Linea 2 metro il Comune deve garantire sui tempi di progettazione.

Linea 2 metro

E’ stato siglato ieri, mercoledì 20 dicembre, il contratto per la progettazione preliminare della linea 2 della metropolitana torinese. Un progetto che interesserà soprattutto la periferia nord di Torino, ma che, al tempo stesso, sarà una grande opportunità per l’intera città.

I commenti

Tra i primi commenti di soddisfazione, sicuramente quello di Nadia Conticelli, consigliera regionale PD, nonché presidente della Commissione Urbanistica e Trasporti in Consiglio regionale. “Possiamo esprimere finalmente soddisfazione per l’avvio della progettazione – commenta -. Un risultato ottenuto grazie all’impegno congiunto del presidente della Regione Sergio Chiamparino e dei nostri livelli istituzionali nazionali”. Un impegno che, si legge in una nota stampa diffusa, ha permesso al Comune di Torino di superare le difficoltà causate dal ritardo per l’assegnazione del bando di gara.

Le perplessità

Tuttavia, rimangono alcune perplessità espresse dalla presidente della Commussione. “Il progetto così presentato – aggiunge – è stato minimizzato. L’opera  appare quindi come mero collegamento tra l’esistente. Invece la linea 2 deve ricucire le periferie nord e sud della città al centro, e per la zona nord è il motore di sviluppo che si attende da anni. La Città deve ora creare le condizioni perché al progetto segua in tempi accettabili l’avvio della realizzazione”.

Leggi anche:  Ponti da monitorare, la richiesta del Consiglio provinciale vercellese

Il percorso

Il percorso è già stato definito. Partirà da Rebaudengo, ma è già stato previsto il prolungamento verso il Pescarito e San Mauro.