Cr7 Juventus alle 18.30 è iniziata la conferenza stampa di presentazione del campione portoghese di fronte a 40 televisioni e più di 200 giornalisti accreditati.

Le prime parole di Cr7 Juventus

Perché la Juventus?

“E’ stata una scelta facile. Grande squadra, grande allenatore e sicuro della scelta fatta”

Quali progetti futuri?

“Sono una persona che pensa al presente. Mi godo il calcio, sono ancora molto giovane e mi piacciono le sfide. Dallo Sporting, al Manchester e ora la Juventus non potevo sperare una carriera diversa. Di vincere a livello collettivo e personale. E andrà tutto bene anche qui come negli altri club”

Sei andato via da Madrid in maniera “triste”.

No, non sono triste. Vengo per vivere questa sfida: arrivare in un club così grande mi rende felice. Ringrazio la juve per la possibilità. Nazionale? Darò sempre il meglio per il mio paese. Sempre. Non lascio la Nazionale.

Uno sguardo al futuro

Che messaggio mandi ai madridisti?

E’ stata una storia brillante col Real Madrid. Questa è una nuova tappa. Ringrazio i fan, ma ora sono alla Juve. Cercherò di dimostrare agli italiani il mio massimo livello. Mi preparerò bene, anche se penso di non dover dimostrare nulla, ci sono i numeri che parlano. Ma sono ambizioso, non sto nella mia zona di confort. Voglio lasciare un segno anche qui alla Juve. E’ vero che la fortuna aiuta, ma te la devi anche cercare.

Il calcio italiano è fisico e tattico: è questo uno degli elementi che ti hanno spinto a venire alla Juve?

Lo so che difficile e tattico: ma mi piace provare altre cose. La mia carriera non ha avuto nulla di facile. Mai successo che mi fosse regalato qualcosa-. Voglio lavorare per far andare bene le cose. Sono fiducioso e tranquillo.

 

Leggi anche:  Staffetta per Telethon a Settimo, raccolti 1000 euro

Quell’ossessione lunga 22 anni

Il popolo bianconero chiede la Champions

“Lotterermo per tutti i trofei. Anche la Chmapione. Dobbiamo stare tranquilli e concentrati. E’ difficile da vincere e io spero di poter arrivarci; la Juventus negli ultimi anni ci è arrivata vicina. Ma le finali sono un’incognita e spero di portare fortuna a questa squadra. Ma bisogna far andare le cose in maniera naturale”

La standing ovation per la rovesciata

“Si è stato un momento bello, speciale. Ti dà motivazione, per iniziare la nuova avventura. E ringrazio i tifosi per il modo con il quale mi hanno accolto e spero di dare risposte in campo. Grazie a chi c’era all’aeroporto, allo stadio … tutti”

Domanda per Paratirici: quanto messaggi ricevuti dopo l’ufficializzazione?

“I messaggi arrivati erano per lo più dei nostri giocatori, tutti entusiasti. Un passo importante per alzare l’asticella. Sono loro quelli che hanno messaggiato”

Riparla Ronaldo. Come ti senti fisicamente e mentalmente

La notte di Champions non avevo ancora deciso nulla. Ma grazie al presidente per aver pensato a me. La forma non è tanto importante. Io so sto bene emozionalmente, per questo, il trasferimento mi rende orgoglioso. Arrivare qui è un’emozione grande. C’è chi alla mia età pensa che la carriera sia finita, io invece no.

E’ stata l’unica offerta?

“Sì. E’ stata l’unica offerta”. (ride)

Debutto in bianconero?

“No … Ho già avuto opportunità di conoscere il mio allenatore. Comincerà ad allenarmi il giorno 30. Voglio debuttare in campionato il 12 agosto nella prima partita. Non sono venuto qui in ferie. Voglio lasciare il mio segno”. Parole di Cr7 Juventus

Maurizio Vermiglio