Come proteggersi dai raggi solari? I nostri occhi vanno difesi, soprattutto con l’arrivo della bella stagione. L’intensità della luce solare aumenta e serve dunque prendere delle precauzioni. Di conseguenza in copertina ci vanno gli occhiali da sole, elemento fondamentale per filtrare i raggi solari nocivi. Devono assolutamente essere di alta qualità. É bene non affidarsi ad occhiali con lenti prive di garanzia, acquistati a prezzi stracciati. Il risparmio non passa dalla salute dei nostri occhi, diventa quindi decisivo rivolgersi ad un ottico preparato. E poi attenzione a come vengono utilizzati. Da togliere assolutamente in caso di giornate poco luminose, così come all’interno di ambienti chiusi dove si utilizza la luce artificiale.

Come proteggersi dai raggi solari

L’occhio deve infatti mantenere ed esercitare la sua capacità di adattarsi alle varie intensità (e colori) di luce. Oltre ad un ottimo paio di occhiali da sole è bene dedicarsi con costanza alla pulizia degli occhi. Ogni mattina al risveglio e ogni sera prima di coricarsi è una buona abitudine quella di eliminare le impurità, lasciando l’occhio fresco e idratato. Sempre in quest’ottica rientra l’idea di “calmare” l’occhio, importante soprattutto nel caso in cui si soffra di allergie. Se sono arrossati e se prudono allora è bene utilizzare un collirio, in grado di risolvere, o quantomeno alleviare, il problema. Se invece a fine giornata si accusa un occhio stanco, ipotesi particolarmente diffusa nel caso di chi per lavoro è costretto a stare davanti al pc per tutta la giornata, sono opportuni impacchi contro la stanchezza.

Leggi anche:  Occhiali da sole, uno strumento necessario

Alimenti e vitamine

C’è poi tutto l’ampio capitolo targato alimenti e vitamine. Un ruolo chiave lo assumono le vitamine A, C ed E, che contengono antisossidanti (capaci di rallentare il progredire dell’AMD, la degenerazione della macula legata all’età). Correlato a questo argomento c’è dunque quello dell’alimentazione. Per un quadro completo serve parlare degli alimenti che se consumati producono effetti positivi sui nostri occhi. I protagonisti sono dunque gli agrumi (arance, mandarini, ecc.), in grado di contrastare i radicali liberi in eccesso. Ecco poi le carote. Betacarotene (si trova anche nell’albicocca, melone e zucca), e vitamina A (retinolo).

Spazio al cioccolato

Infine si parla anche di cioccolato. L’extra-fondente (e il cacao) contengono i flavonoidi, preziosi antiossidanti per gli occhi, utili per tonificare la cornea e il cristallino. Attenzione anche ai carotenoidi. Danno la classica colorazione arancione al tuorlo dell’uovo, grande fonte di luteina e zeaxantina. Nella nostra dieta non dovrebbero poi mancare cipolle, fagioli rossi, fragole, mandorle, mirtilli, soia, pesce (soprattutto tonno, salmone), carni magre, spinaci, olii vegetali ricchi di vitamine E.