Asp Chivasso primo anche dopo il delicato incontro con il Domodossola, uno degli ultimi scogli della stagione regolare

Asp Chivasso primo grazie al 54-44 inflitto al Domodossola

Chivasso primo  in classifica, un ulteriore passo in avanti verso la post season grazie alla vittoria per 54-44 contro Domodossola. E’ stato un match brutto, nervoso e falloso. Si è assistito ad una delle prestazioni peggiori del campionato da parte di Vai e compagni e gli unici dati positivi del match sono stati il risultato finale. Non solo. Anche la tenuta difensiva – Domodossola ha segnato la miseria di 44 punti – e la conferma del buon periodo di forma di Baldin. Purtroppo c’è poco altro da salvare. Chivasso ha mostrato una stanchezza di fondo: più mentale che fisica.

Anche in attacco non ha brillato

Problemi anche in attacco per tutta la durata del match. Manovra poco efficace, distratta e tempi di gioco sbagliati. Mancanze che hanno costretto i biancoverdi a giocare quasi sempre al limite dei 24″. E spesso si sono dovuti affidare a conclusioni forzate che hanno sporcato le percentuali ed hanno prodotto una emorragia di palle perse. Fin dalla palla a due si capisce che le difese saranno dominanti sugli attacchi. Poi, la troppa aggressività ha fatto il resto. Clima che condiziona Ratto e Cester che si vedono fischiare tre falli in due minuti.

E’ Cester che rompe il ghiaccio

Chivasso fatica ad eseguire i suoi giochi offensivi e tocca a Cester segnare i primi 6 punti del match. Poi una fiammata di Delli Guanti (tripla e contropiede) chiude il quarto sul 17-13. Anche nel secondo quarto il tema della gara non varia. E quando Cerutti infila la bomba del 18-16 coach Iannetti è costretto al time out. Al ritorno in campo Morello premia il suo allenatore con due triple consecutive per il 24-18. Ma sono ancora Cerutti e Maglio a ricucire lo strappo ed a fissare il tabellone di metà gara sul 28-24.

Leggi anche:  Moto2 Vince Pecco

La crisi anche dopo l’intervallo lungo

La crisi offensiva biancoverde continua anche nel terzo periodo: 6 punti segnati a referto. Che permette a Domodossola di credere nell’impresa (34-36 a fine terzo quarto). Le difficoltà a segnare sono superate nell’ultimo periodo da Baldin (8 punti nel quarto), prima che un break a due minuti dal termine firmato da Vai, Cocco e dalla tripla di Delli Guanti scavi il divario decisivo per tagliare il traguardo a braccia alzate. Asp Chivasso primo.

Il tabellino

GENEABIOMED CHIVASSO – DOMODOSSOLA 54 – 44
(17-13, 28-24, 34-36)

GENEABIOMED CHIVASSO – Delli Guanti 15, Vai 3, Vettori, Cester 10, Ratto, Cocco 5, Morello 11, Baldin 10, Pagetto ne, D’Errico, DSi Martino ne. All. Iannetti, A.All. Grasso.

DOMODOSSOLA – Realini 2, Frank 3, Rabbolini 2, Silvestri, Cerutti 17, Lunati 4, Maglio 6, Guerra, Gabutti 5, Baldini 5, Iaria.