Confermata la notizia delle dimissioni dell’assessore di Settimo Torinese Antonello Ghisaura, una lunga lettera per congedarsi.

L’assessore Antonello Ghisaura si è dimesso

La notizia, circolata di bocca in bocca nelle ultime ore, è confermata. Antonello Ghisaura, assessore allo sport e all’urbanistica della Città di Settimo Torinese ha rassegnato le sue dimissioni. Lo ha fatto ufficialmente nella mattinata di oggi, martedì 18 dicembre, protocollando una lunga lettera di congedo indirizzata al sindaco Fabrizio Puppo. Si chiude così, dopo quasi vent’anni di assessorato, l’esperienza amministrativa.

La lettera al sindaco Puppo

Rivolgendosi direttamente al primo cittadino, Antonello Ghisaura (storico volto del Partito Democratico settimese) traccia un bilancio della sua esperienza amministrativa durata per ben quattro mandati. Ecco qui un estratto della lettera.

Caro Fabrizio,

dopo quasi venti anni concludo oggi la mia esperienza amministrativa nel Comune di Settimo rassegnando le dimissioni dall’incarico che hai voluto conferirmi.

Lo faccio a seguito di valutazioni esclusivamente personali che ho avuto modo di condividere con te in questo periodo e che nulla hanno a che fare con le dinamiche politiche che si sono sviluppate in Città negli ultimi mesi. Semmai, la scelta di anticipare la naturale conclusione del mandato conferma la quella già assunta da qualche anno di non ricandidarmi e di lasciare lo spazio ai più giovani.

Ti ringrazio per la fiducia che mi hai voluto accordare e che hai mantenuto nei miei confronti in questi anni di lavoro insieme. Spero di averla ricambiata con l’impegno quotidiano condotto, sempre e comunque, con l’unico obiettivo di sviluppare la Città e migliorare le condizioni di vita di tutti i nostri cittadini.

Sono convinto che, tutti insieme, abbiamo ottenuto dei risultati estremamente positivi nonostante il fatto di aver vissuto un momento storico particolarmente complesso.

Penso, tra le altre cose, alla capacità che abbiamo avuto nell’attrarre grandi risorse economiche da finanziamenti esterni che permetteranno, nei prossimi anni, di realizzare opere di grande rilevanza a cominciare dal nuovo palazzetto dello sport e relative urbanizzazioni. Opere che, pur non vedendo la luce prima della fine di questo mandato amministrativo, diventeranno realtà solo grazie alle progettualità avviate dalla attuale Giunta.

I “giganti” della politica

Ho cominciato a fare l’Assessore quasi venti anni fa con l’allora Sindaco Giovanni Ossola che ricordo con affetto e riconoscenza. Da giovane amministratore ho imparato molto osservandolo, lavorando al suo fianco ed ascoltandone i preziosi suggerimenti. Ancora oggi lui rimane per me un modello a cui fare riferimento.

Ma, in quegli anni, insieme a lui ho avuto la fortuna di incontrare diversi “giganti” della politica locale diventati, per me, altrettanti modelli da imitare. Penso a persone del calibro di Silverio Benedetto, Salvatore Balbo ed Ivo Bissoli. Ripenso ai loro interventi in Consiglio Comunale e a come i giovani come me li ascoltassero ammirati per non perderne una sola parola.

Forse ad alcuni giovani di oggi manca la stessa nostra capacità di riconoscere il grande valore di chi gli ha preceduti considerando, superficialmente, la bravura (o la fortuna) nell’aver ottenuto un consenso elettorale più o meno significativo come l’acquisizione di una “scienza infusa” che li rende superiori a chi è venuto prima e competenti in qualsivoglia materia. Chi non ha la capacità di riconoscere i meriti del passato, però, non avrà mai la capacità di essere protagonista della costruzione di un futuro degno di essere ricordato con ammirazione.

Prima di te e dopo Giovanni ho avuto la fortuna ed il piacere di far parte di entrambe le Giunte del Sindaco Aldo Corgiat. Di Aldo ho sempre ammirato ed invidiato la geniale capacità di visione, di innovazione e dell’agire pensando in grande senza mai dimenticare, però, la necessità di occuparsi e risolvere anche i problemi più semplici ma comunque importanti.

Su La Nuova Periferia di Settimo in edicola oggi, martedì 18, il servizio completo sulle dimissioni dell’assessore Antonello Ghisaura