Il fatto risale a domenica 18, nel corso di Bacigalupo-Barracuda, in cui un giocatore si è reso protagonista della formulazione di una bestemmia in area di rigore.

Bestemmia fatale al Barracuda

Bacigalupo-Barracuda pare una partita come tante destinata allo 0-0, fino all’episodio cardine della bestemmia del 95′. Un giocatore della squadra ospite, Gianpiero Opsi; presente all’interno dell’area di rigore, si rende protagonista di un’espressione blasfema che non passa di certo inosservata al direttore di gara, il quale reagisce sanzionando il comportamento fischiando calcio di rigore. Il penalty viene messo a segno, tuttavia vanamente in quanto la gara verrà rigiocata.

Incongruenza rispetto al regolamento

Al termine della partita seguono numerose proteste e il fatto non tarda a dilagare repentino tra le cronache nazionali. Il Barracuda ha presentato ricorso, accolto favorevolmente in virtù del regolamento del Giuoco del Calcio, che prevede testualmente: “l’assegnazione di una punizione indiretta (non di calcio di rigore) in favore della squadra avversaria nel caso in cui un giocatore protesti, usi un linguaggio e/o dei gesti offensivi, ingiuriosi o minacciosi o compia altre infrazioni verbali”.

Leggi anche:  Malore per Mazzarri, arriva lo stop per l'allenatore

Prevale il buon senso

Alla fine la vicenda si chiude secondo il buon senso, con il direttore di gara che ha ammesso onestamente l’errore. La ripetizione della partita rappresenta un caso più unico che raro, senza tuttavia ripercussioni di qualsiasi genere o tipo se non legate a motivazioni puramente sportive e calcistiche: se il Bacigalupo infatti (ri)vincesse potrebbe salire al secondo posto in classifica con un bilancio complessivo di 23 punti, mentre per il Barracuda si prospetterebbe una lauta zona play-off.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!