animali sbranati: avvistato un branco di cani randagi su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/attualita/altri-animali-sbranati-avvistato-un-branco-di-cani-randagi/feed/ 0
A 160 km/h per le strade di Torino: patente ritirata e mille euro di multa https://nuovaperiferia.it/cronaca/a-160-km-h-per-le-strade-di-torino-patente-ritirata-e-mille-euro-di-multa/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/a-160-km-h-per-le-strade-di-torino-patente-ritirata-e-mille-euro-di-multa/#respond Sat, 10 Nov 2018 06:27:34 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45284 Un uomo viaggiava per le vie di Torino a folle velocità ( 160 km/h). Gli agenti della municipale gli hanno ritirato la patente ed ha ricevuto una multa da mille euro. Correva a  160 km/h Nella notte tra giovedì 8 e venerdì 9 novembre gli Agenti del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale Torino hanno effettuato un […]

Continua la lettura di A 160 km/h per le strade di Torino: patente ritirata e mille euro di multa su La Nuova Periferia.

]]>
Un uomo viaggiava per le vie di Torino a folle velocità ( 160 km/h). Gli agenti della municipale gli hanno ritirato la patente ed ha ricevuto una multa da mille euro.

Correva a  160 km/h

Nella notte tra giovedì 8 e venerdì 9 novembre gli Agenti del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale Torino hanno effettuato un controllo stradale in corso Venezia a Torino. Intorno alle 22 è stata individuata una  BMW X 3 che procedeva a 157 Km/h.

I fatti

Il conducente è stato fermato ed è stato multato per 1105,33 euro. Inoltre gli sono stati decurtati 10 punti e ritirata la patente di guida che sarà sospesa.

Altri controlli

Nello stesso servizio sono state ritirate altre due patenti e segnalati alla Prefettura 53 conducenti per eccesso di velocità. Infine sono stati sanzionati altri 24 automobilisti.

Leggi anche: Sorpassa i vigili invadendo l’altra carreggiata… che multa

 

Scoperta autoriparazioni abusiva SEQUESTRI E MAXI MULTA

Continua la lettura di A 160 km/h per le strade di Torino: patente ritirata e mille euro di multa su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/a-160-km-h-per-le-strade-di-torino-patente-ritirata-e-mille-euro-di-multa/feed/ 0
Arrestati perchè si allacciano abusivamente alla rete elettrica https://nuovaperiferia.it/cronaca/arrestati-perche-si-allacciano-abusivamente-alla-rete-elettrica/ https://nuovaperiferia.it/cronaca/arrestati-perche-si-allacciano-abusivamente-alla-rete-elettrica/#respond Sat, 10 Nov 2018 06:25:38 +0000 https://nuovaperiferia.it/?p=45282 Una coppia è stata arrestata perchè si collegava abusivamente alla rete elettrica. Si allacciano alla rete elettrica abusivamente I Carabinieri di Capriata d’Orba (in provincia di Alessandria) hanno arrestato due persone per di furto di energia elettrica. I fatti La coppia aveva manomesso un contatore e si era allacciata abusivamente alla rete elettrica. Il piano […]

Continua la lettura di Arrestati perchè si allacciano abusivamente alla rete elettrica su La Nuova Periferia.

]]>
Una coppia è stata arrestata perchè si collegava abusivamente alla rete elettrica.

Si allacciano alla rete elettrica abusivamente

I Carabinieri di Capriata d’Orba (in provincia di Alessandria) hanno arrestato due persone per di furto di energia elettrica.

I fatti

La coppia aveva manomesso un contatore e si era allacciata abusivamente alla rete elettrica. Il piano è stato ideato un anno fa e per tutto il periodo i due hanno posseduto la fornitura di elettricità senza pagare nulla.

L’arresto

I due sono stati colti in flagranza di reato e dovranno quindi rispondere di furto aggravato e continuato. Sono stati arrestati. Purtroppo, non si tratta della prima volta in cui le forze dell’ordine si trovano davanti ad episodi simili.

Leggi anche: Manomettono i parcometri, tre arrestati

Continua la lettura di Arrestati perchè si allacciano abusivamente alla rete elettrica su La Nuova Periferia.

]]>
https://nuovaperiferia.it/cronaca/arrestati-perche-si-allacciano-abusivamente-alla-rete-elettrica/feed/ 0