Successo senza patemi per la GeneaBiomed Chivasso che supera Sea Settimo per 75-48 e si conferma quasi imbattibile tra le mura amiche del PalaBlatta.

GeneaBiomed

La resistenza dei settimesi dura solo 10’, poi i chivassesi blindano la difesa, corrono in contropiede e colpiscono dall’arcivescovo per chiudere il primo tempo sul 39-27. Nel secondo la musica non cambia, Settimo non trova le contromisure per fermare l’attacco biancoverde, mentre Chivasso in difesa concede le briciole agli avversari. Chiuso il terzo quarto sul 59-31, gli ultimi 10’ di gioco servono per dare spazio alle rotazioni e provare nuovi giochi un vista delle prossime sfide. Ma partiamo dalla palla a due.
Pronti via e Chivasso si trova con le polveri offensive bagnate, il gioco sotto canestro non trovia la via del canestro e così Settimo ne approfitta per segnare da tre punti con Bianchelli e tenere a secco i biancoverdi per tre minuti. Visto che vicino a canestro si fatica Cirla decide di allontanarsi e con due triple consecutive firma il primo vantaggio sul 6-5. Vantaggio che si porta sul 10-5 grazie a Vaibe Cirla che costringono Patrignani al primo time out.

Leggi anche:  Juventus Women, Eniola Aluko lascia l’Italia: “Nel calcio italiano c’è razzismo”

Sea Sttimo

Settimo rientra più aggressiva e colpisce con Zoarsan e Bianchelli che mantengono i settimesi attaccati alla gara alla fine del primo periodo (17-15). Finisce qui la gara di Settimo, perché nei secondi 10 minuti la GeneaBiomed chiude la propria difesa a doppia mandata, concedendo agli avversari i primi due punti dopo 8 minuti, mentre in attacco Mattia Delli Guanti, Morello, Vai e ancora Cirla scavano il gap del 39-22 di metà gara. Patrignani prova a scuotere i suoi ma al rientro in campo una tripla di Cirla e una di Vai lanciano Chivasso sul 47-22, trasformato sul finire del quarto in 59-31 grazie ad una difesa mortifera ed alle attente letture offensive. L’ultimo quarto diventa così una semplice passerella utile per dare spazio alle rotazioni.