Emre Can: Ronaldo è un grande giocatore, questo il commento sull’imminente colpo di mercato bianconero. Primo incontro per il nuovo giocatore della Juventus e la stampa.

Emre Can: Ronaldo è un grande ma del resto io non so nulla

L’attesa dell’arrivo di Emre Can in una sala stampa dell’Allianz Stadium gremitissima è accompagnata da un religioso silenzio. Più che nel ventre di uno stadio, sembra di essere in un luogo di culto. Tutto appare immobile, in attesa del grande annuncio. Anche se è il giorno di Emre Can, nei pensieri c’è solo un nome: Cristiano Ronaldo.

Ma è il giorno del tedesco

«La Juventus ricorda che siamo qui oggi per per la presentazione di Emre Can, solo di questo parleremo oggi in questa sede», è l’avviso ai naviganti di (calcio) mercato. Ma è da una giornalista spagnola che arriva la prima bordata e nomina chi non si potrebbe. «Ronaldo? Per chiunque sarebbe il massimo giocare con lui, maa del resto io non so nulla. Posso solo dire che se arrivasse sarebbe grandioso». Questo il commento testuale del centrocampista tedesco che sul tema non risponderà più. Parlerà, invece, di altri campioni, quelli del passato.

Un idolo francese con la maglia 21 e una profezia

«Da piccolo quando giocavo avevo un  idolo: Zinedine Zidane. Ma ricordo ancora le partite della Juventus con Nedved e Del Piero. Dei grandi». E poi la profezia. «Il mio primo allenatore nelle giovanili era di origini italiane e un giorno mi disse: “vedrai, tu un giorno giocherai nella Juventus”. Oggi posso dire che ha avuto ragione.

Ottavo scudetto o Cahmpions, l’ossessione …

«Il primo obiettivo è la Serie A e poi la Champions», ha dicorato sicuro il neo centrocampista. «So che la società è da 22 anni che cerca di rivincerla. Qui tutti la vogliono vincere e io voglio essere d’aiuto per riportarla a Torino. Abbiamo una grande squadra per arrivare fino in fondo, ma l’attenzione sarà subito per la Serie A».

Perché la Juventus, tra le tanti pretendenti…

«Con la Juventus negli anni ho avuto diversi contatti e questa volta siamo riusciti a concretizzare. E ho accettato perché so che questo è un grande club, dalla mentalità vincente. Come la mia: sono qui per vincere nuovi titoli».

Centrocampo a due o a tre?

«Ho parlato con Allegri, ovviamente, ma non ancora di tattica. Oggi è solo il mio primo giorno, ma avremo modo di discutere anche di questo. A me piace giocare in più posizioni. Sono centrocampista, spetta poi all’ellenatore decidere».

Bagno di folla allo store con 30 gradi

Dopo la presentazione, alle 16, l’abbraccio (caldo) dei tifosi con i selfie di rito allo Juventus Store con Can. Nel torrido pomeriggio di Venaria, più di trenta gradi, il pubblico bianconero ha salutato il centrocampista che darà nuova sostanza e solidità alla mediana bianconera. Le prove generali di quella che potrebbero essere, però, la presentazione che tutti aspettano: quella di CR7. Questa è la settimana della verità.

Maurizio Vermiglio