Tav, il presidente regionale Alberto  Cirio soddisfatto per l’apertura del Governo, e in particolare del presidente del Consiglio Giuseppe Conte sull’opera.

Tav

Come riportano i colleghi del giornale di Cuneo, sulla Tav il presidente della Regione Piemonte Cirio  commenta soddisfatto l’apertura espressa dal Governo sull’opera.

Le parole di Cirio

“Finalmente dal premier Conte parole chiare e di apertura sulla Tav, che confermano la posizione che la Regione Piemonte ha da sempre sull’opera. Queste erano le dichiarazioni che attendevamo da tempo. Ringrazio il vicepremier Matteo Salvini per essere riuscito a far superare le resistenze avute finora all’interno del Governo.E ora si proceda con la formalizzazione all’Europa di questa posizione e si vada avanti con i cantieri. Il Piemonte non può più aspettare”.

Il presidente Conte

Oggi bloccare il Tav costerebbe più che completarlo – ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte –. Non è stato questo Governo a dire sì al progetto. Sono intervenuti fatti nuovi di cui dobbiamo tenere conto nella risposta che venerdì il Governo dovrà dare per evitare la perdita dei finanziamenti europei. L’impatto finanziario per l’Italia è destinato a cambiare, e i costi potrebbero ulteriormente ridursi in seguito all’interlocuzione con la Francia sulle nuove quote di finanziamento della tratta transfrontaliera. se volessimo bloccare l’opera non lo potremmo fare condividendo questo percorso con la Francia”.