Fratelli d’Italia polemici sui fondi destinati per l’Hub del centro migranti.

Centro migranti

Fa ancora discutere il progetto di costituzione del nuovo Hub destinato ad alleggerire la struttura del centro Fenoglio che, da 10 anni, accoglie i migranti in arrivo sul territorio nazionale.

Un progetto da 3 milioni di euro

Il progetto dell’Hub ha visto l’impegno congiunto di Comune di Settimo, della Croce Rossa italiana che gestisce la struttura e del Ministero dell’Interno. Proprio dal Ministero dovrebbero arrivare i 3 milioni necessari alla realizzazione della struttura che potrebbe sorgere nell’area adiacente al Centro Fenoglio.

Lega contraria

Il primo a criticare la spesa di 3 milioni di euro è stato Gianluigi Cernusco, segretario della Lega di Settimo.

“Noi dovremmo spendere 3 milioni di euro per costruire un hub a Settimo? Ma, dico io, stiamo scherzando? Ricordiamoci che queste persone dicono di scappare dalla guerra, poi in realtà le troviamo in giro per le nostre città a far niente”.
“Qui – sottolineava quindi Cernusco – si sono introdotte in modo clandestino. Già abbiamo un debito pubblico impressionante, ora ci mettiamo a costruire anche gli alberghi per loro?”.

Il “No” secco di Fratelli d’Italia

Il tema del possibile Hub a Settimo scalda anche la politica nazionale. Lo dimostra l’intervento di Augusta Montaruli e Maurizio Marrone, rispettivamente parlamentare e dirigente nazionale di Fratelli d’Italia. L’attacco di Montaruli e Marrone al progetto per il nuovo centro migranti a Settimo è secco.

“No alla costruzione di un nuovo campo di accoglienza profughi a Settimo Torinese, richiesto dalla sinistra che amministra quel Comune solo per far cassa a discapito di tutto il territorio provinciale”.

“Salvini blocchi i fondi”

Da qui, dunque, parte la richiesta di intervento rivolta direttamente al Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Chiediamo formalmente a Salvini di fermare lo stanziamento dei tre milioni di euro del suo Ministero, che immaginiamo essere un’ingombrante eredità del governo precedente Pd sconfitto nelle urne”. “Dopo il Consiglio UE il Ministro Salvini aveva promesso che in Italia si sarebbero costruiti d’ora in avanti solo centri di identificazione ed espulsione dei clandestini”. Struttura che, però, “Torino ha già nel territorio cittadino, a disposizione anche delle altre regioni italiane che hanno chiuso i propri”. “Ci aspettiamo quindi che il leader della Lega mantenga la promessa e salvi la nostra provincia dal raddoppio degli immigrati accolti, il nostro territorio ha già dato, ora basta!”.

Dieci anni di accoglienza

Le proteste di Fratelli d’Italia e Lega arrivano pochi giorni dopo il decimo anniversario dal primo arrivo di migranti sul territorio settimese. Era, infatti, il 28 giugno quando all’interno del Centro Fenoglio di Settimo entravano per la prima volta dei richiedenti asilo. Erano 79 ragazzi somali. Un evento che, per la città, segnò una vera e propria svolta. Dando il via ad un nuovo sistema di accoglienza sul territorio settimese.

Leggi anche:  Divieto burka Trino: "Non c'è nessuna ordinanza"

Le interviste ai responsabili del centro Fenoglio