Cinque Stelle protestano contro Mattarella, le reazioni del Pd.

Cinque Stelle protestano

Il caso dei Consigli comunali disertati da parte dei consiglieri Cinque Stelle non smette di creare polemiche. Dopo il caso di ieri sera, a San Mauro, anche a Venaria i consiglieri pentastellati hanno deciso di lasciare l’aula.

Le reazioni del Pd

A Venaria la reazione del gruppo consiliare del Pd non si lascia attendere. “Ieri sera, durante il Consiglio comunale, abbiamo assistito all’ennesima pagliacciata portata avanti dalla maggioranza a Cinque Stelle della città”. Scrive la segreteria dem cittadina in una nota. “Il Sindaco e i suoi consiglieri hanno deciso di rinviare il Consiglio alla data del 29 maggio, per aprire ai commenti dei cittdaini il punto sulle comunicazione e discutere degli avvenimenti riguardanti il Governo e le decisioni di Mattarella”.

Le accuse

“Ora – continua la nota – ci sembra strano che un sindaco e una giunta, che si sono caratterizzati per essere sempre molto restii ad aprirsi ai commenti dei cittadini durante i consigli quando questi chiedono di poter esporre i loro problemi, oggi si risveglino improvvisamente dal torpore. E vogliano un consiglio aperto su tematiche che non riguardano, almeno non direttamente, la città”.

Leggi anche:  Colletta alimentare con gli Amici di Giovanni

La posizione del Pd

“Il Partito Democratico, in conseguenza di ciò, non prenderà parte a questo consiglio, rinviato in maniera irrispettosa dei cittadini stessi”. “Con conseguente aggravio della spesa pubblica, tra gettoni di presenza a cui nessuno dei consiglieri di maggioranza accenna a rinunciare e straordinari dei dipendenti pubblici impegnati nelle loro funzioni”. “La totale immaturità politica e istituzionale, dimostrata da tutta la maggioranza con questo strumentale attacco alle istituzioni è inaccettabile”.