Il sindaco di Cigliano, Diego Marchetti nomina il nuovo assessore dopo le dimissioni di Michele Campanella. Si tratta di Giuseppe Iaccheo.

Il sindaco nomina il nuovo assessore

Il primo cittadino di Cigliano Diego Marchetti non perde tempo e, a poche ore dalle dimissioni dell’ormai ex assessore Michele Campanella, nomina il nuovo membro dell’esecutivo.
Il decreto di nomina è stato firmato infatti mercoledì 23 ottobre e Marchetti ha scelto Giuseppe Iaccheo. Diventa così assessore alla viabilità, opere pubbliche, insediamenti produttivi, decoro urbano e manutenzioni, informatizzazione e rapporti con le minoranze.

Le parole di Marchetti

«Come avevo annunciato il nuovo assessore è nominato all’interno della lista civica “RinnoviAmo Cigliano” – spiega Diego Marchetti – perché noi siamo stati votati dai cittadini come una lista civica. Il prescelto è un assessore esterno che ha grandi competenze visto anche il ruolo che ricopre nell’azienda nella quale opera».
Il curriculum di Iaccheo è infatti ricco di grandi esperienze. Classe 1959, è residente in frazione Petiva. E’ responsabile tecnico FPT Indutrial FIAT ricoprendo il ruolo di dirigente ed esperto gestionale e si occupa oltre modo anche delle trattative sindacali e industriali. Alle passate elezioni aveva ottenuto 21 preferenze nella lista di “RinnoviAmo Cigliano”, risultato così il primo escluso dall’entrare in Consiglio comunale.
«Reputo Iaccheo una persona che saprà ricoprire questo ruolo in maniera eccepibile. – continua Marchetti – Mi preme invece ringraziare Campanella per i quattro mesi trascorsi insieme nei banchi della maggioranza e gli faccio i migliori auguri da parte di tutta la mia Amministrazione comunale».

Leggi anche:  Riduzione parlamentari: il Piemonte perde 16 deputati e 8 senatori

Ma il gruppo Fratelli d’Italia?

Ma una domanda sorge spontanea. Campanella, eletto in una lista civica, ora crea un gruppo consigliare che porta il nome del partito di cui fa parte “Fratelli d’Italia”. Ma il circolo di Cigliano di Fratelli d’Italia ha autorizzato l’utilizzo del simbolo e del nome?
«Assolutamente no. – spiega il primo cittadino Marchetti fondatore del circolo cittadino – Io non so se sia stato o meno autorizzato a utilizzare il simbolo del partito di Giorgia Meloni. Quello di cui sono certo è che se vuole ottenere l’autorizzazione la potrà ottenere solo da Roma perché a livello provinciale non gli sarà concessa».
Marchetti è deciso e non vuole farsi mettere i piedi in testa da Campanella, dunque non accetterà mai una richiesta da parte di quest’ultimo di dargli il via libera per il riconoscimento del gruppo da parte del partito che lui guida a livello locale e di cui fa parte anche a livello provinciale.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!