Torino Pride 2019: il Comune aderisce ma sono tante le polemiche. A San Mauro si apre lo scontro tra i favorevoli e i contrari all’iniziativa.

Torino Pride 2019

Con un comunicato ufficiale, apparso sul sito internet del Comune, San Mauro aderisce al Torino Pride 2019. Comunicato ripreso anche in un post sulla pagina social del Comune e che ha generato un lungo thread di commenti negativi.

L’Amministrazione comunale aderisce, in un’ottica di rispetto per tutti gli orientamenti sessuali, alla manifestazione…

Pubblicato da Comune di San Mauro Torinese su Lunedì 10 giugno 2019

Le tante polemiche

Lo scorso anno, il Comune di San Mauro aveva partecipato senza farne troppa pubblicità e scatenando le polemiche di parte del Consiglio comunale che, pur lodando l’iniziativa, avrebbe voluto essere maggiormente coinvolto. Quest’anno invece la comunicazione è stata fatta per tempo, ma le polemiche non hanno tardato ad arrivare, soprattutto dalle forze politiche del centrodestra. Insomma, il Pride a San Mauro fatica a mettere tutti d’accordo.

Leggi anche:  Tav, il presidente regionale Cirio soddisfatto per l'apertura del Governo sull'opera

Un invito che arriva direttamente da Città Metropolitana

L’invito a partecipare al Pride per i Comuni è arrivata, nelle scorse settimane, direttamente da Città Metropolitana che, attraverso una nota stampa, scriveva:

“Le indicazioni della realtà LGBTTIQ (lesbica, gay, bisessuale, transessuale, transgender, intersessuale, queer) sono molteplici e ancora purtroppo inascoltate. Il Pride è una delle maggiori occasioni per esprimere la richiesta degli stessi diritti per tutti, dando ad essi forma e voce. Partecipando abbiamo la possibilità di dare un forte segnale di attenzione alla lotta per i diritti”.