Oggi come ieri, una serie di elementi iconici continua ad assolvere funzioni ben precise, conferendo a Classe G un look unico e distintivo. Anche la nuova Classe G sfoggia esclusivi dettagli, che, sposandosi con le linee spigolose della carrozzeria, le regalano il look che da sempre la rende inconfondibile.

Interni: esclusivi ed autentici al contempo

Forme pulite e geometriche sono anch’esse inequivocabili indizi che questa leggendaria vettura sia stata interpretata in chiave moderna. Chi sale a bordo di Classe G, non può fare a meno di notare gli stessi elementi di design che caratterizzano gli esterni, come la forma rotonda dei fari riproposta per le bocchette di ventilazione laterali o il design iconico degli indicatori di direzione ripreso dagli altoparlanti.

Altre peculiarità di Classe G è la maniglia di sostegno davanti al passeggero anteriore o gli interruttori cromati per il bloccaggio del differenziale, tutti a fare bella mostra di sé in posizione ben visibile. Entrambi questi elementi sono stati meticolosamente perfezionati e mantenuti come highlight della vettura.

Chi guida Classe G può gestire l’intero sistema di infotainment senza mai allontanare le mani dal volante. I comandi touch a sfioramento presenti sul volante reagiscono come la superficie di uno smartphone ai movimenti di scorrimento. Grazie a impulsi tattili ed a un feedback supplementare tramite altoparlante, il guidatore può utilizzare il touchpad senza distogliere lo sguardo dalla strada. Le possibilità di immettere nuovi comandi sono completate dai tasti di scelta rapida davanti al controller per le operazioni più frequenti, oltre che dal gruppo di comandi (a richiesta) per i sistemi di assistenza alla guida sopra l’interruttore luci. Il guidatore o la guidatrice siede vicino al parabrezza, godendo così di un’eccellente visibilità a 360° al volante.

Leggi anche:  Volkswagen T-Roc, ora è anche con il 1.6 TDI