Terremoto politico, per lo scontro Puppo-Piastra si dimette Gino Basile.

Terremoto politico

Da settimane ormai non si parla d’altro. Lo scontro politico tra la candidatura di Fabrizio Puppo, attuale sindaco, e quella di Elena Piastra, sua vice e “promessa” del futuro del centro sinistra si sta facendo sempre più aspro. Come è accaduto nella serata di ieri, giovedì 12 luglio. Mentre al Parco De Gasperi Piero Pelù si esibiva durante il festival Fuori Tutti e il pubblico di settimesi cantava e ballava, all’interno della lista civica Insieme per Settimo, si consumava l’ennesimo scontro interno.

Le dimissioni di Luigi Basile

Era il 2016 quando Piero Lovera, storico presidente della lista civica Insieme per Settimo da sempre a sostegno delle amministrazioni di centro sinistra, aveva deciso di fare un passo indietro. Per lasciare posto ai “giovani”. Alle nuove generazioni e agli storici esponenti della civica cittadina. Per questo decise di lasciare il ruolo di “presidente” della civica e di consegnare il testimone nelle mani di Luigi Basile, suo storico braccio destro. Affidando, come da intese con il direttivo, la vice presidenza a Giancarlo Brino (attuale presidente del consiglio comunale) e al segretario Fabio Cuoppolo. Ma, ieri, qualcosa si è di nuovo rotto. Portando Luigi Basile alle dimissioni.

Lo scontro Puppo-Piastra

La ragione dell’ennesima rottura che sta sconquassando la politica settime è ancora una volta lo scontro tra il candidato sindaco uscente e la sua vice Elena Piastra. I vertici della Lista Civica, di fronte alla richiesta sul da farsi in vista delle prossime amministrative, avrebbero preferito temporeggiare. Qualcuno, all’interno, ha invece preferito mettere le cose in chiaro e arrivare allo strappo finale. E’ così che Luigi Basile, presidente della civica, di fronte all’impossibilità di trovare una posizione univoca sul sostegno al candidato sindaco alle prossime amministrative ha preferito ritirarsi.

Il comunicato della Civica Insieme per Settimo

Lapidario il testo del comunicato diffuso negli ultimi minuti dalla segreteria della Lista Civica Insieme per Settimo.

Preso atto che Luigi Basile Presidente della Lista Civica ha rassegnato le proprie dimissioni, i
firmatari in calce, aderenti storici e non,della lista Insieme per Settimo, comunicano quanto segue. 

Comunica così la nota stampa della lista civica.

In attesa di nuovi assetti, si confermano le figure dirigenti della lista civica nei ruoli pre-esistenti,
nella fattispecie il Vicepresidente Giancarlo Brino, ed il Segretario Fabio Cuoppolo.
A tal proposito si riporta quanto dichiarato agli organi di stampa in data 13 aprile 2016 (articolo
riportato in calce) dall’ex Presidente, ora onorario, Piero Lovera, in merito al futuro della lista ed al
ricambio generazionale avvenuto nella stessa. Un passaggio che si prospettava da tanto tempo.
Credo che la lista civica abbia bisogno di forze nuove, come nuova è la direzione che ha preso il
vecchio direttivo. Ci vorrà del tempo ma guardiamo tutti al futuro. In quest’ottica, gli aderenti della
lista NON INTENDONO essere coinvolti in processi politici ed in forzature che
mirano, nell’immediatezza, a portare la lista civica ad una scelta del candidato sindaco (poiché vi
sono più candidature).
In queste ultime settimane sono avvenuti molti incontri, ufficiali, con l’attuale sindaco Fabrizio
Puppo, verso il quale si conferma il sostegno fino a fine mandato.
Durante questi incontri, la lista, è stata più volte sollecitata ad effettuare scelte di campo che, in
mancanza di programmi ed obiettivi, non si sente di fare. La decisone quindi è, per il momento, di
mantenersi neutrali.
Riteniamo serio e rispettoso verso gli elettori della lista civica, verso l’amministrazione e verso i
cittadini, avere la libertà di poter decidere, nei tempi che la lista ritiene opportuni, quale candidato
sindaco risponda meglio alle proprie aspettative, alla propria storia ed alla propria idea di città.
Ulteriori forzature che trascendano i processi democratici che sono, o che dovrebbero essere propri
di una lista che svolge un importante ruolo politico all’interno della città, non saranno accettate
perché, di converso, l’intento di delegittimare la lista, ed i suoi aderenti, sarebbe evidente.
Con questo comunicato, s’intende anche riaffermare il ruolo di Giancarlo Brino come Presidente del
Consiglio e Capogruppo della lista civica in consiglio comunale: riteniamo che abbia svolto in
modo ottimale il proprio ruolo e che, proprio in questa delicata fase politica ed in mancanza di un
Presidente della lista, debba continuare a svolgerlo.
Riteniamo, in ultima istanza, che una forza politica sia tale, quando è rappresentativa dei cittadini
che, nel tempo, l’hanno sostenuta.
Alle elezioni amministrative del 2014, la lista nella sua interezza ha portato alla coalizione, 1.398
voti, ovvero il 5,23% . Questo risultato è stato conseguito grazie all’impegno di tutti gli aderenti
presenti nella lista. Oggi, l’obiettivo della lista è di accrescere quel risultato, anche tramite il
contributo fattivo ed innovativo di recenti nuovi innesti, che, assieme agli aderenti storici, si
impegneranno, come del resto già fanno, affinché tale obiettivo venga raggiunto.

I firmatari

Ecco l’elenco dei firmatari del documento elaborato dalla Lista Civica (o almeno una parte) e diffuso pochi istanti fa. Fabio Cuoppolo (segretario) Giancarlo Brino (vice-presidente), Rosina Mondello, Norberto Casa, Davide Bastianini, Leonardo Voltan, Mauro Sarti, Massimo Montinaro.  Ercole Pia, Fortuna Bianchini, Stefano Bonaudo, Franco Zanni, Alessandro Taragna e Laura Mazzucato.

Leggi anche:  Guerra ai piccioni, si rischiano sanzioni fino a 500 euro

La rottura è compiuta

Adesso per la Lista Civica è quindi tempo di raccogliere i cocci. Dopo le tensioni degli ultimi giorni, dopo che tanti rappresentanti della civica, nei giorni scorsi si sono espressi a sostegno del presidente del Consiglio Giancarlo Brino, (papabile assessore al posto di Nino Daniel), è evidente che qualcosa all’interno del gruppo politico non funzioni. A maggior ragione se si guarda a questi ultimi episodi in prospettiva. La Lista Civica, almeno i firmatari del documento sopra riportato, prendono nettamente le distanze dal suo “presidentissimo” Piero Lovera, a maggior ragione nella scelta sul sostegno a Elena Piastra o Fabrizio Puppo.

Puppo o Piastra?

La Lista civica ormai è ufficialmente spaccata al suo interno. Una parte degli iscritti avrebbe ormai deciso di appoggiare la candidatura di Elena Piastra quale sindaco di Settimo. L’altra, invece, vorrebbe dare ancora fiducia al primo cittadino attuale fino alla fine del mandato e anche dopo. Sperando, questi ultimi, che alla fine sia Puppo a spuntarla sulla sua giovane vice per rimediare al terremoto politico che sta creando, a Settimo, la doppia candidatura per il prossimo mandato.