E’ un assordante silenzio e un frenetico immobilismo quello che aleggio su Torino sull’affare Ronaldo alla Juventus.

Ronaldo alla Juventus da suggestione a trattativa

Sono ore di attesa e trepida speranza quelle che stanno vivendo i tifosi bianconeri. Ronaldo alla Juventus una suggestione che è diventata trattativa. Reale. Come l’anno scorso quando Neymar passò dal Barcellona al Psg: una piccola indiscrezione che pian piano è diventato un tsunami sul mercato estivo dell’anno scorso. E ora Cr7 si sta per abbattere sulla Serie A per cambiare gli equilibri del campionato italiano e della prossima Champions.

Lo stile sabaudo e il “nulla” che trapela che certifica

Dell’entourage juventino nessuno parla. La consegna al silenzio è totale. E il fatto che non sia stata smentita la trattativa, nel linguaggio sabaudo significa che è in corso. Ed è questa la prima certezza. Poi ci sono le aperture dell’agente di Cr7 e, innanzitutto,  quella dichiarazione che fece dal palco di Kiev con la sua quinta Champions League in mano: «Real addio…». Frase choc che ha aperto mille scenari, ultimo dei quali di un suo trasferimento alla corte di Max Allegri e che adesso è la più reale e concreta. Perché lo stesso Ronaldo che vuole vincere la sfida della Serie A e perché no, regalare la Coppa delle grandi orecchie ad un popolo che la aspetta da 22 anni.

Indizi arrivano anche dalla provincia

Ma una notizia di questa portata mondiale (non solo per i Campionato in corso in Russia) si nutre non solo di dispacci che arrivano dalle grandi capitali, ma anche di indizi che si scovano in provincia. Come il plotone di steward che sarebbe stato precettato e messo in allarme già dal primo pomeriggio di oggi per un’eventuale arrivo del Galatticos al J-Mediacal per le visite. Propedeutiche per la firma del contratto-monstre e per una presentazione lampo di Cr7, sabato 7 luglio. Inservienti per contenere la folla che si riverserà, un po’ come accadde per Higuain.

Leggi anche:  Campionati italiani di nuoto, Dynamic ancora sul podio

Nel mentre il popolo bianconero si «consola» con Can

In attesa dell’annuncio ufficiale del colpo di mercato del nuovo millennio (italiano) lunedì prossimo la Juventus presenterà il centrocampista, lui sì già sbarcato a Torino, Emre Can. Il mediano tedesco arrivato a parametro zero dal Liverpool e che ha saltato il Mondiale con la Germania per infortuni.

Intanto è partita la corsa agli abbonamenti

Nel frattempo, è iniziata la prima fase della campagna abbonamenti che si chiuderà domenica 15 luglio che vede coinvolti  i vecchi abbonati.  Dopo di che la vendita di ciò che avanzerà, poco o nulla, verrà aperta agli eventuali nuovi supporter. Si va dai 595 euro per un posto in curva per tutte le 19 partite casalinghe (con il diritto di prelazione in Champions e Coppa Italia) ai 2000 della tribuna est primo anello per vedere (forse) le magie di Ronaldo live a una decina di metri …

Maurizio Vermiglio