E’ stato il presidente dell’Associazione Rousseau Davide Casaleggio a chiudere la kermesse Italia 5 Stelle al Circo Massimo. Nel suo intervento Casaleggio ha parlato sia di presente che di futuro.

Davide Casaleggio: “Siamo il cambiamento”

Casaleggio parla del cambiamento  e delle difficoltà che bisogna affrontare per ottenere il cambiamento: “Il cambiamento spaventa sempre, molti hanno bisogno di essere rassicurati. Noi siamo i pionieri, i protagonisti di un cambiamento profondo che riguarda il bisogno che abbiamo come comunità di trovare nuovi spazi e nuovi orizzonti di partecipazione. Il Movimento 5 Stelle è nato per questo”.

Democrazia partecipativa grazie alla rete

“La democrazia partecipativa è possibile grazie a un innovazione senza precedenti nella storia: la rete. E’ un volano straordinario per l’intelligenza collettiva. La rete non indebolisce la democrazia come sostiene qualcuno, ma anzi la rafforza, rimettendo il cittadino al centro della società. La nostra forza sta nell’offrire ai cittadini strumenti per la condivisione nell’interesse pubblico, in questo modo le scelte strategiche importanti per la collettività non restano nelle mani di pochi”.

Leggi anche:  L'assessore Antonello Ghisaura si è dimesso dopo vent'anni di mandato. La lettera al sindaco

La rivoluzione

“L’umanità interconnessa è un valore che tende all’infinito e questa è la vera rivoluzione” e poi ancora “Questo è solo l’inizio: questo è solo il punto di partenza su cui cominciare a costruire il futuro, un lungo viaggio verso la democrazia partecipata”.

Il futuro

“L rivoluzione non si può fermare, anche a costo di dure opposizioni sul piano internazionale perchè non può essere il pil a definire il futuro della nazione. Andiamo incontro a un futuro che disegneremo insieme. Partecipare al Rousseau è l’inizio di un percorso, facciamolo insieme e invitiamo più persone a partecipare”.