Assessore silurato tolte le deleghe a Nino Daniel.

Assessore silurato

Le voci si rincorrevano, tra gli addetti ai lavori, dal pomeriggio di ieri, martedì 19 giugno. Oggi è invece arrivata la conferma ufficiale. Perché intorno alle 12 il sindaco di Settimo Torinese Fabrizio Puppo ha firmato il decreto di revoca delle deleghe al suo assessore Nino Daniel. Daniel, assessore alla viabilità e ai trasporti, è stato quindi esautorato e “cacciato” dalla giunta del primo cittadino.

I motivi

Sono tempi duri per la politica settimese. Le ragioni della decisione le spiega proprio il sindaco Puppo raggiunto telefonicamente. “Tra un sindaco e i suoi assessori – commenta Puppo – c’è un rapporto di fiducia, è su questa base che avviene la nomina”. Si tratterebbe, quindi, di una fiducia che nelle ultime settimane sarebbe venuta a mancare.

Le ragioni di Puppo

“La ragione – continua il sindaco -, in questo caso è banale. A domanda precisa “Rappresenti ancora i Moderati?”, lui mi ha risposto di sì”. “Poi – sottolinea – il referente territoriale Giacomo Portas mi ha risposto invece il contrario. Daniel non è più considerato un loro rappresentante sul territorio”. Per questo, oggi, il sindaco Puppo dopo averlo annunciato nelle ultime ore al diretto interessato nel corso di una telefonata, ha ratificato il ritiro delle deleghe.

Il caso

“Daniel di fatto – prosegue il sindaco – negli ultimi mesi si è avvicinato prima a Liberi e Uguali e poi al Partito Democratico”, sottolinea il primo cittadino. “Ho firmato il decreto di revoca delle deleghe oggi a mezzogiorno”, conclude Puppo. Senza altro lasciar trasparire sulle ulteriori altre ragioni e sulle conseguenze della sua scelta.

Leggi anche:  Crisi di Governo: tanti provvedimenti al palo, non l’educazione civica

Le indiscrezioni

La notizia della revoca delle deleghe a Nino Daniel appare oggi, in un clima politico settimese così caldo, come una sorta di terremoto. La decisione del sindaco sarebbe stata conseguente ad una verifica di “fedeltà” della giunta chiesta proprio dalla Maggioranza che, in coalizione con anche i Moderati, sostiene il primo cittadino in carica.

Le prossime elezioni 2019

Una mossa che, evidentemente, va a segnare già un punto in vista delle prossime elezioni. Che sia stata questa l’intenzione o meno, è evidente che la decisione di revocare le deleghe a Nino Daniel, che nel corso dell’ultima maggioranza aveva proposto le primarie di coalizione, possa essere una mossa politica. Ma dalla giunta e dalla Maggioranza, al momento, nessuno conferma. Le malelingue, però, sono certe che sullo sfondo di questa decisione ci sia la battaglia intestina tra il sindaco uscente Fabrizio Puppo e la sua vice Elena Piastra, due candidati alle elezioni per il prossimo mandato.

Il suo successore

Sono tanti i nomi che si vociferano in queste ore per il possibile candidato a succedere a Nino Daniel. Tanti nomi che rientrano nel novero della coalizione che sostiene l’attuale maggioranza e giunta settimese. Ma nessuno, né dal Palazzo di piazza della Libertà, né a microfoni spensi, conferma le attuali voci relative ai tanti nomi che vengono sparati nel mucchio. L’impressione è che si stia – dicono i maligni – “sparando nel mucchio”.