Politiche Bobba presente candidatura sabato 3 febbraio a Vercelli.

Politiche Bobba presente candidatura

Sabato 3 febbraio alle 11.30 l’Onorevole Luigi Bobba presenterà la sua candidatura alla Camera nel collegio uninominale di Vercelli-Casale. La conferenza stampa si terrà presso la pasticceria Twenty.

I presenti

Sarà presente anche la candidata al Senato Cristina Bargero. Parteciperanno all’incontro diversi amministratori del territorio tra cui Maura Forte, Sindaco di Vercelli, Titti Palazzetti, Sindaco di Casale Monferrato, Gianluca Barbero, Sindaco di Valenza, Angelo Cappuccio, Sindaco di Santhià e Alessandro Portinaro, Sindaco di Trino. Un momento molto importante in vista della chiamata alle urne del prossimo 4 marzo.

L’onorevole di Cigliano

Luigi Bobba, infatti, è originario di Cigliano. Da sempre appassionato di politica, ricopre attualmente il ruolo di Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Ruolo datogli nel corso del Governo Renzi e confermatogli poi anche dal premier Gentiloni. E’ lui, infatti, l’uomo che il Partito Democratico ha scelto per rappresentare il vercellese. Bobba, inoltre, sarà protagonista anche di una conferenza organizzata dal circolo crescentinese per discutere del reddito di inclusione.

Leggi anche:  Elena Piastra non è più vicesindaco, Puppo ha deciso

L’annuncio sui social

Bobba scrive su Facebbok: “Ho firmato l’accettazione della candidatura alla Camera per le elezioni del 4 marzo nel collegio uninominale di Vercelli. Molti si aspettavano che la Direzione del PD mi collocasse in un collegio più sicuro come riconoscimento per il lavoro fatto al Governo. A tutti ho risposto che preferisco essere generoso con il mio partito che già mi aveva candidato altre due volte nel 2008 e nel 2013 consentendomi di maturare un’esperienza parlamentare. Sono ben consapevole che la coalizione di centrosinistra in questo collegio parte in svantaggio e che per vincere, infatti, bisogna prendere almeno un voto in più degli avversari. Ma i percorsi in salita non mi spaventano…”.