Bugli pensa alla Regione Piemonte. Il consigliere Grillino, infatti, non tace l’ambizione di poter sedere come amministratore anche a Torino.

Bugli pensa alla Regione

Ha grandi ambizioni per il suo futuro politico l’attuale capogruppo di minoranza Davide Bugli. A giorni, infatti, si appresta a cominciare il suo ultimo anno di capogruppo di minoranza in consiglio comunale a Torrazza Piemonte e certamente, come tutti coloro che vogliono presentare una lista, già sta lavorando per l’appuntamento elettorale 2019. Ma a Torrazza nel 2019 non si vota solamente per rinnovare il consiglio comunale ma anche per la Regione Piemonte. Ed è proprio in quella direzione che Bugli sta guardando.

L’intervista

«Candidarmi a sindaco di nuovo a Torrazza? In realtà sto riflettendo sul da fare perché ci sono altri orizzonti. Sto parlando delle Regionali. Certamente in ambito locale sto cercando di ragionare, insieme ad altri del Movimento 5 Stelle, sul futuro. Al momento, però, l’unico nome come candidato a sindaco potrebbe essere il mio. Non voglio rischiare però, come fatto nella passata tornata, di essere appoggiato da persone che poi mi hanno girato le spalle. Siamo un gruppo che sta lavorando certamente per esserci di nuovo sulla scheda delle comunali».

Leggi anche:  Casa nomina la Giunta GLI ASSESSORI

Il Grillino ipotizza anche Roma

Ma Bugli mentre parla si capisce che, appunto, punto più in alto. «Inoltre c’è sempre la questione Roma – spiega – Al momento non si capisce bene quale sia la situazione. Credo e spero che in molti miei colleghi 5 Stelle si oppongano a possibili alleanze. A questo punto si riaprirebbe anche lo scenario delle elezioni politiche. Se così fosse potrei pensare anche a candidarmi per avere un ruolo in Parlamento». Insomma, quel che è certo è che il nome di Bugli su una scheda elettorale ci sarà il prossimo anno, e lui spera che non sia solo sulle comunali.